Solitudine (Poesia)

...le rotelle girano...
alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Messaggio da alanford50 »

Ciao Nill. stavo guardando la frase contenuta nella tua firma,
Tu vedi cose che esistono e ti chiedi:
"Perchè?"
Ma io sogno cose mai esistite e mi chiedo:
"Perchè no?"
G.B.Shaw

e mi sono chiesto come mi ponevo di fronte a queste due affermazioni, e sono giunto a trovarmi in un certo senso a convalidare le due affermazioni, anche io vedo le cose che esistono e mi chiedo perchè e sogno le cose che non trovo tra le cose che esistono, e a forza di ripetermele dentro di me mi sto chiedendo cosa hanno di così strano queste due affermazioni, praticamente nulla, sono di una logicità disarmante, mi chiedo cosa le ha fatte diventare così importanti, il nome di chi le ha esposte? probabilmente è la risposta più logica, quella che probabilmente è la più realistica, nel senso che è ovvio che tutto quello che mi circonda, che esiste mi richiede e provoca domande che abbisognano di una risposta, tutto quello che appartiene alla realtà oggettiva richiede una identificazione ed una esatta collocazione del contesto, quindi la mia domanda nel loro riguardo è d'obbligo.

Più variegata è la constatazione della seconda affermazione, che banalità e senso di povertà mi lascia l'idea di sognare quello che già normalmente e quotidinamente vivo, un doppione, una inutile confusione di spazi e di modalità, è ovvio che nell'universo di libertà che mi mette a disposizione la mia fantasia, e quindi anche il sogno, è giusto che io percorra quello che la realtà oggettiva per i più disparati motivi mi nega, non solo il sogno mi aiuta a separare bene i due mondi, il reale dall'irreale, in modo da non confonderli mai, sarebbe veramente una serie di situazioni insane mischiare le due realtà, io nel sogno posso fare qualsiasi cosa, anche cose che nella vita non farei mai e poi mai e questa consapevolezza fa si che nel reale non entrino mai i fantasmi dei sogni e viceversa.

Quindi le due affermazioni di G.B.Shaw le posso definire persino per certi versi banali, nel senso che perdono quell'aria di parole importanti legate al fatto che sono frasi emesse da un personaggio a cui viene riconosciuto un rango.

Boh, sto diventando banale anche io, quindi nell'affermare che questo mio sfogo non aveva nessuna presunzione di nessun genere se non l'esprimere il mio più banale punto di vista.

Ciaooooo Nill. è sempre un gran piacere leggere le tue espressioni. :ciao:

Avatar utente
rush
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 332
Iscritto il: 17/07/2006, 14:59

Re: Solitudine (Poesia)

Messaggio da rush »

Nilleshna ha scritto:Vi metto una poesia, spero vi piaccia! :ehm:

La pioggia, lenta, scivola sul vetro

e la solitudine m'avvolge serena

- come amante la amo,

come donna dura la penetro,

e come madre tenera la stringo-,

e lei inerme

tra le mie braccia s'arrende.
..... strano che dopo mesi mi riaffacci al forum
posto il mio rapporto con la solitudine nell'altro
thread di Mellon, poi venendo qui mi trovo
davanti la mia fotografia .....

la poesia è fantastica

..... e per il resto ti dico soltanto grazie di cuore

:ehm:
...... dentro di noi
la lotta continua
niente sarà più come prima

Avatar utente
Nilleshna
Grande Mente
Grande Mente
Messaggi: 10330
Iscritto il: 27/03/2008, 20:31

Messaggio da Nilleshna »

Datemi un pochino di tempo e risponderò a tutti!!!
Anche a te Alan, scusatemi ma sono incasinata in questo periodo!!! :wub:
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Avatar utente
Mac La Mente
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 178941
Iscritto il: 12/07/2006, 13:20

Messaggio da Mac La Mente »

Nilleshna ha scritto:Datemi un pochino di tempo e risponderò a tutti!!!
Anche a te Alan, scusatemi ma sono incasinata in questo periodo!!! :wub:
Tranquillissimissima Nill! :hug: :hug:

...non c'è assolutamente fretta e se si ha poco tempo si va davvero di corsa, ti capisco! :(

Spero che il periodo passi presto e ritorni la calma! :k:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Avatar utente
Nilleshna
Grande Mente
Grande Mente
Messaggi: 10330
Iscritto il: 27/03/2008, 20:31

Messaggio da Nilleshna »

Mac La Mente ha scritto:
Nilleshna ha scritto:Datemi un pochino di tempo e risponderò a tutti!!!
Anche a te Alan, scusatemi ma sono incasinata in questo periodo!!! :wub:
Tranquillissimissima Nill! :hug: :hug:

...non c'è assolutamente fretta e se si ha poco tempo si va davvero di corsa, ti capisco! :(

Spero che il periodo passi presto e ritorni la calma! :k:
Grazie!Sei sempre dolcissimo Mac :ehm:
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Avatar utente
Nilleshna
Grande Mente
Grande Mente
Messaggi: 10330
Iscritto il: 27/03/2008, 20:31

Messaggio da Nilleshna »

alanford50 ha scritto:Ciao Nill. stavo guardando la frase contenuta nella tua firma,
Tu vedi cose che esistono e ti chiedi:
"Perchè?"
Ma io sogno cose mai esistite e mi chiedo:
"Perchè no?"
G.B.Shaw

e mi sono chiesto come mi ponevo di fronte a queste due affermazioni, e sono giunto a trovarmi in un certo senso a convalidare le due affermazioni, anche io vedo le cose che esistono e mi chiedo perchè e sogno le cose che non trovo tra le cose che esistono, e a forza di ripetermele dentro di me mi sto chiedendo cosa hanno di così strano queste due affermazioni, praticamente nulla, sono di una logicità disarmante, mi chiedo cosa le ha fatte diventare così importanti, il nome di chi le ha esposte? probabilmente è la risposta più logica, quella che probabilmente è la più realistica, nel senso che è ovvio che tutto quello che mi circonda, che esiste mi richiede e provoca domande che abbisognano di una risposta, tutto quello che appartiene alla realtà oggettiva richiede una identificazione ed una esatta collocazione del contesto, quindi la mia domanda nel loro riguardo è d'obbligo.

Più variegata è la constatazione della seconda affermazione, che banalità e senso di povertà mi lascia l'idea di sognare quello che già normalmente e quotidinamente vivo, un doppione, una inutile confusione di spazi e di modalità, è ovvio che nell'universo di libertà che mi mette a disposizione la mia fantasia, e quindi anche il sogno, è giusto che io percorra quello che la realtà oggettiva per i più disparati motivi mi nega, non solo il sogno mi aiuta a separare bene i due mondi, il reale dall'irreale, in modo da non confonderli mai, sarebbe veramente una serie di situazioni insane mischiare le due realtà, io nel sogno posso fare qualsiasi cosa, anche cose che nella vita non farei mai e poi mai e questa consapevolezza fa si che nel reale non entrino mai i fantasmi dei sogni e viceversa.

Quindi le due affermazioni di G.B.Shaw le posso definire persino per certi versi banali, nel senso che perdono quell'aria di parole importanti legate al fatto che sono frasi emesse da un personaggio a cui viene riconosciuto un rango.

Boh, sto diventando banale anche io, quindi nell'affermare che questo mio sfogo non aveva nessuna presunzione di nessun genere se non l'esprimere il mio più banale punto di vista.

Ciaooooo Nill. è sempre un gran piacere leggere le tue espressioni. :ciao:
Ciao Alan, ho ben compreso quello che vuoi dire almeno credo, spero!
Io in quell'affermazione ci ho visto qualcosa di diverso come una contrapposizione di due pensieri uno reale diciamo e l'altro che ne conosce il reale ma riesce a trascendere e a superare la lievissima barriera che la mente pone.
Io sono un poeta, una scrittrice, per me sinceramente le due realtà non si scindono mai, se cammino per strada per me a volte quella strada diventa la via dei miei personaggi e cammino insieme a loro e ti sto facendo un discorso proprio basato a livello quotidiano, è come se avessi mille identità in mente ma so quale è la mia stessa essenza.
Cosi vedo la gente e mi chiedo perchè pensa cosi, e quella stessa gente poi brama e compie azioni che nel reale potrebbe fare...ma ahimè a volte per viagliccheria a volte per ignoranza non compiono.
Mi scuso per la semplicità della mia spiegazione ma spero di essere stata chiara.
Un'ultima cosa, è vero che a volte queste persone vengono "distorte e trasformate" dallo scrittore, personalmente cerco solo di guardare in quegli spazi dove l'occhio ancora non si è posato.
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Avatar utente
Nilleshna
Grande Mente
Grande Mente
Messaggi: 10330
Iscritto il: 27/03/2008, 20:31

Re: Solitudine (Poesia)

Messaggio da Nilleshna »

rush ha scritto: ..... strano che dopo mesi mi riaffacci al forum
posto il mio rapporto con la solitudine nell'altro
thread di Mellon, poi venendo qui mi trovo
davanti la mia fotografia .....

la poesia è fantastica

..... e per il resto ti dico soltanto grazie di cuore

:ehm:
Sono io che ringrazio te con tutto il cuore per la tua comprensione e le tue parole! :wub:
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Avatar utente
Parimpampú
Piccoli Pensieri
Piccoli Pensieri
Messaggi: 27
Iscritto il: 22/06/2011, 14:50

Re: Solitudine (Poesia)

Messaggio da Parimpampú »

Nilleshna ha scritto:Vi metto una poesia, spero vi piaccia! :ehm:

La pioggia, lenta, scivola sul vetro

e la solitudine m'avvolge serena

- come amante la amo,

come donna dura la penetro,

e come madre tenera la stringo-,

e lei inerme

tra le mie braccia s'arrende.
anche a me é piaciuta tantissimo, e mi ha iniziato a fare apprezzare la solitudine!Anche perché quest'anno che non viene wimdu a trovarmi in estate mi sento un po' sola!!!!ma cercheró delle attivitá

Avatar utente
Parimpampú
Piccoli Pensieri
Piccoli Pensieri
Messaggi: 27
Iscritto il: 22/06/2011, 14:50

Re: Solitudine (Poesia)

Messaggio da Parimpampú »

Parimpampú ha scritto:
Nilleshna ha scritto:Vi metto una poesia, spero vi piaccia! :ehm:

La pioggia, lenta, scivola sul vetro

e la solitudine m'avvolge serena

- come amante la amo,

come donna dura la penetro,

e come madre tenera la stringo-,

e lei inerme

tra le mie braccia s'arrende.
anche a me é piaciuta tantissimo, e mi ha iniziato a fare apprezzare la solitudine!Anche perché quest'anno che non viene a trovarmi in estate mi sento un po' sola!!!!ma cercheró delle attivitá

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite