Indice

Oggi è 16/10/2018, 2:16
Indice Forum E = m·c² Dalla terra alla luna Nucleare: sì o no?

Nucleare: sì o no?

Il mondo intorno a noi: Ambiente e Astronomia

Messaggio 09/11/2008, 18:53
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 167716
Località: www.libera-mente.net

Ok, a seguito di una notizia che ho appena letto e che è stata pubblicata da Repubblica, ho pensato di aprire questa discussione per conoscere come la pensate su un eventuale passo indietro e sul probabile ritorno di centrali nucleari nella nostra nazione...

Tra un paio di giorni, saranno passati bene vent'anni da quando gli italiani votarono il referendum che caccioro via il nucleare e a distanza di tempo questo tema è comuncue rimasto di grande attualità! :yes:

Nel prossimo post inserisco la notizia accennata in precedenza...prima però faccio una domanda...

Siete favorevoli o contrari al nucleare? Perchè? :)
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero... Immagine
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 09/11/2008, 18:53
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 167716
Località: www.libera-mente.net

...ed ecco qui la notizia...

Sondaggio della Demos nell'anniversario del referendum che lo fermò
Più favorevoli al nord e nel centro-destra. Contrari invece i giovani
Nucleare, gli italiani ci ripensano la maggioranza ora è favorevole.


In questi giorni ricorre l'anniversario dei referendum che, nel 1987, hanno di fatto sancito l'uscita dell'Italia dal gruppo di paesi produttori di energia nucleare. Ventun anni fa, attraverso l'abolizione di tre articoli di legge, il popolo italiano sentenziava il rifiuto alla presenza di centrali nucleari sul territorio nazionale. Il tema, tuttavia, è rimasto nel dibattito pubblico e, anche recentemente, alcuni esponenti politici, tra cui il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il leader dell'Udc Pierferdinando Casini, hanno espresso la volontà di tornare ad investire nella soluzione nucleare. I dati raccolti da Demos nelle scorse settimane mostrano un'opinione pubblica piuttosto
aperta verso l'opzione nucleare, per quanto siano da segnalare importanti distinguo, soprattutto dal punto di vista generazionale e politico.

Nucleare: sì o no? Quanto rilevato nel sondaggio ci mostra una realtà mutata e interessante. I favorevoli alla costruzione di centrali nucleari in Italia sono il 47%, mentre a confermare il rifiuto per l'energia prodotta dalla fissione dell'atomo è il 44%. E' dunque la maggioranza relativa a "ripensare" l'esito del referendum, anche se non possiamo ignorare il 9% che sceglie di non esprimersi.

Spostando l'ipotetica centrale dalla generica nazione alla provincia di residenza del rispondente, le opinioni mutano leggermente verso. I contrari alla costruzione, in questo caso, sono esattamente la metà - il 50% - mentre quanti si dicono comunque "a favore" sono il 41% - con, ancora, un 9% di incerti.

Giovani contro. Se osserviamo i risultati in base alla classe d'età del rispondente, vediamo come siano proprio i più giovani, quanti cioè non hanno preso parte al referendum di oltre vent'anni fa, a esprimere il parere maggiormente negativo. Infatti il dato si alza tra coloro che hanno tra i 25 e i 34 anni (48%) e nella fascia tra i 35 e i 44 anni (dove tocca il 50%). Se invece consideriamo quanti non vogliono la centrale nella propria provincia di residenza, vediamo come siano sempre le generazioni più giovani ad esibire l'opposizione più netta: tra i 15 e i 44 anni, infatti, sono oltre il 54% ad esprimersi negativamente, contro una media del 50%.

Nord e Sud. Il nucleare taglia in due anche la penisola. Se il Nord tende ad essere più favorevole al ritorno al nucleare, il Centro e il Sud mostrano scetticismo. In particolare, è il Nord Ovest a manifestare maggiore apertura, sia per la costruzione di centrali in Italia (54%, +7 punti percentuali rispetto alla media) che nel territorio (46%, +5 punti percentuali). I più scettici sono invece i cittadini del Centro: il 37% accetterebbe la costruzione di una centrale nella propria provincia, mentre è il 43% ad auspicarne la costruzione nella penisola (per entrambi lo scarto rispetto alla media nazionale è negativo di circa quattro punti).

L'ambiente e la politica. Anche la variabile elettorale offre spunti interessanti di riflessione e ci aiuta a comprendere come le posizioni discendano anche - e soprattutto - da ragioni "politiche". La spaccatura tra destra e sinistra, in altre parole, divide anche tra favorevoli e contrari alla costruzione di centrali nucleari. Gli elettori di PdL e Lega Nord, ma anche quelli dell'Udc, si distinguono per il grande favore con cui vedono la costruzione di centrali, sia in Italia che nella realtà locale. Le aree di maggiore scetticismo (o di aperta opposizione) si concentrano invece tra gli elettori del Pd, dell'IdV e, soprattutto, della Sinistra Arcobaleno.

fonte: Repubblica
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero... Immagine
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 10/11/2008, 14:19
bancarella Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 49137
Nucleare no. Perchè la produzione di energia non è così elevata come si vuol far credere.
Sono un Sagittario con quattro zampe, una coda, arco e freccia!

Messaggio 10/11/2008, 19:02
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 167716
Località: www.libera-mente.net

bancarella ha scritto:
Nucleare no. Perchè la produzione di energia non è così elevata come si vuol far credere.
Capito Bancarella! :)

...non considerando l'aspetto che hai messo in evidenza, io porterei il discorso sulla sicurezza, credo sia questa la questione più importante! :yes:

Mi rendo però che comunque è un aspetto difficile da considerare perchè anche se non ci fossero (e per il momento non ci sono) centrali nucleari in Italia...avere paesi confinanti che le hanno, mette a rischio - in caso di incidente - anche noi...non cambia niente! :ouch:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero... Immagine
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 10/11/2008, 20:00
bancarella Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 49137
Un incidente in Francia farebbe finire noi nei guai. :eeek:
Sono un Sagittario con quattro zampe, una coda, arco e freccia!

Messaggio 11/11/2008, 14:04
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 167716
Località: www.libera-mente.net

bancarella ha scritto:
Un incidente in Francia farebbe finire noi nei guai. :eeek:
Questo è poco ma sicuro perchè il disastro sarebbe immenso! :(
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero... Immagine
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 11/11/2008, 16:21
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

Ci devo capire meglio sullo sfruttamento e l'uso di tale energia, i dati che ho trovato finora sono discordanti!
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Messaggio 11/11/2008, 18:50
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 167716
Località: www.libera-mente.net

Nilleshna ha scritto:
Ci devo capire meglio sullo sfruttamento e l'uso di tale energia, i dati che ho trovato finora sono discordanti!
Mi hai incuriosto, Nill! In che senso discordanti? :)

...per quel poco che conosco sull'energia nucleare, so che la quantità prodotta nelle centrali non poi così alta come si vuol far credere e a causa di questo, il fabbisogno presente attualmente non verrebbe soddisfatto nella sua interezza! :yes:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero... Immagine
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 11/11/2008, 19:35
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

Mac La Mente ha scritto:
Nilleshna ha scritto:
Ci devo capire meglio sullo sfruttamento e l'uso di tale energia, i dati che ho trovato finora sono discordanti!
Mi hai incuriosto, Nill! In che senso discordanti? :)

...per quel poco che conosco sull'energia nucleare, so che la quantità prodotta nelle centrali non poi così alta come si vuol far credere e a causa di questo, il fabbisogno presente attualmente non verrebbe soddisfatto nella sua interezza! :yes:

Per le cose che dicono i politici in contrasto appunto al fabbisogno che invece gli scienziati e anche come dici tu non soddisferebbe, intendevo che come sempre dietro ci vedo un giro di soldi per fregare la povera gente!
E danneggiare l'ambiente pensassero a sfruttare l'eolica e la solare sti 'stardi! :dvl:
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Messaggio 11/11/2008, 20:15
bancarella Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 49137
Mac La Mente ha scritto:
...per quel poco che conosco sull'energia nucleare, so che la quantità prodotta nelle centrali non poi così alta come si vuol far credere e a causa di questo, il fabbisogno presente attualmente non verrebbe soddisfatto nella sua interezza! :yes:
Siamo ritornati al discorso energetico. ;)
Sono un Sagittario con quattro zampe, una coda, arco e freccia!

Messaggio 12/11/2008, 12:40
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 167716
Località: www.libera-mente.net

Nilleshna ha scritto:
Per le cose che dicono i politici in contrasto appunto al fabbisogno che invece gli scienziati e anche come dici tu non soddisferebbe, intendevo che come sempre dietro ci vedo un giro di soldi per fregare la povera gente!
E danneggiare l'ambiente pensassero a sfruttare l'eolica e la solare sti 'stardi! :dvl:
Capito Nill! Grazie per avermelo detto! :)

In effetti dietro a questa storia - come accade anche per altre cose - si da più peso al giro di soldi e chi li gestisce che non a chi invece sa e conosce l'argomento...non mi meraviglio di questo, purtroppo è normale anche se brutto! :ouch:

Sono anch'io per le fonti rinnovabili di energia ma non nego che voterei sì al nucleare perchè come ho detto in precedenza, anche se non presente nel nostro paese ma in un paese vicino, in caso di incidente andremo di mezzo anche noi...tanto vale farlo direttamente, o no? :unsure:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero... Immagine
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 12/11/2008, 12:40
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 167716
Località: www.libera-mente.net

bancarella ha scritto:
Siamo ritornati al discorso energetico. ;)
Ehhh si Bancarella! I due aspetti emersi finora viaggiano sullo stesso binario, non si possono dividere! :)
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero... Immagine
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 24/02/2009, 21:04
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 167716
Località: www.libera-mente.net

No, scusate! Sono assolutamente contrario. Non capisco niente di leggi e affini ma il referendum dell' '87 sul nucleare (e i referendum in generale) hanno una data di scadenza? Perchè se così fosse prima di qualsiasi cosa sarebbe giusto chiedere ai cittadini la loro opinione e non firmare accordi. :ouch:

Italia-Francia, accordo sul nucleare
Berlusconi: «Presto avremo le centrali»

A Roma il vertice tra il premier e Sarkozy: intesa per lo sviluppo congiunto delle strutture di nuova generazione

Roma - Italia e Francia unite sul nucleare. Il premier Silvio Berlusconi e il presidente francese Nicolas Sarkozy hanno firmato a Roma l'accordo che vedrà Italia e Francia più vicine nella produzione di energia dall'atomo. L'intesa - raggiunta a Villa Madama al termine del vertice italo-francese - getta le basi per un'ampia collaborazione in tutti settori della filiera, ricerca, produzione e stoccaggio ed è accompagnato da due «memorandum of understanding» tra i due gruppi elettrici Enel ed Edf. Prevista la realizzazione di almeno quattro centrali di terza generazione nel territorio italiano. L'accordo, secondo il premier che si dice molto soddisfatto per aver raggiunto un risultato concreto, «comporta una politica nucleare condivisa, paritetica e di lungo periodo».

«Presto le centrali» - «Dobbiamo svegliarci dal nostro sonno, adeguarci, perché il futuro è nell'energia rinnovabile e nel nucleare - ha detto Berlusconi in conferenza stampa -. Collaboreremo alla realizzazione di altre centrali nucleari in Francia e in altri Paesi e affronteremo la costruzioni di centrali nucleari in Italia, con al nostro fianco la Francia che ci ha messo a disposizione il suo know-how, ciò che ci consentirà di risparmiare diversi anni e iniziare la costruzione delle centrali in un tempo assolutamente contenuto». Il premier ha attaccato la sinistra: «Eravamo protagonisti del nucleare negli anni '70, poi per il fanatismo ideologico di una parte politica abbiamo interrotto la costruzione di due centrali che erano vicine ad essere completate. Ora la Francia con grande generosità apre a noi e ricordiamo che loro hanno la possibilità di produrre l'80% del loro fabbisogno con il nucleare, un'energia pulita in un sistema di sicurezza che consente ai francesi di pagare l'energia che consumano la metà di quanto pagano gli italiani». Soddisfatto anche il presidente francese: «Vogliamo sviluppare l'energia pulita insieme agli italiani. Vogliamo lavorare, e così deve fare l'Europa, per rispettare i propri impegni e sviluppare il nucleare e le energie rinnovabili. Per il 2020 bisognerà sviluppare centrali in maniera massiccia e nessuno deve porre veti».

...continua nel link...

fonte completa: Corriere della sera
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero... Immagine
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 24/02/2009, 21:49
Vianne Avatar utente
Amministratrice
Amministratrice

Messaggi: 80205
Località: The dark side of the moon

Mac La Mente ha scritto:
No, scusate! Sono assolutamente contrario. Non capisco niente di leggi e affini ma il referendum dell' '87 sul nucleare (e i referendum in generale) hanno una data di scadenza? Perchè se così fosse prima di qualsiasi cosa sarebbe giusto chiedere ai cittadini la loro opinione e non firmare accordi. :ouch:

Anch'io mi chiedo che senso abbia fare i referendum se poi i risultati possono essere aggirati in questo modo :dry:

E poi mi sembra assurdo spendere per il nucleare invece che per le energie rinnovabili, molto meno costose, più produttive e infinitamente meno rischiose e dannose
You have to be trusted by the people that you lie to
So that when they turn their backs on you
You'll get the chance to put the knife in

Messaggio 25/02/2009, 2:26
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

Vianne ha scritto:
Mac La Mente ha scritto:
No, scusate! Sono assolutamente contrario. Non capisco niente di leggi e affini ma il referendum dell' '87 sul nucleare (e i referendum in generale) hanno una data di scadenza? Perchè se così fosse prima di qualsiasi cosa sarebbe giusto chiedere ai cittadini la loro opinione e non firmare accordi. :ouch:

Anch'io mi chiedo che senso abbia fare i referendum se poi i risultati possono essere aggirati in questo modo :dry:

E poi mi sembra assurdo spendere per il nucleare invece che per le energie rinnovabili, molto meno costose, più produttive e infinitamente meno rischiose e dannose

Assolutamente d'accordo.
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Prossimo

Indice Forum E = m·c² Dalla terra alla luna Nucleare: sì o no?

cron