Indice

Oggi è 28/05/2020, 13:16
Indice Forum Lo Schermo Incantato Cinema Film on line

Film on line

Il mondo del grande schermo

Messaggio 19/05/2008, 14:39
Brillianttrees Avatar utente
Pensieri Silver
Pensieri Silver

Messaggi: 2379
Località: Trancia di Campagna

Immagine


La caduta di un meteorite illumina la notte. In realtà dietro un apparentemente innocuo fenomeno meteorologico si cela una invasione di coloratissimi pagliacci assassini che si nutrono di sangue umano. Una variegata comitiva (una coppietta, un poliziotto e due strambi gelatai) per avere salva la pelle dovrà affrontare i loro letali proiettili al pop-corn e laser allo zucchero filato...

La visione di questa pellicola è obbligatoria per chiunque voglia avvicinarsi al sanguigno e passionale mondo del cinema horror: un genere strisciante che ha ottenuto i migliori risultati ove si sia calato nel ruolo di perturbatore di animi e coscienze fin troppo edulcorate dal sistema mediatico. Certo, il circuito mainstream, soprattutto negli ultimi due decenni, ha corrotto gran parte dell'immaginario orrorifico (un pò come MTV ha fatto con il Rock) attraverso mirate operazioni di chirurgia plastica tese a nascondere quelle "rughe" che sono anima e volto del genere stesso (va da sè che ogni riferimento al presidente del consiglio è puramente casuale...). Fortunatamente il cinema è l'arte della riproducibilità tecnica e per nostra gioia e letizia si possono andare a riscoprire delle vere perle come questo fantasioso e in qualche modo geniale Killer Klowns from Outer Space. Sia chiaro: i fratelli Chiodo, che hanno curato ogni aspetto del film, dalla produzione alla regia, non hanno la fredda lucidità di un Craven, o di Carpenter, o degli altri "teorici" del genere ma del resto (ed è il caso di dire menomale!!!) non hanno nemmeno il loro blasone e le loro pretese economico-culturali.

Killer Klowns è un significativo esempio di artigianato che per qualcuno potrà essere sinonimo di trivialità e scarsa professionalità e invece, secondo il sottoscritto, trasuda da tutti i pori, o meglio, da tutti i grani della pellicola, una smodata passione per il cinema verace, senza restrizioni di sorta.
I Chiodo, gia curatori degli effetti speciali di "Vincent" (1982), cortometraggio d'esordio di Tim Burton, realizzano un film dalle mille invenzioni visive e cromaticamente vivacissimo, vicino ai temi pittorici espressionisti, utilizzando però un'ampia tavolozza basata sui colori primari per una resa delirante e grottesca delle ambientazioni (in particolare l'interno del tendone da circo) e dello spaventoso make-up dei pagliacci assassini.
Una notte di delirio in effetti, è quella che vivono i personaggi del film la cui città viene invasa da clowns extraterrestri che sparano pop-corn e laser che avvolge le vittime in bozzoli rosa di zucchero filato. L'improbabilità e l'inverosimiglianza della sceneggiatura sono in questo senso perfettamente funzionali al contesto in quanto proprio l'idea che dietro una facciata innocua e divertente come quella clownesca si possa celare una forza distruttrice ci permette di leggere il film come un'allegoria del contesto produttivo cinematografico. L'orrore può scaturire ovunque con tutta la sua carica perturbante, anche da una scanzonata produzione da drive-in, perché in fondo Killer Klowns non è altro che questo: divertimento allo stato puro!
Sulle "metallose" note dei Dikies si chiude un film che rimanda a tutta una tradizione di onorevoli mestieranti che hanno saputo ritagliarsi uno spazio nel mondo del cinema e viene da pensare che se in Italia per ogni "autocompiacimentoborghese filomucciniano" ci fossero almeno due o tre piccole produzioni simili a Killer Klowns forse sarebbe meno traumatico sborsare quei "setteeuroecinquantacentesimi" del biglietto...
Gloria e lode alla serie B!

Citazione:

"Perché sparano del pop-corn? - Perchè sono Clowns, ecco perché!"


link

KILLER KLOWNS FROM OUTER SPACE (in lingua originale)
Immagine

Messaggio 19/05/2008, 14:45
Shiny Avatar utente
Pensieri Platinum
Pensieri Platinum

Messaggi: 6214
Che bella idea, Brill! Fa molta paura???
"Sono le stelle ad essere fatte di carta dorata oppure la carta dorata è fatta di stelle?"
P.L. Travers

Messaggio 19/05/2008, 14:58
Brillianttrees Avatar utente
Pensieri Silver
Pensieri Silver

Messaggi: 2379
Località: Trancia di Campagna

Immagine

VAMPYR

In un paese senza nome. Preso alloggio in una locanda, il giovane David Gray riceve nottetempo la visita di un vecchio sconosciuto, che gli consegna un plico con la scritta «da aprirsi dopo la mia morte». In preda alla fascinazione, David si aggira per la campagna. Giunto a una casa apparentemente abbandonata, vede l’ombra di un guardiacaccia separata dal corpo che dovrebbe proiettarla e un uomo nell’atto di porgere una fiala a una vecchia megera. Il giovane giunge al castello del personaggio incontrato nella locanda, assiste alla sua morte e ne conosce le figlie: la giovane Gisèle e Léone afflitta da una malattia che la consuma. David apre il plico e vi trova un antico libro sui vampiri, dove apprende di una vecchia non-morta, Marguerite Chopin che succhia il sangue dalle fanciulle. Léone è vittima di un tale maleficio. Dopo aver riconosciuto nel medico del castello l’uomo che dava la fiala alla vampira, David decide di agire con l’aiuto del domestico. Supera un incubo in cui si vede sepolto vivo, quindi scava nel cimitero e trova il corpo della vecchia. Le trafigge il cuore con un paletto. Il corpo si polverizza e Léone guarisce. Vengono poi annientati i due servi della vampira: mentre il guardiacaccia cade morto, il dottore si rifugia in un mulino e resta soffocato dalla farina. David libera Gisèle, imprigionata dai mostri, e si avvia con lei verso un’alba luminosa.

Liberamente ispirato a "Carmilla" e altre novelle di "In the Glass Darkly" (1872) dell'irlandese Joseph Sheridan Le Fanu. Aiutata da un medico e da due servi, una donna vampiro succhia il sangue alle due giovani figlie di un castellano. Una delle due è liberata dall'incubo per opera di David Gray, giovane viaggiatore di passaggio. Horror onirico, girato in ambienti naturali, affida il suo fascino all'atmosfera (fotografia di Rudolph Maté) e a inquietanti suggestioni più che agli effetti di spavento. Dialoghi ridotti al minimo, efficace mix di rumori. Celebre la sequenza della sepoltura di David Gray (interpretato, sotto lo pseudonimo di J. West, da uno dei produttori, il barone Nicolas de Gunzburg), in soggettiva dalla bara. "... per la sua portata e la sua selvaggia poesia, è un'opera degna di succedere al Nosferatu di Murnau ..." (L. Eisner). Girato muto e poi postsincronizzato in 3 versioni parlate in francese, tedesco e inglese i cui negativi immagine e suono sono andati perduti. Con le copie incomplete della versione tedesca e francese nel 1998, a cura della Stiftung Deutsche Kinamathek e della Cineteca di Bologna, fu realizzata un'edizione tedesca il cui sottotitolo è Der Traum des Allan Grey.



link


VAMPYR di Carl Theodor Dreyer - Film Muto (sottotitoli in inglese)
Immagine

Messaggio 19/05/2008, 14:58
Brillianttrees Avatar utente
Pensieri Silver
Pensieri Silver

Messaggi: 2379
Località: Trancia di Campagna

Shiny ha scritto:
Che bella idea, Brill! Fa molta paura???


No :) :k:
Immagine

Messaggio 19/05/2008, 18:09
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 176505
Località: www.libera-mente.net

Ottima idea Brill! :)

...è davvero una gran bella cosa quella di segnalare interi film che si possono vedere online al computer! Non sapevo che ci fossero Youtube! :yes:

Vaaaaaa bene...non appena ho un po' di tempo, li guarderò sicuramente anche se il genere horror non è proprio il mio preferito...mi fan paura! :ehm:

Non c'è qualche commedia? ;)
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 19/05/2008, 18:50
Nicky Avatar utente
Pensieri Gold
Pensieri Gold

Messaggi: 3628
Località: città eterna

:off: anche a me fanno paura
forse è proprio per colpa di qurl film che DETESTO i pagliacci :wacko: :wacko: :sighsigh: :sighsigh:
Lo so, chiamatemi fifona (guai a voi!) ma io me la faccio proprio sotto:wacko: :wacko: :sighsigh: :sighsigh:
Il primo che mi sfotte si troverà una "sorpresina" nei messaggi privati :hihi: :hihi:
Immagine
Resistere, Resistere RESISTEREEEEEE!!!!!
Immagine Immagine Immagine
La Maga Lupacchiotta! Regalo della mia amica Ale…Immagine

Messaggio 19/05/2008, 19:42
Shiny Avatar utente
Pensieri Platinum
Pensieri Platinum

Messaggi: 6214
Nicky...Mac... :hug:
Pure io sono fifona, mi spavento con "Fracchia contro Dracula", ma alcuni films d'orrore mi attirano, poi magari sto sveglia di notte ma li guardo o per meglio dire, li ascolto!!!
"Sono le stelle ad essere fatte di carta dorata oppure la carta dorata è fatta di stelle?"
P.L. Travers

Messaggio 19/05/2008, 21:54
Chantilly Pensieri Gold
Pensieri Gold

Messaggi: 4924
Località: La Tana dei Weasley
Nicky anch'io non ho molta simpatia per i clown.

Però quel film l'ho visto, e non è spaventoso. C'è anche un giovanissimo George Clooney.
Balleremo fino all'alba canteremo fino al mattino
Qualcuno dirà son fuori ed altri che c'è troppo vino
Ma c'è sangue nelle nostre vene
scorre l'acqua nei nostri fiumi
La rabbia invece quella è tutta chiusa nei nostri pugni (I LUF)

Messaggio 20/05/2008, 10:07
Brillianttrees Avatar utente
Pensieri Silver
Pensieri Silver

Messaggi: 2379
Località: Trancia di Campagna

Chantilly ha scritto:
Nicky anch'io non ho molta simpatia per i clown.

Però quel film l'ho visto, e non è spaventoso. C'è anche un giovanissimo George Clooney.


Ce risemo :dry: :k: :k: :k:

Immagine

Il film propone il mito di Frankenstein in chiave demenziale ponendo al centro degli esperimenti del folle dottor Gangreen (nome che pronunciato in italiano suona come "cancrena") i “pomodori assassini” del titolo. La trama non presenta grandi novità: uno scienziato folle che cerca di conquistare il mondo, un manipolo di eroi sgangherati e un bel pò di "pomodore" pettorute.
De Bello realizza un film a basso budget con un cast modesto (vi recita anche un giovane George Clooney agli esordi della sua carriera cinematografica) in cui gli effetti speciali sono di stampo casalingo ma, nonostante questa penuria di mezzi, a mio avviso, a “Il Ritorno dei Pomodori Assassini” vanno riconosciuti i suoi pregi. Primo fra tutti l’impegno con cui il film è stato girato, sebbene il costo di questa pellicola non abbia niente a che vedere con i capitali a disposizione dei kolossal che l’America ci propina sempre più insistentemente, film che molto spesso deludono sebbene i nomi e le premesse sulla carta facciano presagire scintille. Onore dunque al film di De Bello in cui non mancano situazioni divertenti e trovate innovative, come il modo in cui vengono presentati i prodotti pubblicitari che creano momenti di puro spasso.
Sicuramente lo spettatore non deve aspettarsi molto da questo film se non una pellicola d’intrattenimento godibile dall’inizio alla fine con cui svagarsi senza troppi pensieri.


link

prima parte

seconda parte

terza parte

quarta parte

sesta parte

settima parte

ottava parte

nona parte

decima parte

In attesa della quinta.... :ouch: :ouch: :ouch:
Immagine

Messaggio 20/05/2008, 18:07
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 176505
Località: www.libera-mente.net

Brillianttrees ha scritto:
Il film propone il mito di Frankenstein in chiave demenziale ponendo al centro degli esperimenti del folle dottor Gangreen (nome che pronunciato in italiano suona come "cancrena") i “pomodori assassini” del titolo.

In attesa della quinta.... :ouch: :ouch: :ouch:

Ehehehe...questo sembra simpatico! Dalla locandina i personaggi sono molto bizzarri! :ok:

Grazie Brill! :) ...non ti preoccupare se manca la quinta parte...ci vorrà del tempo affinchè riesca a vedere le prime quattro! :hihi: :prrr:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 14/06/2008, 16:08
Vianne Avatar utente
Amministratrice
Amministratrice

Messaggi: 86214
Località: The dark side of the moon

Ne ho parlato nel topic Memory e ne approfitto per inserire i link per guardare online - in modo assolutamente legale perchè non è più in copyright - il film di Alfred Hitchcock L'uomo che sapeva troppo del 1934.

Prima dei link, posto alcune informazioni generali sul film e ne copio-incollo la scheda di presentazione dal sito italiano dedicato a Alfred Hitchcock.

L'uomo che sapeva troppo
Titolo originale: The Man Who Knew Too Much
Durata: 84'
Genere: spionaggio
Colore: bianco e nero
Produzione: UK, 1934
Lingua originale: inglese

Regia di Alfred Hitchcock
Scritto da: Edwin Greenwood, A.R. Rawlinson, Charles Bennett, D. B. Wyndham-Lewis, Emlyn Williams

Cast:
Leslie Banks
Edna Best .
Peter Lorre
Nova Pilbeam
Pierre Fresnay
Cicely Oates

Sinossi:
Durante una vacanza a St. Mauritz, un inglese viene coinvolto in un gioco spionistico: un francese in punto di morte gli rivela un piano per uccidere un diplomatico straniero e poco dopo qualcuno gli rapisce la figlia perché lui non dica alla polizia ciò che ha saputo. L'uomo risolve la crisi di coscienza, che dapprima lo ha spinto egoisticamente ad anteporre la vita di sua figlia per uno sconosciuto, e negare davanti alla polizia di aver ricevuto alcuna confidenza, e si mette a caccia del nemico, sia pur in condizioni di netta inferiorità. Viene catturato anche lui, ma all'ultimo momento, durante un concerto, l'attentato viene sventato dalla moglie con un urlo, che aiuta poi la polizia ad assediare il covo dei banditi e a liberare gli ostaggi.
C'è chi lo trova addirittura migliore del celebre rifacimento del '56, ma le 2 edizioni sono così diverse (anche nei costi produttivi) che è difficile paragonarle. L'avvio svizzero è un po' slavato, ma a Londra il film prende quota, specialmente nella sequenza dell'Albert Hall. Nel '34 Hitch era un dilettante di talento, nel '56 un rifinito professionista. Ottimo Lorre.

Dal sito Hitchcockmania.it
You have to be trusted by the people that you lie to
So that when they turn their backs on you
You'll get the chance to put the knife in

Messaggio 14/06/2008, 16:09
Vianne Avatar utente
Amministratrice
Amministratrice

Messaggi: 86214
Località: The dark side of the moon


Messaggio 15/06/2008, 17:17
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 176505
Località: www.libera-mente.net

Vianne ha scritto:
Ne ho parlato nel topic Memory e ne approfitto per inserire i link per guardare online - in modo assolutamente legale perchè non è più in copyright - il film di Alfred Hitchcock L'uomo che sapeva troppo del 1934.

Vianne, ti ringrazio per tutte le informazioni ed i link che hai inserito! :)

...cercherò di guardare al più presto questo film! Ho visto la scena citata in "Memory" e mi è piaciuta! Il bianco e nero è fenomenale, l'adoro, e la fine davvero inaspettata! :yes:

Ehmmm...credo di guardare la versione sottointitolata in italiano perchè non mastico tanto l'inglese! :ehm:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 16/06/2008, 10:43
Shiny Avatar utente
Pensieri Platinum
Pensieri Platinum

Messaggi: 6214
Grazie Vianne... :k:
"Sono le stelle ad essere fatte di carta dorata oppure la carta dorata è fatta di stelle?"
P.L. Travers

Messaggio 17/06/2008, 14:40
Vianne Avatar utente
Amministratrice
Amministratrice

Messaggi: 86214
Località: The dark side of the moon

Mac La Mente ha scritto:
Vianne, ti ringrazio per tutte le informazioni ed i link che hai inserito! :)

...cercherò di guardare al più presto questo film! Ho visto la scena citata in "Memory" e mi è piaciuta! Il bianco e nero è fenomenale, l'adoro, e la fine davvero inaspettata! :yes:

Ehmmm...credo di guardare la versione sottointitolata in italiano perchè non mastico tanto l'inglese! :ehm:

Prego, è un piacere condividere questo genere di informazioni, anch'io adoro i film in bianco e nero e... adoro Hitchcock! :banana: :banana: :banana:
You have to be trusted by the people that you lie to
So that when they turn their backs on you
You'll get the chance to put the knife in

Prossimo

Indice Forum Lo Schermo Incantato Cinema Film on line

cron