Categorie
Blog Cortometraggi Dalla terra alla luna

Cortometraggio ambientale – Joshua di Sungjin Ahn

La natura, che spettacolo meraviglioso! Sono convinto che se la rispettassimo di più avremmo solo da guadagnarci spiritualmente e umanamente.

Fortunatamente lei continua a percorrere la sua strada e non si abbatte di fronte alla violenza che subisce da parte di questo “essere superiore” chiamato uomo.

Sono tanti i video, amatoriali e non, che rendono omaggio alla natura e che riprendono flora e fauna nel loro habitat naturale.

Joshua, il cortometraggio che vogliamo segnalare, è un insieme di immagini montate dall’autore Sungjin Ahn che per un anno ha osservato quest’albero – è una specie protetta e cresce solo in determinate zone del Pianeta – in condizioni atmosferiche differenti: sole, pioggia, nevicate… giorno, notte, tramonto e alba… lo spettacolo è inebriante, sublime e far star bene.

Joshua è stato presentato al Kuala Lumpur Eco Film Festival dove ha riscosso molti molti consensi. Guardatelo! Non posso far altro che consigliare questa visione e son sicuro che piacerà a voi tanto quanto piaciuto a me.

Link al video su Vimeo: Joshua di Sungjin Ahn

Categorie
Blog Dalla terra alla luna

29 luglio 2013 – Giornata Mondiale della Tigre

Intelligenza, eleganza, classe. Sono solo alcune delle caratteristiche che mi vengono in mente quando penso a una tigre e forse è proprio per queste sue doti che il grosso gattone paga un prezzo così salato e ha bisogno di aiuto da parte nostra perchè è a rischio di estinzione al giorno d’oggi, sta scomparendo e questo non va affatto bene.

Nel 2010 è stata istituita la Giornata Mondiale della Tigre – oggi la terza edizione – il cui scopo è quello di sensibilizzare la popolazione a prendersi cura di questo fantastico animale, di proteggerlo e salvaguardarlo.

Ci sono Stati in cui la tigre ha trovato il suo habitat naturale, è più diffusa che altrove: Nepal, Bangladesh, Bhutan, Cambogia, Cina, India, Indonesia, Laos – giusto per citarne alcuni – ed è importante che, oltre alle organizzazioni come il WWF, anche i governi facciano qualcosa e tutelino in tutti i modi possibili questi animali…

La presenza di tigri sul territorio, così come riporta l’articolo ufficiale del WWF Italia (link) è importante per svariati motivi.

– Le tigri sono ottime indicatrici dello stato di salute di ecosistemi molto importanti.

…ne aggiungo un altro e personale: se qualcosa è bello perchè non custodirlo, salvaguardarlo e curarlo? Le tigri sono fantastiche e spero tanto che in questi anni si faccia davvero qualcosa per loro.

Scritto da Mac La Mente

970887_10151612465748300_373001612_n

 

531796_10151612465648300_2048307545_n

 

1002143_10151612465523300_2119604986_n

Categorie
Blog Dalla terra alla luna Tempo libero e Hobby

Riciclare un cd/dvd e trasformarlo in un orologio

Piccola premessa: questo articolo nasce grazie alla segnalazione da parte di un’amica del sito Greenme.it dove sono contenute tante e interessanti idee su come riciclare oggetti spesso presenti in casa e pronti per finire nella raccolta differenziata.

Greenme.it è un contenitore di idee e siccome a me piace sperimentare e mettermi alla prova, eccomi qui a raccontare ciò che ho realizzato da un cd che ormai ha fatto il suo tempo e che stavo per buttare, ora non più! 😉

Ho realizzato un simpatico orologio utilizzando il cd e l’ho anche personalizzato con una immagine che mi piace.

Il procedimento che spiegherò qui di seguito è un po’ più “laborioso” perchè ho scelto di farlo in questo modo ma si può semplificare e abbassare così la spesa complessiva che in ogni caso è contenuta.

 

Materiale e costo

– 1 cd/dvd da buttare – gratis
– 1 un’immagine (da stampare o da riciclare a sua volta)
– 1 foglio di cartoncino A4 – 0,20 €/cent
– 1 foglio trasparente A4 – 0,20 €/cent
– 1 meccanismo per orologi con relative lancette – da 3,00 € a 4,50 €
– 1 batteria stilo
– barattolo di colla
– taglierino e forbici

Totale costo: meno di 5,00 €
Tempo stimato: 5 ore (la colla si deve asciugare!)

