L'angolo dei pensieri leggeri

...le rotelle girano...
alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

Freddi venti di guerra.

Che strana atmosfera, la sento tangibile intorno a me, non ci posso fare nulla, perchè so che non serve a nulla, quella macchina infernale che ci lega al mondo, con le sue immagini e parole che ingannano il senso, gioia per una colpo ben dato di fioretto o per un risultato raggiunto, mille morti che ci entrano in casa ma che si attraversano l'anima senza fermare il corso degli eventi, una nuova guerra che le immagini non ci sanno dare come tale, a noi è uguale a quella precedente, e sappiamo già che sarà uguale alla prossima che verrà, forse sarà solo un po' più cruenta, a noi resta la giusta gioia che per ora in fondo non ci tocca.

Alanford50

Avatar utente
Mac La Mente
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 178941
Iscritto il: 12/07/2006, 13:20

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da Mac La Mente »

alanford50 ha scritto:Freddi venti di guerra.

Alanford50
Alan, è un bellissimo pensiero quello he hai scritto! :yes:

Il riferimento all'oro vinto alle olimpiadi è chiaro e cristallino, è una vittoria amara dal mio punto di vista alla luce di tutto quello che sta accadendo in quel paese, in quella nazione e che viene quasi messo in secondo piano da un evento che doveva essere evitato perchè privo del vero senso che in realtà dovrebbe trasmettere. (imho)

La guerra ha infinite facce e diverse sfaccettature, una più terribile dell'altra, che ci si ritrova davanti senza riuscire ad agire, contrastare...fermare! :(
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

L'inganno che esiste nella visione della vita e della morte.

Ritengo possibile scrivere della morte perché è l'unica cosa che è uguale per tutti, colpisce tutti nello stesso modo, si palesa a tutti gli esseri viventi in un modo univoco inequivocabile e incontrovertibile, la sensazione che essa ci da pur non conoscendola è uguale per tutti, almeno nel momento del trapasso, ma in fondo non solo, alcuni di noi poveri e meschini esseri umani sono riusciti a crearsi delle aspettative per quel dopo, forse per attribuirgli un senso, forse per dargli una dignità, forse anche solo per la presunzione forse di ingannare quel tempo non comprendendo che abbiamo ingannato in realtà il nostro di tempo, quello vissuto, con la presunzione di avere vissuto un attimo di tempo con un senso e con della dignità, con la grande possibilità di capire solo all'ultimo istante che forse tutto è esattamente il contrario, cioè la morte ci è stata data per donarci e riportarci nuovamente in una dimensione di dignità e di senso.

E' vero quando si afferma che non esiste solo la morte quella vera unica e irripetibile (guarda caso proprio come la vita) esistono tante morti, quella dell'anima, quella dello spirito, quella dei sentimenti, so che l'umanità usa questo nome per dare una definizione a certi stati di animo, a certi momenti in cui la vita sembra non vita, in cui i sentimenti sembrano un non senso quindi una non vita, io no, ho provato molte di queste sensazioni, ma non riesco a chiamarle "morte", perché è sempre controvertibile, esiste sempre una alternativa, almeno una possibilità, questo tipo di pseudo morte vale solo per chi la sente e la prova, ma quasi mai viene riconosciuta dagli altri esseri che ti vivono vicino, non perché non vogliano, ma non sono proprio in grado di riconoscerla, perché mischiata e confusa tra le mille pieghe del vivere quotidiano, quindi quelli che per me sono solamente dei miseri stati d'animo che non sono definitivi, ma unicamente dipendenti dal tipo di persona che siamo e che siamo capaci di essere e di diventare, in questi stati di animo esiste sempre la possibilità di cambiare, di modificarne il percorso fino a sconfiggerli e a modificarli.

L'uomo suo malgrado si perde in quello che io chiamo il grande percorso della vita, che io me lo raffiguro come una eterna strada in pendenza che gira su se stessa in una specie di spirale a chiocciola dove ogni essere umano si trova a camminare nel lungo suo peregrinare della vita, su questa strada l'uomo proverà sulla propria pelle tutti i tipi di sensazioni, scoprirà il dolore (che subdolamente si fa sempre spazio tra i ricordi per annichilirci e spezzarci) e più l'uomo soffre più si ritrova a percorrere questa fantomatica strada, un camminare senza fine verso l'oscuro e verso il basso, e in questo dolore si perderà incapace di reagire, lasciandosi scivolare sempre più giù, avvinghiato dal dolore che lo trascina e lo stordisce e lo confonde, e pensare che la soluzione è lì sempre alla nostra portata, unicamente tra le nostre mani, perché quello che noi viviamo è un'illusione a cui noi attribuiamo il marchio di realtà, forse solo per non ammettere quanto siamo deboli e poco capaci, perché ripeto che la verità è che è estremamente semplice e facile scoprire il trucco, l'inganno, questa misteriosa strada a cui facevo cenno prima è una eterna strada in pendenza che gira su se stessa in una specie di spirale a chiocciola, ma il trucco è banale perché in realtà tanta fatica e dolore costa il lasciarsi andare e vivere verso il basso quanto ne costa risalire e vivere verso l'alto, è un trucco banalissimo ma efficacissimamente vero.

Quindi per me la morte è una sola, la non vita, tutto il resto volere o non volere è vita.

Alanford50

alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

Dov’è finita la nostra essenza.

Dov'è la nostra essenza....spesso mi chiedo se l'abbiamo persa dietro a domande che non hanno ne potranno mai avere risposte o se l'abbiamo persa dietro a certezze che ci negano la speranza.

Alanford50

alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

Onda sinusoide:

Immagine

Universo ciclico e la teoria delle superstringhe

Sulla base dei risultati cui conduce la teoria delle superstringhe sono stati elaborati alcuni nuovi modelli cosmologici uno dei quali prevede l’esistenza di un Universo ciclico senza un inizio nel tempo e senza una fine, in un alternarsi ininterrotto di contrazioni e di espansioni.
http://www.cosediscienza.it/metodo/05_teorie.htm" onclick="window.open(this.href);return false;

STUPENDA MERAVIGLIOSA TEORIA.

Ho dato una lettura veloce all'articolo e mi è subito saltato agli occhi un fatto incredibile, sono anni e anni che ribadisco una mia sensazione basata sul modo di viviere ciclico dell'uomo e della natura in genere, corsi e ricorsi formano una specie di onda sinusoide che condiziona il nostro vivere e soprattutto il nostro progredire o il nostro venire riscucchiati indietro nella storia, come se l'uomo non fosse mai capace di andare realmente avanti, ma dovesse sempre compiere dei movimenti in avanti ed indietro, in alto ed in basso, creando così un reale lentissimo progredire, non solo, questo movimento ciclico storico fa sì che in realta sembri che l'uomo non progredisca mai realmente e che non sappia trarre spinte verso il nuovo dal suo passato e dai suoi errori, tanto da farlo sembrare sempre quasi fermo nel lentissimo scorrere del tempo.

Negli ultimi duecento anni siamo progrediti come mai è successo nella storia conosciuta dell'uomo, ma ciò nonostante sembra che al di la delle scoperte tecnologiche l'uomo non sia stato in grado di stare al passo ed al livello della propria tecnologia, non solo, ci si chiede come hanno fatto e con quale tecnologia gli antichi a costruire opere che persino oggi con la nostra moderna tecnologia faremmo fatica ad eguagliare (mi riferisco per esempio alle piramidi ed alla loro perfettatecnica di costruzione), quindi questa nuova teoria delle stringhe potrebbe dare una spiegazione che ha parvenze logiche quindi plausibili, ossia il tempo è un continuo ripetersi degli stessi eventi, quindi riecco uscire l'onda sinusoide (tanto per facilitare la comprensione del fenomeno, la storia è un continuo ripetersi, a partire dal famoso Big Bang o attimo di inizio di tutte le cose da noi conosciute, questa teoria dice che in realtà non c'è ne è stato un solo ma un continuo ripetersi di Big Bang e relative millenarie evoluzioni fino a tornare alle origini per poi ripetersi e rinnovarsi, questo è il punto focale che mi ha attratto molto dell'articolo.

Alanford50

Avatar utente
Mac La Mente
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 178941
Iscritto il: 12/07/2006, 13:20

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da Mac La Mente »

alanford50 ha scritto:Universo ciclico e la teoria delle superstringhe

STUPENDA MERAVIGLIOSA TEORIA.

Alanford50
Ho letto tutto Alan! L'articolo presente nel link che hai segnalato e il tuo pensiero e non riesco a trovare altra parola che descriva la sensazione che provo in questo momento se non dicendo: sono affascinato! :)

E' tutto molto interessante, alcune parti dell'articolo, l'introduzione di sempre nuove dimensioni oltre a quelle che si riescono a “toccare” (siamo arrivati a concepirne 11, tantissime!), la volontà – meglio sarebbe dire, la ricerca – di unire le due teorie massime in una e la nascita di una nuova teoria (“la madre di tutte le teorie”) è qualcosa che, anche se lontano dai miei studi, mi lascia senza parole! E' qualcosa che anche se difficile da concepire, potrebbe essere vero ed è per questo che considero indispensabile continuare lo studio e non fermarsi mai! :yes:

...tornando al pensiero che hai scritto, al su e giù che l'uomo compie durante la sua storia, a questo ciclo che dopo un po' di tempo si ripete, la penso come te! Non sempre l'uomo riesce ad andare avanti, ad imparare dai suoi errori che si ripresentano puntuali durante la vita e nei quali si ricade con una puntualità e una perfezione che fan quasi paura! :(

Forse è vero che l'uomo non riesce a progredire, ad imparare dal passato e a tal proposito mi viene in mente un pensiero abbastanza triste che riprende l'esempio delle piramidi da te citato...”e se l'apice si sia raggiunto in quel tempo e ora si viva in costante discesa?”...miii, mi rendo conto che siano parole abbastanza tristi e forse negative ma sono nate spontanee... Spero non siano vere, naturalmente...l'unica cosa che si può fare è cercare di andare avanti, in un certo senso di uscire da questo ciclo continuo e da questo schema ripetitivo! Ce la faremo, forse! :)
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

L’esistenza di un Universo ciclico senza un inizio nel tempo e senza una fine, in un alternarsi ininterrotto di contrazioni e di espansioni, può a chi a fede e quindi crede nella presenza e nell'esistenza di Dio, dicevo può far vedere in quell'alternarsi ininterrotto di contrazioni e di espansioni il respiro di Dio.
Una simile teoria, anche per me che sono fermamente non credente, non può che donarmi una stupenda sensazione di grandezza e di bellezza.

alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

L’affanno del vivere.

Tutto mi lascia una sensazione dominante di affanno, come di parole pronunciate od urlate di corsa in faccia alla gente che ti attraversa il cammino, pensieri repressi, esplosi in quella corsa affannosa, l'intenzione di colpire tutti, chiunque si trovi a passare, chiunque colpevole di rappresentare i desideri i sogni e le delusioni represse, come l'esplosione di mille sentimenti che cercano una ragione di espressione nelle prime parole ad uscire, tutti insieme, confusi nella loro logicità, fino a diventare illogici, nella loro fredda verità e realtà, la confusione non ne distoglie il senso, ma lo confonde, troppe cose da dire in così poche parole e in così poco tempo, un pugno, uno schiaffo, una reazione rabbiosa, sicuramente una reazione che non ricerca risposte ma solo il bisogno di concedersi la libertà di essere finalmente espressione del proprio contrito dolore, un'esplosione.

Alanford50

Avatar utente
Celtico
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 107
Iscritto il: 02/10/2007, 22:59

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da Celtico »

Fuggo dalla folla, voglio svuotare la mia mente dal turbinio dei mille
pensieri che affiorano,si espandono, rientrano e si placano come
parti infuocate di magma rossastro nel cratere di un vulcano in attivita'.

Inforco con fretta ansiosa la mia vecchia bici e mi avventuro veloce
in uno stretto sentiero di campagna,precluso ad ogni
automezzo con piu' di due ruote.

Sento svanire pian piano come nebbia al mattino i mille
pensieri che bloccavano il libero scorrere di un unico grande
pensiero:l'ebbrezza del vivere pieno.

Corro fra il verde della campagna, siamo al tramonto di un giorno
autunnale,sento il vento sul viso che raschia ogni cosa di sporco
ed inutile, presagio all'attesa del lungo letargo invernale.

Mi sento leggero ed aereo come foglia portata dal vento,
la sensazione di calma mi assale e mi immergo con volutta'
nell'abbandono piu 'pieno, lontano dalla citta' artificiale con
automi ripetitivi di gesti monotoni.

Sono vivo, riprendo tutto del mio essere e mi abbandono
alla corrente del flusso della vita.

alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

Sono vivo, riprendo tutto del mio essere e mi abbandono
alla corrente del flusso della vita.




Bellissima espressione del ritrovarsi e del risentirsi.

alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

Trenta, quaranta, cinquanta.

A trent'anni per sentirti grande ti crei e gestisci un passato, a quaranta anche se lo hai avuto un passato non ci pensi più e conta moltissimo il presente, dai cinquanta in su non pensi al passato se non con un dolce senso di leggero rimpianto come di un qualcosa troppo lontano nel tempo, sai che c'è stato e che è stato bello, ma è troppo lontano nel tempo, del presente ti interessa unicamente lo star bene con te stesso e soprattutto di stare bene in ogni senso della parola, del futuro non te ne curi tanto, un po' per scaramanzia e un po' perchè non te ne importa, troppo diverso da quello scarso ricordo del tuo passato ormai remoto, ed allora per non alimentare il ricordo che ormai è dolore, meglio lasciare stare il futuro perchè il futuro ed il passato si cercano e si trovano con un lento rincorrersi nel tempo, perché uno avvalla il senso dell’altro, quindi solo il presente ti è di magra consolazione, ma di quello ne sei certo e ne sei ancora padrone.

Alanford50

alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

Un saluto lento, stanco e tardivo.

Quindi nel tirarmi sul il bavero, nel chiudere il colletto per non lasciare il freddo penetrar, nell'accingermi a lasciare codesto angolo felice, dove regna il sorriso ed il sano cazzeggiar, piano piano per non far rumore in silenzio me ne vò, assorto nei miei pensieri, con la speranza che domani mi riporti nuovamente così bei pensieri ed amici che con pazienza mi staranno ad ascoltar, me ne vado quasi senza girarmi indietro a salutare, con solo un gesto repentino di una mano tesa e subito ritirata per timidezza o semplicemente perchè il chissenefrega a quest'ora forse non è sprecato e non è neppur peccato.

Ciao a tutti e grazie.

Alanford50

Avatar utente
Mac La Mente
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 178941
Iscritto il: 12/07/2006, 13:20

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da Mac La Mente »

alanford50 ha scritto:Un saluto lento, stanco e tardivo.

Quindi nel tirarmi sul il bavero, nel chiudere il colletto per non lasciare il freddo penetrar, nell'accingermi a lasciare codesto angolo felice, dove regna il sorriso ed il sano cazzeggiar, piano piano per non far rumore in silenzio me ne vò, assorto nei miei pensieri, con la speranza che domani mi riporti nuovamente così bei pensieri ed amici che con pazienza mi staranno ad ascoltar, me ne vado quasi senza girarmi indietro a salutare, con solo un gesto repentino di una mano tesa e subito ritirata per timidezza o semplicemente perchè il chissenefrega a quest'ora forse non è sprecato e non è neppur peccato.

Ciao a tutti e grazie.

Alanford50
E' stupendo Alan! Bravissimo! :cincin:

...è un saluto con gesti naturali, un saluto che a tratti diventa anche triste perchè si sta lasciando sicuramente qualcosa di bello che comunque ritornerà...domani è un altro giorno e si vedrà! :)

Ehmmm...un solo dubbio Alan, scusami se te lo chiedo, non stai andando via davvero, vero? Non vorrei aver interpretato male il pensiero perchè altre sarebbero le parole da dire, mi dispiacebbe moltissimo non avere più la possibilità di vederti e il piacere di leggerti! :(
Apprezzo tantissimo quello che scrivi! :hug:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

alanford50
Pensieri
Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 20/10/2007, 3:07

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da alanford50 »

Chiarisco subito il dubbio, non ho intenzione di andarmene, era un flash back di una sensazione particolare di un momento. :ciao: ti ringrazio per le belle parole..

Avatar utente
Mac La Mente
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 178941
Iscritto il: 12/07/2006, 13:20

Re: L'angolo dei pensieri leggeri

Messaggio da Mac La Mente »

alanford50 ha scritto:Chiarisco subito il dubbio, non ho intenzione di andarmene, era un flash back di una sensazione particolare di un momento. :ciao: ti ringrazio per le belle parole..
Aaaalan, sono contentissimo di sentirtelo dire! Mi hai fatto spaventare, mannaggia! :hug:

E' stato un dubbio davvero brutto, ma è passato e ora sono felice! :)
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite