Indice

Oggi è 28/05/2020, 15:02
Indice Forum Lo Schermo Incantato Cinema Ci hanno lasciati

Ci hanno lasciati

Il mondo del grande schermo

Messaggio 14/10/2008, 12:24
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

Parigi, 13 ottobre 2008 - E' morto all'età di 37 anni Guillaume Depardieu, figlio del famoso attore Gerard. Il decesso è avvenuto all'ospedale Raymond-Poincaré de Garches (Hauts-de-Seine) in seguito a delle complicazione causate da una polmonite. Guillaume Depardieu era stato ricoverato la notte tra domenica e lunedì nel reparto rianimazione del nosocomio.

Vittima di un brutto incidente in motocicletta nel 1995 - una valigia cadde dal bagagliaio della macchina che lo precedeva - Guillaume riportò una brutta ferita al ginocchio che nel corso degli anni gli procurò un'infezione.


Nel 2003, dopo il fallimento di svariate terapie antibiotiche, fu costretto a subire l'amputazione della gamba. Successivamente diede vita alla "Fondazione Guillaume Depardieu" che si batte per il riconoscimento dei danni, morali e fisici, causati da infezioni ospedaliere.


Sempre nel 2003 venne condannato a 9 mesi di prigione con la condizionale e a pagare una multa di novemila dollari per aver minacciato un uomo con una pistola a Trouville in Francia. Lo scorso giugno era stato condannato a due mesi di prigione per guida in stato di ebbrezza.


Figlio dell'attore Gérard Depardieu e dell'attrice Elisabeth Depardieu, aveva una sorella, anche lei attrice, Julie Depardieu, e un fratellastro, Roxane Depardieu. Era separato dalla moglie con cui aveva avuto una bimba, Louise, di 7 anni.


Figlio d'arte, il debutto sul grande schermo arrivò prestissimo, quando Guillaume aveva solo 3 anni. Nel corso della sua carriera ha recitato in molti film francesi, in alcuni al fianco del padre, come "Tutte le mattine del mondo" e la miniserie "I miserabili".
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Messaggio 14/10/2008, 17:47
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 176505
Località: www.libera-mente.net

Nilleshna ha scritto:
Parigi, 13 ottobre 2008 - E' morto all'età di 37 anni Guillaume Depardieu, figlio del famoso attore Gerard.
Mi dispiace per la scomparsa di Guillaume, ma devo confessare di non conoscerlo molto bene...anzi, direi che non l'ho mai sentito nominare! :sorry:

Dalle informazioni riportate nella notizia, era una persona abbastanza "vivace"...
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 17/07/2009, 13:09
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

Si è spenta a Roma l'attrice Francesca Romana Coluzzi, celebre per aver interpretato ruoli secondari, ma di rilievo, in commedie all'italiana degli anni '70, tra cui Serafino di Pietro Germi, Venga a prendere il caffé da noi e numerosi titoli del filone sexy, tra cui il cult Giovannona Coscialunga disonorata con onore, La compagna di banco e Bollenti spiriti. Coluzzi - così era chiamata da tutti, persino in famiglia - era nata 66 anni fa a Tirana in Albania e nel 1985 aveva fondato nella Capitale un laboratorio teatrale che successivamente ha preso il nome di Associazione Culturale Minestrone d'Arte.
La sua ultima apparizione al cinema risale a dieci anni fa, con La via degli angeli di Pupi Avati, mentre per il piccolo schermo aveva interpretato la preside in alcuni episodi della fortunata serie Provaci ancora Prof!.

Fonte
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Messaggio 17/07/2009, 13:13
bancarella Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 51204
:fiore:
Sono un Sagittario con quattro zampe, una coda, arco e freccia!

Messaggio 18/07/2009, 11:50
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 176505
Località: www.libera-mente.net

Ehmmm...non me la ricordo tanto bene ma mi dispiace moltissimo che sia morta! :( :(
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 24/07/2009, 12:47
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

WASHINGTON, 23 luglio 2009 - Si è spenta a 92 anni, in una casa di cura di Santa Monica, in California, Brenda Joyce, l’attrice nota al grande pubblico per aver vestito i panni di Jane, la fidanzata di Tarzan, in cinque film della celebre saga.


Joyce, il cui vero nome e’ Betty Leabo, è morta il 4 luglio di polmonite, ma la notizia e’ stata diffusa solo oggi.

Era un'attrice notissima negli anni '40: dopo una dozzina di film, prese il posto dell’attrice Maureen O’Sullivan per dare il volto al personaggio di Jane nel primo dei film in cui a dare il volto a Tarzan era Johnny Weissmuller.
Fu un successo internazionale.


Lavorò nel cinema fino al 1949, poi scelse di dedicare la sua vita agli altri, lavorando nel settore dell’immigrazione.

Fonte

Da piccola ogni tanto vedevo le repliche...un fiore... :fiore:
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Messaggio 25/07/2009, 11:16
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 176505
Località: www.libera-mente.net

Nilleshna ha scritto:
Da piccola ogni tanto vedevo le repliche...un fiore... :fiore:
Anch'io! Il primo Tarzan che ricordo! Mi dispiace moltissimo che non ci sia più! :fiore: :( :fiore:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 29/07/2009, 13:10
bancarella Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 51204
Leggo ora. Un ricordo. :fiore:
Sono un Sagittario con quattro zampe, una coda, arco e freccia!

Messaggio 01/08/2009, 0:57
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

Si è spento a Roma l'attore e doppiatore Renato Izzo, capostipite di una delle dinastie di attori e doppiatori più celebri in italia, e voce italiana di Alain Delon, Gregory Peck e Paul Newman. Insieme a sua moglie Liliana - con la quale era sposato da 56 anni - Izzo aveva fondato la Pumais, una delle società di doppiaggio più conosciute nel nostro Paese. Era il padre di Simona, Rossella, Fiamma e Giuppy Izzo.

Oltre ad aver recitato in alcune pellicole, tra gli anni '50 e '60, Izzo era stato anche sceneggiatore di film come L'ultimo treno della notte, del 1975. Dieci anni fa aveva fatto la sua ultima apparizione davanti alla macchina da presa, per il film televisivo I giudici - Vittime eccellenti, in cui aveva interpretato il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso dalla mafia nel 1982.

Fonte
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Messaggio 01/08/2009, 10:47
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 176505
Località: www.libera-mente.net

Acc! Mi dispiace moltissimo, non lo conoscevo fisicamente ma la sua voce la ricordo ed era bellissima! Un fiore e un pesiero per lui! :fiore: :fiore:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 01/08/2009, 13:18
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

Un fiore...si la voce era davvero bella!
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Messaggio 02/08/2009, 13:13
bancarella Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 51204
Un ricordo. :fiore:
Sono un Sagittario con quattro zampe, una coda, arco e freccia!

Messaggio 07/08/2009, 12:58
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

Il regista e sceneggiatore John Hughes, simbolo indiscusso delle commedie anni '80 come Un compleanno da ricordare - Sixteen Candles, Bella in rosa e Breakfast Club si è spento improvvisamente a New York a causa di un attacco cardiaco. Hughes, che aveva 59 anni, aveva iniziato a lavorare verso la fine degli anni '70 come sceneggiatore per il serial televisivo Delta House, quindi per pellicole come Mister Mamma e Riunione di classe. Nell'84 aveva debuttato dietro la macchina da presa con Sixteen Candles, il primo di una manciata di film girati nell'arco di pochi anni, che vedeva protagonista una giovane Molly Ringwald nei panni di una sedicenne alle prese con un compleanno davvero indimenticabile. A questo film ne seguirono altri, alcuni dei quali divennero quasi subito dei classici di quel decennio, come The Breakfast Club, anche questo interpretato dalla Ringwald con Emilio Estevez, quindi Un biglietto in due, La donna esplosiva - nel quale la protagonista era la splendida Kelly LeBrock, allora popolarissima grazie al suo ruolo ne La signora in rosso - Io e zio Buck e l'ultimo, Una tenera canaglia.

Dall'inizio degli anni '90, Hughes aveva smesso improvvisamente di dirigere film, e si era dedicato unicamente alla produzione e alla sceneggiatura. Tra le altre cose aveva firmato gli script di Mamma, ho perso l'aereo, Beethoven, e Un amore a 5 stelle, scritto con lo pseudonimo di Edmond Dantes. L'ultima sceneggiatura da lui curata, sempre con lo pseudonimo di Dantes, è quella di Drillbit Taylor - Bodyguard in saldo, una commedia interpretata da Owen Wilson.

Fonte
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Messaggio 10/08/2009, 11:07
Mac La Mente Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Messaggi: 176505
Località: www.libera-mente.net

Lo ricordo per altri film! Mi dispiace molto che sia scomparso...un bravo regista! :fiore:
...la testa è rotonda per permettere al pensiero di cambiare direzione!...
...le pagine di questo "libro" vengono scritte ogni giorno...da tutti noi!
...perchè pensare non è reato! Regalami un pensiero...
un anziano che muore è una biblioteca che brucia

Messaggio 16/08/2009, 13:11
Nilleshna Avatar utente
Grande Mente
Grande Mente

Messaggi: 10330

Los Angeles, 14 agosto 2009 - E' morto all'età di 71 anni John Quade, attore e caratterista statunitense specializzato in ruoli di 'cattivo', di duro, noto soprattutto per le sue interpretazioni in alcune pellicole di Clint Eastwood. La morte, secondo quanto riportato dal Los Angeles Times, è avvenuta nel sonno domenica scorsa nella sua casa di Rosamond, in California, dove l’attore viveva insieme alla moglie Gwen Saunders.


Nato a Kansas City il primo aprile del 1938, Quade esordì nel cinema e in televisione alla fine degli anni ‘60, dopo aver lavorato per alcuni anni come ingegnere aerospaziale. La sua inconfondibile espressione da "cattivo" gli assicurò in breve tempo diversi ruoli in alcuni film importanti, come "Papillon", in cui recitò al fianco di Steve McQueen e Dustin Hoffman, e "La stangata", con Paul Newman e Robert Redford.


La sua notorietà è legata soprattutto al personaggio di Chola, il leader di una gang di motociclisti interpretato in "Filo da torcece", film di Eastwood del 1978 che ebbe gran successo negli Stati Uniti.


Sotto la direzione di Eastwood, Quade recitò anche nei film "Lo straniero senza nome", "Il texano dagli occhi di ghiaccio" e "Fai come ti pare". Grande successo ebbero anche le sue interpretazioni in alcune serie televisive, come "Roots", "Lucky Luke" "Flatbush".

Fonte
Per aspera sic itur ad astra

Jane Eyre\ Charlotte Brontë “Oltre questo mondo,
oltre la razza degli uomini,
esiste un mondo invisibile e un regno degli spiriti.
Quel mondo ci circonda ed è dappertutto;
e quegli spiriti ci vegliano, perché hanno l’incarico di custodirci…”

Immagine

Prossimo

Indice Forum Lo Schermo Incantato Cinema Ci hanno lasciati

cron