Indice

Oggi è 09/12/2019, 19:09
Indice Forum Il Pentagramma Artisti Jovanotti - Lorenzo Cherubini

Jovanotti - Lorenzo Cherubini

Topic dedicati agli artisti

Messaggio 08/08/2008, 20:54
Twilight Pensieri Gold
Pensieri Gold

Messaggi: 3838
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279857

Da Il giornale:
titolo: ma la magia di quella canzone è inimitabile


Insomma, eccolo qui il nostro benedetto complesso d’inferiorità. Basta che un giornalista spagnolo sul suo blog (con originalità chiamato «Sesso, droga e rock»), dia credito a una voce che circola da settimane su YouTube che subito qui da noi si grida allo scandalo. Il brano A te di Jovanotti sarebbe una scopiazzatura di La primera persona di Alejandro Sanz, artista spagnolo semi sconosciuto in Italia ma con un grande seguito nei paesi di lingua spagnola. Innanzitutto bisogna ascoltarli, i due brani. E d’accordo: c’è una certa vicinanza strutturale e solo i tecnici potranno decidere se si tratti di una sovrapposizione di almeno otto battute. Ma di sicuro tra i due brani non c’è quella comunione di sensi, quell’identità di emozioni che per la legge rientra necessariamente tra i requisiti per la fattispecie del plagio. In poche parole, le sensazioni che scaturiscono dalle canzoni sembrano diverse e non sovrapponibili. A te è un brano che, per struttura e profondità emotiva, si capisce essere nato di getto sulla base di un’ispirazione fulminea. Certo, come dice anche Ennio Morricone riportato dal bellissimo libro di Michele Bovi Anche Mozart copiava (Auditorium Edizioni), «la musica orecchiabile, proprio perché tale, assomiglia a qualche cosa già scritta, già proposta alla gente». Oltretutto, stiamo parlando di beni, le canzoni, «quae tangi non possunt», che non possono essere toccate e quindi soppesate o marchiate e perciò oggetto di infinite discussioni. Tanto per capirci, gli accordi della famosissima Knockin’ on heaven’s door di Bob Dylan sono un semplice giro di «sol» di cui tutti, anche i principianti, sono a conoscenza. Ma sono gli accenti e il ritmo a rendere originale e inimitabile la canzone. E così sembra valere per A te di Jovanotti, che avrà pure punti di involontario contatto con La primera persona ma, sin dal primo acchito, vive di vita ed emozioni proprie e del tutto identificanti.

(Paolo Giordano)
C'è una crepa in ogni cosa.
E' da lì che entra la luce.

(Leonard Cohen)

Messaggio 11/08/2008, 10:38
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 174099
Località: www.libera-mente.net

Twilight ha scritto:
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279857

Da Il giornale:
titolo: ma la magia di quella canzone è inimitabile
Beh...si! Sono d'accondo con quello che dice il giornalista...basta che si senta una voce in giro e subito si grida allo scandalo, al copiato, al plagio...questo è vero! :yes:

Nel caso di A te, la somiglianza c'è...il mio orecchio non è esperto, non sono sicuro si tratti delle "famose" otto battute per gridare al plagio, ma di un pezzettino è sicuro! Dopotutto (se non sbaglio lo disse lo stesso Morricone citato nell'articolo) le note sono sette e dopo anni è normale che le successioni armoniche si ripetano! :)

Indubbiamente A te - forse perchè capisco meglio le parole - è molto molto densa di significato, è una poesia che arriva dritta al cuore! :love:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 13/09/2008, 18:02
carter Avatar utente
Grandi Pensieri
Grandi Pensieri

Messaggi: 1234
Località: ...new millennium...
secondo me si pone a pieno titolo tra le più belle canzoni d'amore mai scritte...
e non dico che è la più bella solo per non profanare miti del passato...

...e poi ormai le somiglianze ormai si trovano in tutte le canzoni se le si ascolta bene...
d'altronde...le note sono 7...e soprattutto...ormai non si inventa più niente...
:)
...the space between...
...l'intelligenza è invisibile per l'uomo che non ne possiede...

Messaggio 06/01/2010, 19:39
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 174099
Località: www.libera-mente.net

E che ci posso fare...questa canzone che ho riscoperto e ascoltato tante volte oggi mi ha stregato! :wub: :)

Fango - Jovanotti

Io lo so che non sono solo
Anche quando sono solo
Io lo so che non sono solo
Io lo so che non sono solo
Anche quando sono solo
Sotto un cielo di stelle e di satelliti
Tra i colpevoli le vittime e i superstiti
Un cane abbaia alla luna
Un uomo guarda la sua mano
Sembra quella di suo padre quando da bambino
Lo prendeva come niente e lo sollevava su
Era bello il panorama visto dall'alto
Si gettava sulle cose prima del pensiero
La sua mano era piccina ma afferrava il mondo intero
Ora la città è un film straniero senza sottotitoli
Le scale da salire sono scivoli
Scivoli scivoli
Ghiaccio sulle cose
La tele dice che le strade son pericolose
Ma l'unico pericolo che sento veramente
E' quello di non riuscire più a sentire niente
Il profumo dei fiori l'odore della città
Io lo so che non sono solo
Anche quando sono solo
Io lo so che non sono solo
Io lo so che non sono solo
Anche quando sono solo
Sotto un cielo di stelle e di satelliti
Tra i colpevoli le vittime e i superstiti
Un cane abbaia alla luna
Un uomo guarda la sua mano
Sembra quella di suo padre quando da bambino
Lo prendeva come niente e lo sollevava su
Era bello il panorama visto dall'alto
Si gettava sulle cose prima del pensiero
La sua mano era piccina ma afferrava il mondo intero
Ora la città è un film straniero senza sottotitoli
Le scale da salire sono scivoli
Scivoli scivoli
Ghiaccio sulle cose
La tele dice che le strade son pericolose
Ma l'unico pericolo che sento veramente
E' quello di non riuscire più a sentire niente
Il profumo dei fiori l'odore della città
Il suono dei motorini il sapore della pizza
Le lacrime di una mamma le idee di uno studente
gli incroci possibili in una piazza
E stare con le antenne alzate verso il cielo
Io lo so che non sono solo
Io lo so che non sono solo
Anche quando sono solo
Io lo so che non sono solo
E rido
E piango
E mi fondo con il cielo
E con il fango

La città è un film straniero senza sottotitoli
Una pentola che cuoce pezzi di dialoghi
"come stai quanto costa che ore sono che succede
che si dice chi ci crede allora ci si vede"
Ci si sente soli dalla parte del bersaglio
E diventi un appestato quando fai uno sbaglio
Un cartello di sei metri dice
"è tutto intorno a te"
Ma ti guardi intorno e invece non c'è niente
Un mondo vecchio che sta insieme solo grazie
A quelli che
Hanno ancora il coraggio di innamorarsi
E a una musica che pompa sangue nelle vene
E che
Fa venire voglia di svegliarsi e di alzarsi
E di smettere di lamentarsi
E' quello di non riuscire più a sentire niente
Di non riuscire più a sentire niente
Il battito di un cuore dentro al petto
La passione che fa crescere un progetto
L'appetito la sete l'evoluzione in atto
L'energia che si scatena in un contatto
Io lo so che non sono solo
Anche quando sono solo
Io lo so che non sono solo
E rido
E piango
E mi fondo con il cielo
E con il fango
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Precedente

Indice Forum Il Pentagramma Artisti Jovanotti - Lorenzo Cherubini