Indice

Oggi è 23/09/2019, 2:45
Indice Forum La penna e la tela In Libreria Libri con testo a fronte...

Libri con testo a fronte...

Tra gli scaffali cosa si trova e cosa si legge...

Messaggio 10/10/2008, 11:10
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 172968
Località: www.libera-mente.net

Approfittando di una iniziativa e dell'uscita di diversi volumetti in edicola insieme all'Espresso, iniziativa cominciata da un po' di tempo e attualmente arrivata alla dodicesima uscita, chiamata Short Stories, mi è sembrato giusto aprire un topic dove poter parlare di quei libri che presentano e danno la possibilità di una duplice lettura grazie alla presenza sia del testo originale che di quello tradotto a fronte.

Potrebbe sembrare difficoltoso leggere un testo in lingua originale, ma in realtà non è così...si imparano vocaboli, regole utili, espressioni tipiche del paese di origine e della lingua dell'autore e tanto altro... non solo! Se dovesse capitare l'occasione, queste espressioni potrebbero anche essere utilizzate in futuro. ;)

Naturalmente non esistono solo libri con testo a fronte in inglese-italiano, ma con tutte le altre lingue...ed è questa la cosa che, personalmente, mi affascina di più.

In passato anche i libri che ho letto di Fernando Pessoa – presenti in questo topic - avevano il testo originale in portoghese a fronte. Bellissimo!

Ok, prima di cominciare a raccontare un po' del primo libro appartenente alla mini-biblioteca chiamata Short Stories, sono troppo curioso e comincio con una serie di domande! :)

Vi è mai capitato di leggere libri fatti in questo modo? Come vi sono sembrati? Quale lingua preferite oppure questo è un aspetto secondario?

Dai dai, sono domande semplicissime, giusto il tempo per rispondere! :banana: :banana:


(presto il racconto della storia che ho letto! ;) )
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 10/10/2008, 11:11
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 172968
Località: www.libera-mente.net

...e comincio io! :)

Allora, come già anticipato nel messaggio di apertura, mi è già capitato di leggere dei libri con un testo a fronte e, forse sembra strano, per la maggior parte in portoghese-spagnolo tradotti in italiano.
Li ho trovati molto interessanti, al punto tale da essere più affascinato da questi libri che da quelli con il testo in inglese, il motivo è semplice, banale e magari anche sbagliato...secondo me sono meno diffusi! :)
(...ehmmm...se ho sparato una beeeeep, ditemelo! ;) )

La lingua originale? Mah, in definitiva non ci faccio caso e non ho preferenze, quello che conta è che la storia raccontata sia bella, no? :banana: :banana:

Comunque, per l'inglese-italiano sto recuperando proprio grazie alle Short Stories! :ok:
La prima che racconterò prestissimo è stata scritta da Ernest Hemingway e si chiama: La breve vita felice di Francis Macomber! :)
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 10/10/2008, 15:32
Vianne Avatar utente
Amministratrice
Amministratrice

Messaggi: 83704
Località: The dark side of the moon

Ottimo topic, bravo Mac! :ok:

Io sono una sostenitrice della lettura dei testi, quando possibile, in originale o almeno col testo a fronte. E questo perchè anche nella più ben fatta delle traduzioni qualcosa si perde sempre. Non per demerito del traduttore ma perchè nessuna lingua è mai totalmente riconducibile a e traducibile in un'altra e quindi è inevitabile che in traduzione ci sia sempre qualcosa in meno o qualcosa di comunque diverso dall'originale.
Basti pensare ai giochi di parole, alle frasi fatte, ai modi di dire, ai proverbi. E' impossibile che due lingue abbiano gli stessi doppi sensi o gli stessi proverbi e, inevitabilmente, un traduttore, per renderli, deve trasformarli e alterarli.

La lettura col testo a fronte, proprio per la possibilità di vedere l'originale, consente di cogliere, anche solo a livello intuitivo, quelle sfumature ritmiche e stilistiche che, di solito, sono impossibili da rendere al 100% in traduzione.
Ed è per questo che ritengo fondamentale che almeno la poesia sia sempre accompagnata dal testo a fronte.


Mac La Mente ha scritto:
Vi è mai capitato di leggere libri fatti in questo modo? Come vi sono sembrati? Quale lingua preferite oppure questo è un aspetto secondario?

Sì, mi è capitato spessissimo di leggere i libri con testo a fronte. Lo faccio abitualmente coi volumi di poesia e di teatro(tanto che, quando compro un testo poetico o teatrale, scelgo solo l'edizione con testo a fronte) e cerco di farlo, quando possibile, anche con la prosa.

Per quanto riguarda le lingue, oltre a inglese, francese e russo, mi è capitato di leggere testi con l'originale spagnolo, portoghese, tedesco, polacco, latino e greco antico.
Non ho invece mai letto niente con l'originale cinese o giapponese o arabo o ebraico, perchè, non conoscendone gli alfabeti ed essendo la direzione di scrittura completamente diversa dalla nostra, non riuscirei a seguire in alcun modo l'originale.
Ma chissà, magari una volta o l'altra ci proverò!

Per quanto riguarda le preferenze linguistiche, tra le lingue che non conosco quelle che seguo meglio (anche se questo non vuol dire preferire ;)) e che quindi mi danno anche più "soddisfazione" in originale, sono lo spagnolo e il portoghese.
You have to be trusted by the people that you lie to
So that when they turn their backs on you
You'll get the chance to put the knife in

Messaggio 10/10/2008, 18:04
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 172968
Località: www.libera-mente.net

Vianne ha scritto:
Ottimo topic, bravo Mac! :ok:

La lettura col testo a fronte, proprio per la possibilità di vedere l'originale, consente di cogliere, anche solo a livello intuitivo, quelle sfumature ritmiche e stilistiche che, di solito, sono impossibili da rendere al 100% in traduzione.
Ed è per questo che ritengo fondamentale che almeno la poesia sia sempre accompagnata dal testo a fronte.

Grazie Vianne! Sono contento che ti piaccia il topic! :)

Molto molto interessante quello che hai detto! In effetti i pregi di avere un testo a fronte sono proprio quelli di recuperare, di non perdere nessuna espressione che l'autore ha scritto utilizzando la propria lingua e che per via della traduzione potrebbe verificarsi! :yes:

Non avevo pensato alla poesia! E' verissimo, una traduzione di un testo poetico perde la sonorità originale, il fascino, la cadenza e non rende più al massimo! Acc...forse è il caso in cui la perdita è maggiore! :(
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 10/10/2008, 18:05
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 172968
Località: www.libera-mente.net

Vianne ha scritto:
Per quanto riguarda le lingue, oltre a inglese, francese e russo, mi è capitato di leggere testi con l'originale spagnolo, portoghese, tedesco, polacco, latino e greco antico.
Non ho invece mai letto niente con l'originale cinese o giapponese o arabo o ebraico, perchè, non conoscendone gli alfabeti ed essendo la direzione di scrittura completamente diversa dalla nostra, non riuscirei a seguire in alcun modo l'originale.
Ma chissà, magari una volta o l'altra ci proverò!
Woooooow! Quante lingue Vianne! :banana: :banana:

...mi son fermato solo a tre per il momento! Il greco antico e il latino mi spaventano un po', non li conosco per niente e troverei grandissime difficoltà! Proverò con il tedesco, un pochino di termini ed espressioni le conosco! Mi hai dato un bel suggerimento! Grazie! :)
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 15/10/2008, 22:18
Frankenstein Avatar utente
Pensieri Gold
Pensieri Gold

Messaggi: 3425
Mac La Mente ha scritto:
Vi è mai capitato di leggere libri fatti in questo modo? Come vi sono sembrati? Quale lingua preferite oppure questo è un aspetto secondario?
Prediligo libri scritti e tradotti nella mia lingua. Nonostante questo, in passato mi sono imbattuto in pubblicazioni che riportavano il testo originale a fronte, testo in inglese. Ho notato più completezza nella storia grazie alla possibilità del paragone.

Messaggio 16/10/2008, 11:39
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 172968
Località: www.libera-mente.net

Frankenstein ha scritto:
Prediligo libri scritti e tradotti nella mia lingua. Nonostante questo, in passato mi sono imbattuto in pubblicazioni che riportavano il testo originale a fronte, testo in inglese. Ho notato più completezza nella storia grazie alla possibilità del paragone.
Grazie Frankenstein! :)

...in effetti è vero quello che hai detto, si ha una visione diversa e più completa del testo se c'è la possibilità di avere l'originale sotto gli occhi durante la lettura! :yes:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 17/10/2008, 9:13
Shiny Avatar utente
Pensieri Platinum
Pensieri Platinum

Messaggi: 6214
Adoro i libri fatti così, aiutano a conoscere di più una lingua straniera e in più sono economici, sono due libri in uno!
"Sono le stelle ad essere fatte di carta dorata oppure la carta dorata è fatta di stelle?"
P.L. Travers

Messaggio 17/10/2008, 17:38
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 172968
Località: www.libera-mente.net

Shiny ha scritto:
Adoro i libri fatti così, aiutano a conoscere di più una lingua straniera e in più sono economici, sono due libri in uno!
Sono contento che ti piacciano Shiny! :)

...in effetti è uno dei vantaggi che offrono...permettono di conoscere vocaboli ed espressioni utilizzati nella lingua originale dell'autore! :yes:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 17/10/2008, 17:46
Shiny Avatar utente
Pensieri Platinum
Pensieri Platinum

Messaggi: 6214
Mac La Mente ha scritto:
Shiny ha scritto:
Adoro i libri fatti così, aiutano a conoscere di più una lingua straniera e in più sono economici, sono due libri in uno!
Sono contento che ti piacciano Shiny! :)

...in effetti è uno dei vantaggi che offrono...permettono di conoscere vocaboli ed espressioni utilizzati nella lingua originale dell'autore! :yes:


E i suoni delle parole? Secondo me sono importanti e nella lingua originale è tutta un'altra cosa!
"Sono le stelle ad essere fatte di carta dorata oppure la carta dorata è fatta di stelle?"
P.L. Travers

Messaggio 19/10/2008, 12:02
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 172968
Località: www.libera-mente.net

Shiny ha scritto:
E i suoni delle parole? Secondo me sono importanti e nella lingua originale è tutta un'altra cosa!
Sì, anche i suoni sono importanti, soprattutto - come ha detto Vianne - se si leggono delle poesie...tradotte perdono tanto e anche se rimangono belle, in originale sono fantastiche! :wub:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 21/10/2008, 22:12
Frankenstein Avatar utente
Pensieri Gold
Pensieri Gold

Messaggi: 3425
Un'aggiunta al mio pensiero precedente: le poesie dovrebbero sempre avere il testo a fronte.

Messaggio 22/10/2008, 17:31
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 172968
Località: www.libera-mente.net

Frankenstein ha scritto:
Un'aggiunta al mio pensiero precedente: le poesie dovrebbero sempre avere il testo a fronte.
Sì, sono d'accordo Frankenstein! :yes:

...mi è capitato raramente di trovare libri di poesie così - in realtà non li ho cercarti - ma recupererò presto! :)
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 07/11/2008, 19:11
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 172968
Località: www.libera-mente.net

Eheheheh...pensavate mi fossi dimenticato, vero? Ed invece no, eccomi qui a raccontare un po', non del primo libro che avevo citato, quello di Hemingway, ma del secondo...Il Giorno del Ringraziamento di Truman Capote! :ok:

Inserisco qui questo racconto perchè il libro è uscito con l'iniziativa Short Stories citata in precedenza e ha la caratteristica di avere il testo a fronte! :)

Il primo racconto arriverà prossimamente...

Aaaallora...

La storia racconta di un bambino Buddy, considerato l'alter ego dello scrittore, che si ritrova a dover fare i conti, per la prima volta nella sua vita, con il Male. Il Male è rappresentato da un altro ragazzo, più grande di lui, il dodicenne Odd Henderson, che abita nel suo stesso paese e che si comporta a scuola e fuori con arroganza e prepotenza.
Odd Henderson è il classico bullo, bocciato un anno, che frequenta la stessa classe di Buddy e che ha preso in completa antipatia il protagonista. Buddy è la sua vittima preferita e non riesce a capire il perchè!

I due antagonisti si ritrovano insieme sotto lo stesso tetto il Giorno del Ringraziamento. Il luogo è la casa dove vive Buddy, la casa di zio B. e della sua amica, Miss Sook, una persona che crede ci sia del buono in tutte le persone.
Buddy inizialmente riesce ad evitare l'incontro con Odd ma trovandosi faccia a faccia, quest'ultimo non gli presta attenzione, parla con Miss Sook e nel frattempo ascolta il pianoforte affascinato dalla ragazza che lo sta suonando.

Il nostro protagonista si rifugia nel frattempo nella sua piccola oasi di felicità, un ripostiglio in bagno. Il bagno è frequentato, anche Odd si reca lì e frugando tra gli oggetti nota un antico cammeo che per la signorina Sook ha un valore affettivo grandissimo, se lo mette in tasca e va via. Buddy a questo punto medita se smascherarlo all'istante o aspettare. Preferisce aspettare il momento opportuno, momento che arriva quando tutti sono a tavola.

Grida Buddy accusando Odd di aver rubato ma nessuno gli crede, neanche la sua amica che per dimostrare il contrario, si reca in bagno a controllare e al suo ritorno dice che il cammeo è al suo posto. A questo punto Odd si alza, confessa e si rivolge a Miss Sook con parole benevole “Lei è una brava persona” e va via. Anche Buddy scappa via, triste perchè non capisce il comportamento della sua amica, si rifugia in una capanna vicino alla casa.

Un volta raggiunto da Miss Sook, i due si chiariscono e si giurano eterna amicizia anche se sarà il tempo a non far rispettare questa promessa perchè Miss Sook, essendo più grande di Buddy, morirà prima.

La storia si conclude con un'immagine inaspettata, quella dei tre protagonisti Buddy, Odd e Miss Sook insieme e intenti a trasportare un vaso dal giardino in casa. Solo Odd riuscirà nell'impresa perchè si sente in qualche modo debitore nei confronti della donna.


Di questo racconto è presente anche un articolo sul blog intitolato Libri - Il Giorno del Ringraziamento di Truman Capote (link), mentre qui è possibile leggere l'incipit sia in italiano che in lingua originale! :)
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 10/11/2008, 23:30
Frankenstein Avatar utente
Pensieri Gold
Pensieri Gold

Messaggi: 3425
Entrambe le sonossi le ho trovate ben strutturate.

Prossimo

Indice Forum La penna e la tela In Libreria Libri con testo a fronte...

cron