Categorie
2050 Blog Cristiano Torricella Punti di vista

Chi è di scena? T.C. V.S.D.I. del 2050 ed oltre!

L’avevamo pre-detto (sia Io autore che il gatto Atom ed anche Mr. SoleilMarcel666) che “il Vate” e “scrittore immaginario del 2050 ed oltre” sarebbe giunto qui, nel blog, dal… Futuro!
Chi, meglio di T.C. v.s.d.i. del 2050, infatti, potrebbe narrare del futuro prossimo venturo, visto che il “Sommo Maestro” già ci “vive dentro” nel 2050 e perciò può pre-vedere ben più di noi “odierni”?

Ecco il “terribile vecchietto” con la sua valigia piena di scritti d’autore, di citazioni, di monologhi e di melologhi teatrali e di ricordi di viaggi fatti a Milano, Pontedilegno, Margno, Parma, Rimini, Alba Adriatica, Cervia, Pesaro, Verona, Sanremo, Montecarlo, Parigi, Londra, Corfù…).
A beneficio degli intelligenti lettori di queste pagine web, a cui auguro, apotropaica-mente e scaramantica-mente, di rivederci tutti nel 2050 ed oltre in ottima salute e col… sorriso sulle labbra!

Un abbraccio ad Andrea Z Mac e tolgo il disturbo, prima che il “Maestro” sospetti che Io “autore in carne ed ossa” sia ancora qui ad “oscurare il suo Genio di Artista del 2050” e… si arrabbi pure!
Ad… futura!

Cristiano Torricella autore

tc_2050_oltre

La penna a T.C. V.S.D.I. del 2050 ed oltre
(prego, o illustre commediante, si accomodi a scrivere in questa “sua” rubrica 2050 del blog…)

segrete note di un italo scrittore dissidente controcorrente

Così scrive T.C. v.s.d.i. del 2050 ed oltre: “nel mio sangue di “outsider duemilacinquantino” scorre l’immortale musica classica di Bach, Hendel, Beethoven, Vivaldi, Paganini, Rossini, Puccini, Verdi, Albinoni Tommaso, W. A. Mozart e Ravel.

Ma non per questo – Io Narrante, poliedrico e super-creativo autore del 2050 ed oltre – amo di meno la moderna ed elettronica musica leggera (che per me comprende anche il rock e l’heavy metal…), anzi…

Resa fattibile grazie all’invenzione di nuovi strumenti musicali di fine ‘900 chiamati elettrici o elettronici (in quanto alimentati da corrente elettrica): la chitarra elettrica (il mio strumento preferito…), il basso elettrico (lo suonavo…), la batteria elettronica, i sintetizzatori elettronici, i software di registrazione multitraccia per computer (ad esempio, Audacity del 2050…), gli arrangers, i sequencer ed il moog

Io rifuggo ed aborrisco solo la “cattiva musica” di oggi e l’ignoranza e povertà culturale musicale del 2050 ed oltre, che impoveriscono e sviliscono l’I-taglia sonora d’oggi, proponendoci “immondizie musicali moderne” al posto della meravigliosa musica degli anni ’70 ed ’80 che noi altri ascoltavamo allora.

E finalmente “prende vita” questo mio nuovo testo scritto sulle note della mia amata musica di fine ‘900 ed oltre (rock americano, rock scandinavo, hard rock e punk inglese, blues, elettronica, musica celtica, funky, ska, reggae, pop, canti gregoriani e free jazz) che di seguito elenco solo parzialmente, solo per dare una rapida e succinta idea della “faccenda” e degli artisti “in ballo”:

Stayin’ Alive dei Bee Gees, I Will Survive di Gloria Gaynor, I Feel Love di Donna Summer, The Best di Tina Turner, Paperback Writer dei Beatles, Jumpin Jack Flash dei Rolling Stones, 99 Luftballons di Nena, Happy ending di Joe Jackson e Tarot Woman dei Rainbow.

