Riciclare un cd/dvd e trasformarlo in un orologio

(1 commento) | Commenta | Inserito il nov 24, 2012 in Blog, Dalla terra alla luna, Tempo libero e Hobby

Piccola premessa: questo articolo nasce grazie alla segnalazione da parte di un’amica del sito Greenme.it dove sono contenute tante e interessanti idee su come riciclare oggetti spesso presenti in casa e pronti per finire nella raccolta differenziata.

Greenme.it è un contenitore di idee e siccome a me piace sperimentare e mettermi alla prova, eccomi qui a raccontare ciò che ho realizzato da un cd che ormai ha fatto il suo tempo e che stavo per buttare, ora non più! ;)

Ho realizzato un simpatico orologio utilizzando il cd e l’ho anche personalizzato con una immagine che mi piace.

Il procedimento che spiegherò qui di seguito è un po’ più “laborioso” perchè ho scelto di farlo in questo modo ma si può semplificare e abbassare così la spesa complessiva che in ogni caso è contenuta.

 

Materiale e costo

- 1 cd/dvd da buttare – gratis
- 1 un’immagine (da stampare o da riciclare a sua volta)
- 1 foglio di cartoncino A4 – 0,20 €/cent
- 1 foglio trasparente A4 – 0,20 €/cent
- 1 meccanismo per orologi con relative lancette – da 3,00 € a 4,50 €
- 1 batteria stilo
- barattolo di colla
- taglierino e forbici

Totale costo: meno di 5,00 €
Tempo stimato: 5 ore (la colla si deve asciugare!)

 

Procedimento di realizzazione

- Stampare l’immagine scelta su un foglio di carta (personalmente per dare un po’ più di lucidità ho utilizzato un foglio di carta fotografica ed eseguito la stampa ad alta risoluzione ma va bene qualunque altro modo)
- Ritagliare il foglio di cartoncino e il foglio trasparente in due parti
- Incollare metà foglio di cartoncino e metà foglio trasparente su una faccia del cd – questo sarà il retro del nostro orologio
- Incollare metà foglio di cartoncino, l’immagine scelta per lo sfondo dell’orologio e metà foglio trasparente sulla seconda faccia del cd – questo sarà il fronte del nostro orologio
- Aspettare che la colla si asciughi completamente
- Forare e ritagliare il tutto seguendo la forma del cd.

Nota: Attenzione a riprodurre anche il foro centrale del cd su tutte le facciate, è lì che verrà inserito il meccanismo per le lancette.

- Assemblare il meccanismo dell’orologio

Ed il gioco è fatto!

Semplice, vero? Se qualche passaggio sembra “oscuro” qui di seguito inserisco delle immagini che spero possano aiutare e chiarire meglio il procedimento.

Ogni immagine è cliccabile e può essere ingrandita.

 

 

Risultato finale

 

 

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , ,

 

Pentagramma – Ghost Trees Where… Disappear dei JoyCut

(0 commenti) | Commenta | Inserito il giu 5, 2009 in Artisti, Blog, La musica del tempo

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente e riprendendo il discorso cominciato nell’articolo precedente sul il riciclaggio e i diversi modi e vantaggi offerti da questa “tecnica”, voglio segnalare l’ultimo numero di XL-La Repubblica che contiene in allegato senza sovrapprezzo (solo 2,50 euro) un EP con alcune anteprime dell’ultimo album dei JoyCut intitolato Ghost Trees Where… Disappear.

Perchè segnalo questa uscita e cosa c’entra con la Giornata Mondiale dell’Ambiente? La risposta è semplice. Riciclaggio e musica non sono due cose distinte, possono coesistere e fondersi e loro, i Joycut, mi hanno colpito non solo dal punto di vista musicale ma anche per il loro spirito ecologista.

Il loro album infatti fa parte di una campagna di sensibilizzazione per il rispetto dell’ambiente – chiamata La foresta degli alberi fantasma – ed è realizzato con prodotti riciclabili: l’inchiostro con cui è stampata la copertina, la carta e anche il “famoso” cellophane protettivo è biodegradabile, e all’interno del giornale sono riportate le istruzioni per non disperdere inutilmente il materiale ma riciclarlo.

Le premesse dunque sono più che interessanti e se a questo uniamo anche la musica – cinque brani che si ascoltano con piacere, che risultano ben arrangiati sia come musiche che come testi (i JoyCut in questo album cantano in inglese) – direi che è un buon acquisto. Insomma per 2,5 euro ci si porta a casa della buona musica, un messaggio di sensibilizzazione ambientale e la dimostrazione concreta su come si possano realizzare dei cd con materiali reciclabili e facilmente smaltibili!

Nell’album è contenuta anche una traccia multimediale: Mr. Man. Il video è stupendo, realizzato a cartone animato e ha come protagonista Mr. Man, un personaggio disegnato da Sergio Algorizzo seguendo le indicazioni del gruppo. Mentre scorre la musica, nel video appaiono immagini con dialoghi in inglese, dialoghi e illustrazioni che invece sul numero di XL-La Repubblica (da pagina 154 a pagina 156) sono tradotti in italiano.

Prima di concludere, qualche piccola informazione sui JoyCut: il gruppo è costituito da un quartetto formato da chitarra e voce, tastiera, basso e batteria.
I JoyCut esiste dal 2001 e con Ghost Trees Where… Disappear sono arrivati alla pubblicazione del terzo album. Fanno un genere molto vicino al pop-rock e la loro musica è caratterizzata dalla presenza di arrangiamenti elettronici.
Alcune traccie del nuovo album sono ascoltabili sul Myspace ufficiale del gruppo a questo indirizzo.

Non mi resta che dire: “Salviamo Mr. Man!” Perchè? Perchè Mr. Man – come descritto nella presentazione sul giornale – “incarna la sensibilità umana perduta. Attraverso la musica possiamo dimostrare che tutto è possibile.” “Mr. Man non è un alieno. Mr. Man siete voi.” e insieme, nel nostro piccolo, possiamo davvero salvare il pianeta su cui viviamo.

I JoyCut sono:

Pasquale Pezzillo – voce e chitarra
Gaetano Caggiano – tastiere
Antonello Mauro – basso
Simon Laurenzana – batteria

Tracklist dell’EP:

1 – Apple
2 – Liquid
3 – Deus
4 – Ttg
5 – W4u
6 – Traccia video Mr. Man

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , ,