Categorie
Blog Comoda-mente

Filastrocca per Halloween

La notte tra il 31 ottobre e il Primo novembre sta arrivando, è la notte di Ognissanti, la notte di Halloween, e anch’io ho voluto dare il mio piccolo contributo, spero originale, scrivendo una filastrocca, una breve rima, a tema!

Filastrocca per Halloween

Guarda là, c’è un gatto nero,
con il pelo tutto in tiro
e lo sguardo un po’ annebbiato
perchè ha visto uno scheletro un po’ impacciato.

Si nasconde dietro al muro
per sentirsi più sicuro,
sente gli sguardi di tutti quanti,
vivi e morti, è Ognissanti!

La notte di Halloween è arrivata
e la strega esce di casa,
prende la scopa e il suo cappello
e si alza in volo come un pipistrello.

Fa un giro di ricognizione
e trova Jack (La lanterna) appoggiato a un lampione,
“Ciao strega! Come va?”
“Tutto bene, un po’ di acciacchi per l’età!”
“Son normali, resta su!
Dov’è il tuo gatto Belzebù?”
“L’ho perso di vista, non saprei,
quando torna sarà nei guai!
Se lo vedi tienilo tu,
vengo a prenderlo alle 6:00 su per giù!”
“Continua pure il tuo giro,
ho giusto visto un bambino
che chiede dolci e caramelle
e che fa scherzi, ne combina delle belle!”

La strega in volo si rialzò
con un balzo e un oibò!

La notte è buia e scura scura,
chi va in giro ha paura,
ci son zombie e fantasmi
per le vie ectoplasmi,,
tutti in festa, tutti quanti,
è la notte di Ognissanti!

Una zucca illuminata
porta a una casa infestata,
angusta, tetra e desolata,
ma che paura! In questa notte è abitata!

Scritto da Mac La Mente

Categorie
Blog Giochi Online

Giochi: Frozen Bubble in versione Halloween

Cominciamo con la segnalazione di un gioco, ovviamente, questa nostra nuova rubrica dedicata allo svago e al divertimento perché non è detto che con il computer bisogni sempre e solo lavorare, è possibile anche divertirsi, giocare, trascorrere un po’ di tempo cimentandosi in piccoli ma simpatici giochi – moderni o un po’ più “antichi” – grazie ai quali si ritorna bambini con sfide avvincenti, da soli o in compagnia, superando e cercando di superare di volta in volta il traguardo raggiunto, il famoso record!

Chi ha frequentato sale giochi da bambino, o le frequenta ancora, ricorderà sicuramente un gioco tanto tanto simpatico quanto complicato e divertente: Frozen Bubble, i pinguini più conosciuti delle console il cui scopo era quello di abbattere sfere dello stesso colore mettendone in riga tre, quattro e più in modo tale che il muro non crescesse più di tanto e non si venisse schiacciati.

La schermata classica del gioco è la seguente:

Ma qui, in occasione dell’arrivo del giorno di Halloween e per entrare in tema proponiamo una versione alternativa dove al posto delle classiche sfere ci sono zucche, teschi, vampiri, zombi e creature mostruose che bisogna eliminare prima che sia troppo tardi.

Il gioco è semplicissimo e lo si può trovare a questo link: Giochi Gratis Online

Una volta caricato, basta premere su Continua e successivamente su Play (in basso a destra sulla schermata) per cominciare a giocare…

La schermata apparirà in questo modo:

Per giocare basta il mouse e un click sul tasto sinistro, oltre che indirizzare la freccia, per lanciare il mostriciattolo di turno e cercare di fare tris con figure uguali.

Unica variante rispetto al gioco originale è che se si abbattono personaggi che a loro volta sono legati ad altri, questi ultimi non vengono eliminati, per farlo bisogna fare accoppiamenti appositi. Lo so, sembra poco chiaro ma se cominciate a giocare capirete quello che intendo dire!

Buona fortuna! 🙂

Scritto da Mac La Mente

Categorie
A tavola! Blog

A tavola! – Fave dei morti

Due anni fa ho inserito nel blog alcuni articoli per ricordare come Halloween non sia una festa inventata negli Stati Uniti e importata da noi grazie al cinema e alla tv. Al contrario, Halloween affonda le radici nei più antichi rituali mediterranei ed europei legati alle celebrazioni per i defunti.
Uno dei tanti e più diffusi esempi di queste tradizioni è quello che troviamo tuttora in uso in tutte le cucine tradizionali del nostro paese: non c’è praticamente regione italiana che non abbia un piatto tipico legato alle antichissime feste dei Morti.
Una di queste tante ricette è quella che propongo qui di seguito, la Fave dei Morti, un dolce tipico della cucina lombarda ma assai diffuso, con piccole varianti negli ingredienti, anche in altre regioni.