Ma anche Stairway to Heaven dei Led Zeppelin, Hotel California degli Eagles, Light My Fire dei Doors, Aqualung dei Jethro Tull, Smoke On The Water dei Deep Purple, Shine On You Crazy Diamond dei Pink Floyd, Abacab dei Genesis, Are Friends Electric dei Tubeway Army, Life On Mars? di David Bowie, Walk on the Wild Side di Lou Reed, Psycho killer dei Talking Heads, London Calling dei Clash e Breakfast in America dei Supertramp.

E poi Every Breath You Take dei Police, Purple Rain di Prince, Wuthering Heights di Kate Bush, Bohemian Rhapsody dei Queen, God Save The Queen dei Sex Pistols, Don’t Get Me Wrong dei Pretenders. No Women No Cry di Bob Marley, I Am That I Am di Peter Tosh, Sunday Bloody Sunday degli U2, Cocaine di Eric Clapton, Hey Joe di Jimi Hendrix, Whatever You Want degli Status Quo, Video Killed The Radio Star dei Buggles, Mystery dei Manhattan Transfer, Because the Night di Patti Smith, Johnny B Goode di Chuck Berry, The Thrill Is Gone di B.B. King, Give Me The Night di George Benson ed All Night Long di Lionel Richie.

Non dimenticando affatto Georgia On My Mind di Ray Charles, What A Wonderful World di Louis Armstrong, It’s My Life dei Talk Talk, The Mass degli Era, Caribbean Blue di Enya, Nothing Compares 2 U di Sinead O’Connor, Le Freak degli Chic, The Passenger di Iggy Pop, Owner of a Lonely Heart degli Yes, Sailing di Rod Stewart, Cryin’ degli Aerosmith, I saved the world today degli Eurythmics, Promises dei Cranberries e The Voice degli Ultravox.

Nè Enola Gay degli OMD, Paranoid dei Black Sabbath, Can The Can di Suzi Quatro, Atomic di Blondie, Trans Europa Express dei Kraftwerk, On the Road Again dei Rockets, Automatic Lover di Dee D. Jackson, Born to be alive di Patrick Hernandez, Lullaby dei Cure, Lost Weekend dei Lloyd Cole And The Commotions, Eye In The Sky degli Alan Parsons Project, Birdland degli Weather Report e Girls Just Want To Have Fun di Cyndi Lauper.

Nè Dancing Queen degli Abba, I Was Made For Lovin’ You dei Kiss, Highway to Hell degli AC/DC, The Trooper degli Iron Maiden, Mr. Crowley di Ozzy Osbourne, Quadrophenia degli Who, Brothers In Arms dei Dire Straits, Flying In a Blue Dream di Joe Satriani, Nothing Else Matters dei Metallica, Tender Surrender di Steve Vai, Nessun Dorma (dalla Turandot di Giacomo Puccini) di Jeff Beck, It’s My Life di Bon Jovi, Under The Bridge degli Red Hot Chili Peppers, Cruise Missile della Steve Morse Band e Smells Like Teen Spirit dei Nirvana!

E nemmeno Joe’s garage di Frank Zappa, One Step Beyond dei Madness, Another Day In Paradise di Phil Collins, Gimme All Your Lovin’ degli ZZ Top, High Hopes di David Gilmour, Rising Force di Yngwie Malmsteen, Tubular Bells di Mike Oldfield, Oxygene di Jean Michel Jarre, Dancing In the Dark di Bruce Springsteen e November Rain dei Guns N’ Roses.

Concludendo qui questa mia rapida e non esaustiva “carrellata di musica internazionale” con Twenty-Nine Dollars di Tom Waits, Only You dei Platters, Sex and Violence degli Exploited, L’héritage des Celtes di Dan Ar Braz ed Alan Stivell, Disorder dei Joy Division, House With No Door dei Van der Graaf Generator, Still Loving You degli Scorpions, Octopus dei Gentle Giant, Kristallnaach dei BAP, I Wanna Dance With Somebody di Whitney Houston, I Will Find You dei Clannad, Respect di Aretha Franklin, Cry Baby di Janis Joplin, Mr Tambourine Man di Bob Dylan, Diamonds and Rust di Joan Baez ed Hey! Oh! Let’s GO!!!!!! dei Ramones.

E, per finire in bellezza, l’immortale ed arcinota Strangers In The Night di Frank Sinatra!