 

Procedimento di realizzazione

– Stampare l’immagine scelta su un foglio di carta (personalmente per dare un po’ più di lucidità ho utilizzato un foglio di carta fotografica ed eseguito la stampa ad alta risoluzione ma va bene qualunque altro modo)
– Ritagliare il foglio di cartoncino e il foglio trasparente in due parti
– Incollare metà foglio di cartoncino e metà foglio trasparente su una faccia del cd – questo sarà il retro del nostro orologio
– Incollare metà foglio di cartoncino, l’immagine scelta per lo sfondo dell’orologio e metà foglio trasparente sulla seconda faccia del cd – questo sarà il fronte del nostro orologio
– Aspettare che la colla si asciughi completamente
– Forare e ritagliare il tutto seguendo la forma del cd.

Nota: Attenzione a riprodurre anche il foro centrale del cd su tutte le facciate, è lì che verrà inserito il meccanismo per le lancette.

– Assemblare il meccanismo dell’orologio

Ed il gioco è fatto!

Semplice, vero? Se qualche passaggio sembra “oscuro” qui di seguito inserisco delle immagini che spero possano aiutare e chiarire meglio il procedimento.

Ogni immagine è cliccabile e può essere ingrandita.

 

 

Risultato finale

 

 

Scritto da Mac La Mente

Categorie
Blog Dalla terra alla luna

Ambiente – Dalla parte degli animali e degli asini

Un po’ di tempo fa, per chi non ricorda segnalo l’articolo: Gli asini danno una mano, ho parlato di una iniziativa che nel comune in cui vivo – Monopoli, Bari – è in atto per rivalorizzare il territorio a impatto ambientale zero e senza spendere cifre folli. Già, perchè con l’aiuto dei nostri amici animali questo non solo è possibile ma anche realizzabile.

Diventati delle vere e proprie mascotte, gli asini “comunali” devo dire che hanno fatto davvero un bel lavoro e fatto risplendere un’area verde che ora è visitabile, vivibile e bella!

Ma poteva andare tutto liscio? Assolutamente no, perchè gli asinelli – in questo caso, ma anche tutti gli altri animali – purtroppo non hanno fatto i conti con il loro più temibile nemico: l’uomo.

Certo, per fortuna non tutti sono così e fare di tutta l’erba un fascio non sarebbe giusto, io per primo ho molta più fiducia degli animali che delle persone, e non mi viene da chiamarle “persone” perchè chi cerca di fare del male agli animali non merita niente né tanto meno questa definizione. Ladri! – questo va bene.

Dei ladri infatti hanno tentato un paio di giorni fa di rapire i nove asini caricandoli su un furgone.
Per fortuna gli abitanti del posto sono intervenuti chiamando immediatamente le forze dell’ordine e il tentativo è stato sventato.

Ma come si fa a fare una cosa del genere? Non lo concepisco. Bisognerebbe vergognarsi e far pagare pesantemente l’azione compiuta…ed io, di fronte a queste cose vedo rosso e mi arrabbio tantissimo…

Qui di seguito riporto un articolo che parla dell’accaduto.

Tentano di rubare gli asini di Lama Belvedere
Il tentativo di furto sventato dall’intervento delle forze dell’ordine

 

Ora, i nostri lettori temono che gli asini vengano spostati da Lama Belvedere per portarli in un luogo più sicuro

 

Non c’è pace neanche per gli asini. Qualcuno nella notte ha tentato di rubare gli asini della Lama Belvedere di Monopoli. A fornirci la segnalazione sono stati direttamente i nostri lettori, alcuni dei quali testimoni oculari dell’accaduto.

 

Si chiamava “Asini nel verde” il progetto avviato dall’Amministrazione Comunale con la delibera di giunta n.10 del 27 gennaio 2012. Si trattava di un programma organico di gestione del territorio per la sistemazione e la manutenzione delle aree pubbliche, di salvaguardia del paesaggio agrario e forestale, di cura e mantenimento dell’assetto idrogeologico attraverso l’utilizzo di animali e, in particolare, asini.
Il progetto, partito su iniziativa del consigliere comunale Alberto Minoia e condiviso dal Comitato per il Parco della Lama Belvedere, vedeva l’impiego di alcuni asini nell’area della Lama Belvedere dove insiste il “Sentiero Beato Pier Giorgio Frassati”.

 

Stanotte hanno cercato di rubare questi splendidi animali. I nove asini di Lama Belvedere erano stati stipati all’interno di un furgone per essere trasferiti altrove. Ci auguriamo che gli animali non fossero diretti verso qualche macello clandestino della zona. Per fortuna, il rapido intervento delle forze dell’ordine, probabilmente allertate dai vicini, ha permesso di sventare il furto e cogliere i ladri sul fatto.

 

Singolare il commento del nostro lettore, presente all’accaduto.

 

“Assurdo salvati 9 asini; roba da guinness dei primati vedere uscire da un furgone 9 asini. Sembrava di assistere ad un parto…cose che non penseresti mai di vedere.…”.

 

Già, purtroppo a Monopoli ci siamo abituati sin troppo a vederne e sentirne di tutti i colori!

 

fonte: Monopolilive.com

Lasciate stare gli asinelli! Amate gli animali, fa bene al cuore e regala vera gioia!

Scritto da Mac La Mente

Categorie
Blog Dalla terra alla luna

Ambiente – Gli asini danno una mano

Sono trascorsi alcuni mesi dalla notizia che riporto integralmente qui di seguito e presente sul sito del Comune in cui vivo – Monopoli, provincia di Bari ma è arrivato il momento, dopo aver letto tanto a riguardo, aver toccato con mano e di visto con i miei occhi in questi giorni, l’aiuto importantissimo che i nostri amici animali, in questo caso gli asini, stanno dando ad una parte del territorio prima incolta, trascurata e ora invece bellissima, curata e valorizzata e riscoperta non solo dai cittadini ma divenuta in questi mesi un’ulteriore attrazione – turistica e non – per tutti coloro che vogliono conoscere meglio ciò che la nostra terra ha da offrire e che spesso e volentieri è trascurato.

Spero che questo articolo possa servire a diffondere l’iniziativa anche ad altri Comuni perchè a volte basta veramente poco per aiutare l’ambiente a costo zero, direi, e in maniera assolutamente naturale, come è giusto che sia.

Facciamo parte di un ecosistema, siamo tutti coinvolti e credo che qualsiasi cosa possa aiutare a migliorare deve essere non solo segnalata ma incentivata, appoggiata e sostenuta il più possibile.

L’ambiente è la nostra casa, è la casa dei nostri amici animali e loro, più saggi di noi, sanno prendersene cura sicuramente meglio…grazie asinelli! 🙂

 

 

Notizia dal sito del Comune di Monopoli (Ba)

Gli asini ripuliscono la Lama Belvedere
Nei prossimi giorni si terranno visite guidate con le scolaresche

È partito a inizio settimana il progetto “Asini nel verde” avviato dall’Amministrazione Comunale con la delibera di giunta n.10 del 27 gennaio 2012. Si tratta di un programma organico di gestione del territorio per la sistemazione e la manutenzione delle aree pubbliche, di salvaguardia del paesaggio agrario e forestale, di cura e mantenimento dell’assetto idrogeologico attraverso l’utilizzo di animali e, in particolare, asini. Il programma rivolto a imprenditori agricoli professionali, coltivatori diretti e cooperative agricole è stato assegnato al sig. Leonardo Tinelli.

Il progetto, partito su iniziativa del consigliere comunale Alberto Minoia e condiviso dal Comitato per il Parco della Lama Belvedere, vede l’impiego di alcuni asini nell’area della Lama Belvedere dove insiste il “Sentiero Beato Pier Giorgio Frassati”. Gli asini, dotati di passaporto, si chiamano Graziella, Raissa, Margherita, Rosetta, Giovina, Filomena e Ghedafi. Sono presenti anche due puledri: uno di 20 giorni e un altro di 30.

Nei prossimi giorni, in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione, si terranno visite guidate con le scolaresche cittadine tese alla valorizzazione del territorio.

fonte: Comune di Monopoli