Fave dei morti

Ingredienti
300 gr. di mandorle già sgusciate
150 gr. di farina bianca
150 gr. di zucchero
50 gr. di pinoli (facoltativi)
2 uova
1/2 limone
1 cucchiaio di grappa
1 cucchiaino di cannella in polvere

Procedimento
Scottare le mandorle in acqua bollente, pelarle e tritarle in modo grossolano.
Grattugiare la scorza del mezzo limone.
Unire al trito di mandorle la farina, lo zucchero, i pinoli (facoltativi), la scorza di limone grattugiata, il cucchiaio di grappa e il cucchiaino di cannella.
Mescolare bene gli ingredienti e formare un rotolo di pasta dello spessore di circa un dito.
Tagliare il rotolo in pezzetti di pasta lunghi come una fava.
Schiacciare leggermente col pollice il centro di ognuna di queste “fave”.
Sbattere leggermente l’albume dell’uovo e spennellarne le fave.
Foderare una teglia con carta forno (o imburrarla e infarinarla leggermente) e disporvi le fave.
Mettere la teglia in forno alla temperatura di circa 160° e lasciare cuocere per circa 25/30 minuti.

Scritto da Vianne

Categorie
Blog Tempo libero e Hobby

Hobby: Origami – come realizzare una zucca

E’ trascorso già un anno dalla segnalazione del fantasma fatto ad origami e in occasione dell’arrivo della festa di Halloween eccomi qui nuovamente a presentare un altro tipo di decorazione che può rendere più simpatica la nostra casa, un abbellimento particolare perchè non il solito striscione, palloncino ecc… bensì un semplice origami che rappresenta una zucca.

Esistono diversi tipi di realizzazioni, più o meno complesse, per semplicità in questo articolo segnalo il video dell’origami più facile da costruire che grazie a poche pieghe e un pennarello permette di ottiene un risultato ottimo (vedi immagine dell’articolo).

Il foglio base è di colore arancione e le pieghe che vengono utilizzate fanno parte della tradizione degli origami: a monte, a valle, a libro ecc… proprio come spiegato all’interno di questo articolo.

L’arte dell’origami quindi si rinnova sempre e si arricchisce di figure che van bene per i diversi periodi dell’anno, cosa che fa sempre piacere e che diverte, basta avere solo un po’ di pazienza! 😉

Ecco qui il video per realizzare la zucca più semplice:

httpv://www.youtube.com/watch?v=R036HU6Gya4

E per non farci mancare niente, segnalo anche le istruzioni per realizzare una zucca più complessa che a differenza della precedente non necessita dell’utilizzo di un pennarello per disegnare il volto in quanto gli occhi, il naso e la bocca sono inclusi nell’origami stesso.
Quest’ultimo esempio consente di prendere ancor più confidenza con la carta e con questo fantastico mondo.

Realizzare una zucca (istruzioni)

Scritto da Mac La Mente

Categorie
Blog Tempo libero e Hobby

Hobby: Origami – come realizzare un fantasma

In occasione della festa di Halloween sarebbe troppo scontato spiegare come si svuotano le zucche, si intagliano e si preparano per decorare l’ambiente. Avrei potuto farlo benissimo e invece no! Son dispettoso 🙂 e in questo articolo, riprendendo un discorso cominciato tempo fa, voglio segnalare un altro tipo di decorazione, più raffinata e realizzata attraverso gli origami.

Eh sì, perchè gli origami, oltre ad essere una tecnica e un’arte tra le più antiche e ricche di tradizioni, permettono anche di decorare l’ambiete in un modo diverso e, grazie alle varietà di forme che si possono realizzare, più adatto alle varie occasioni.

Durante la festa di Halloween si usa addobbare i negozi con ragnatele, scheletri, zucche e anche fantasmi.
Ognuna di queste figure caratteristiche può essere realizzata in modo più o meno horror, può far spaventare, essere animata e colorata in stile più giocoso oppure più realistico. E in casa? Sarebbe un po’ strano vedere teschi appesi o ragnatele sui muri, anche se sicuramente ci starebbero bene 😉 , ma se ci si vuole divertire e si vogliono creare effetti adatti a stupire chi ci viene a trovare, l’origami è la forma migliore!

Un origami davvero simpatico e neanche troppo complicato da realizzare è il fantasma.

Tutto parte come sempre da un foglio di carta quadrata – forma base per la maggior parte degli origami – per poi proseguire con pieghe a monte, a valle, a fisarmonica o a libro (le quattro pieghe più utlizzate e descritte nel precedente articolo).

Per rendere la spiegazione ancora più chiara inserisco un video che, se seguito passo passo, permette di ottenere il nostro origami di Halloween.
E allora dai, pronti con un foglio di carta e il minuto di tempo necessario per guardare il video e realizzare il fantasma. Brrrrr…che paura! 🙂

httpv://www.youtube.com/watch?v=jjU88Astjds

Scritto da Mac La Mente