Ciò per citare solo alcuni “Immensi Veri Artisti di fine ‘900” che ancora oggi, nel 2050 ed oltre, con la loro eterna “cultura musicale” mi fanno ancora emozionare quando Io vecchio italo scrittore dissidente controcorrente li ascolto mentre scrivo (ma ce ne sarebbero altri mille da citare…).

Meravigliosa musica degli anni ’70 ed ’80 di fine ‘900 creata dai “Maestri Artisti del Passato” oggi scomparsi, fulgido esempio di “Giganti della Musica” che hanno creato, in tutto il mondo, immortali brani di qualità inossidabile e duraturi nel tempo… altro che la penosa musica d’oggi!

Musica che Noi Generazione Di Fine ‘900, allora giovani, ascoltavamo nel rione Monti di Roma ed in altri bellissimi luoghi d’Italia, sognando di “cambiare il mondo” (ma invece poi il mondo ha cambiato noi…) ed anche a Milano Sud o nelle caserme di Pesaro, Roma Cecchignola e Verona o a Margno in Longo-bardia, viaggiando in pullman o in scalcinate carrozze ferroviarie di seconda classe a scompartimenti separati che allora – oggi non esistono più – collegavano l’Italia di ieri!

Immortale musica leggera che ci ha fatto da sottofondo nella nostra vita quotidiana e ci fa, ci ha fatto e ci farà sempre compagnia ed arte-terapia catartico-apotropaica fino alla fine dei nostri giorni!

T.C. v.s.d.i. del 2050 ed oltre

tc_2050_oltre_logo

Categorie
9 - Per tutto il resto... Blog Comoda-mente

Auguri di Buona Pasqua 2020!

Stan suonando all’impazzata
le campane delle chiese,
è arrivata la cioccolata
a forma di uovo e con sorprese…

…è proprio questo il segnale,
di preparci a festeggiare,
il Giorno di Pasqua che è arrivato,
che sia per tutti pieno di pace, amore e incantato!
🙂

Buona Pasqua a tutti!

Augurissimi!

iStock-535680141-min-e1555797493276

Categorie
2050 Blog Cristiano Torricella

Presentazione dell’entrata in scena di T.C. V.S.D.I. del 2050 ed oltre

Presentazione dell’entrata in scena di T.C. V.S.D.I. del 2050 ed oltre
(a cura di Mister SoleilMarcel666, personaggio fuoriuscito dal romanzo “2050 – d.n.a Milano”)

personaggio torricellaIn teatro si dice: “parlatene male, ma parlatene!” (ma parlarne bene, di Costui, è… impossibile!).
Eccolo avanzare, il terribile vecchietto italo scrittore dissidente del 2050 ed oltre, con passo incerto e stanco, appoggiato al suo bastone, verso questa “sua” rubrica “2050” del blog di Andrea Z Mac.

Istrionico, invadente, paranoico, pedante, ciarliero, egocentrico ed invasato dalle Muse Artistiche!

Con le sue stravaganti manie di grandezza, pre-visioni, paranoie, Grandi Paure, smanie e… manie!

Portando seco un baule zeppo di noiosi ricordi di fine ‘900, lustrini, maschere di scena, costumi, musiche, proverbi, libri, insane e strampalate riflessioni, aneddoti e… “neroniani” drammi moderni!

Narrando ed affabulando l’uditorio con i suoi vecchi soliti melologhi melensi, con i suoi stantii rioni del centro storico di Roma di fine ‘900 e con le sue istrioniche trovate da commediante del 2050.

Non abbiate Paura del futuro, o intelligenti lettori di questa formidabilissima rubrica del blog!

T.C. v.s.d.i. del 2050 ed oltre (personaggio letterario-musical-teatrale) è… con Voi!

Rileggendo in pubblico i suoi innumerevoli testi d’autore, dissertando del più e del meno, citando libri letti, pontificando e narrando nuovamente i ricordi dei suoi tanti viaggi compiuti a Milano, Parma, Piacenza, Fiorenzuola D’Arda, Sanremo, Sestri Levante, Centocroci, Sassone, Nocera Umbra, Pontedilegno, Edolo, Bormio, Bellano, Margno e nei “suoi” cari Castelli Romani, cui è legato quasi come alla “sua Roma di Nerone e di Traiano” (che, anziano, reitera fino alla noia…).

Narrando anche di Orvieto, Castelfusano, Castelporziano, Ostia, Ladispoli, Fregene, Ardea, Nettuno, Sperlonga, Vieste, Rodi Garganico, Oristano, Cabras, Tharros, Olbia, Civitavecchia, Cerveteri, Portoferraio, l’Isola d’Elba, Venezia, Verona, Ravenna, Rimini, Riccione, Bellaria, Igea Marina, Rivabella, Cervia, Ferrara, Mantova, Sirmione, Firenze, Arezzo, Pienza, Siena, Castiglioncello e San Vincenzo, Perugia e Assisi, Castel Gandolfo, Frascati, Squarciarelli, Marino, Genzano di Roma e… Palestrina, (“et assai – tantissimi – d’altri itali ameni loci” – così pare scrivesse a chiare lettere il Poeta, viaggiando in lungo e in largo la bellissima patria Italia…)

Testardo ed irriducibile Vate e vecchio scrittore di Roma del 2050 e dei Castelli Romani, che si ostina ad abitare nell’inquinato centro storico di Roma del 2050, nonostante i disagi dell’Urbe.
In questa Roma del 2050 così inquinata, rumorosa, caotica, sporca e rombante di traffico veicolare.

La “Romaccia” delle banche, delle agenzie e dei negozietti etnici che proliferano ovunque, che hanno preso il posto delle botteghe artigiane romane di fine ‘900 ed oltre, spostatesi in periferia a causa del “caro affitti” dei locali oppure estintesi (per sempre) per mancato ricambio generazionale.

In questa odierna poverissima Roma del 2050 che ha tradito le proprie origini rionali artigianali di fine ‘900 ed oltre (come ampia-mente narrato nel decimo ed ultimo capitolo – intitolato “Milano e Roma… addio!” – del romanzo sperimentale “2050 – DISASTRO NUCLEARE A MILANO”, primo libro della “Trilogia del 2050 ed oltre” di Torricella Cristiano, italo autore di fine ‘900 ed oltre).
Roma megalopoli selvaggia, annerita ed incupita dallo smog e dal traffico veicolare, da cui i romani di fine ‘900 fuggirono decenni fa, migrando verso il litorale di Roma ed i celebri Castelli Romani.

Tragica diaspora dei nati a Roma, impossibilitati ad abitare la loro decadente ed annerita metropoli!

Chi peggio di T.C. v.s.d.i.. del 2050 ed oltre potrebbe narrare del peggioramento e della decadenza etico-morale, sociale, culturale ed economico-ambientale di Roma 2050 e dell’I-taglia del 2050 ed oltre, visto che Lui, “il Vate ed il Sommo Maestro delle Arti e delle Lettere” già ci “vive dentro” nel 2050 e che, dunque, può vedere oltre e più avanti, essendo testimone dei propri tempi storici mentre essi accadono, superando così ogni fallace e riduttiva previsione precedente di fin ‘900, passando dalla Roma di Traiano e di Nerone alla presente e futura Roma del 2050 ed oltre?
Un saluto a tutti i lettori!

Ad… peiora!

MR. SoleilMarcel666 (personaggio tratto da “2050 – d.n.a Milano)

Categorie
7 - Attualità Blog Dal mondo

75 anni: 27 gennaio 1945 – 27 gennaio 2020

27 gennaio, Giornata della Memoria, per non dimenticare.

Giorno-della-Memoria

Categorie
9 - Per tutto il resto... Blog Comoda-mente

Buon Anno Nuovo! Buon 2020!

Tanti Auguri di Buon Anno Nuovo!

Buon 2020 a tutti!

Sarò banale
ma non sapevo come cominciare,
è arrivato il Nuovo Anno!

Buon Anno!
Buon Anno!
Buon Anno!

Continuiamo a banchettare,
abbiamo un giorno in più,
su su!
Tutti a ballare,
brindare,
e soprattutto…festeggiare!

Auguri!

🙂

winnie-2