Pentagramma – Ghost Trees Where… Disappear dei JoyCut

(0 commenti) | Commenta | Inserito il giu 5, 2009 in Artisti, Blog, La musica del tempo

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente e riprendendo il discorso cominciato nell’articolo precedente sul il riciclaggio e i diversi modi e vantaggi offerti da questa “tecnica”, voglio segnalare l’ultimo numero di XL-La Repubblica che contiene in allegato senza sovrapprezzo (solo 2,50 euro) un EP con alcune anteprime dell’ultimo album dei JoyCut intitolato Ghost Trees Where… Disappear.

Perchè segnalo questa uscita e cosa c’entra con la Giornata Mondiale dell’Ambiente? La risposta è semplice. Riciclaggio e musica non sono due cose distinte, possono coesistere e fondersi e loro, i Joycut, mi hanno colpito non solo dal punto di vista musicale ma anche per il loro spirito ecologista.

Il loro album infatti fa parte di una campagna di sensibilizzazione per il rispetto dell’ambiente – chiamata La foresta degli alberi fantasma – ed è realizzato con prodotti riciclabili: l’inchiostro con cui è stampata la copertina, la carta e anche il “famoso” cellophane protettivo è biodegradabile, e all’interno del giornale sono riportate le istruzioni per non disperdere inutilmente il materiale ma riciclarlo.

Le premesse dunque sono più che interessanti e se a questo uniamo anche la musica – cinque brani che si ascoltano con piacere, che risultano ben arrangiati sia come musiche che come testi (i JoyCut in questo album cantano in inglese) – direi che è un buon acquisto. Insomma per 2,5 euro ci si porta a casa della buona musica, un messaggio di sensibilizzazione ambientale e la dimostrazione concreta su come si possano realizzare dei cd con materiali reciclabili e facilmente smaltibili!

Nell’album è contenuta anche una traccia multimediale: Mr. Man. Il video è stupendo, realizzato a cartone animato e ha come protagonista Mr. Man, un personaggio disegnato da Sergio Algorizzo seguendo le indicazioni del gruppo. Mentre scorre la musica, nel video appaiono immagini con dialoghi in inglese, dialoghi e illustrazioni che invece sul numero di XL-La Repubblica (da pagina 154 a pagina 156) sono tradotti in italiano.

Prima di concludere, qualche piccola informazione sui JoyCut: il gruppo è costituito da un quartetto formato da chitarra e voce, tastiera, basso e batteria.
I JoyCut esiste dal 2001 e con Ghost Trees Where… Disappear sono arrivati alla pubblicazione del terzo album. Fanno un genere molto vicino al pop-rock e la loro musica è caratterizzata dalla presenza di arrangiamenti elettronici.
Alcune traccie del nuovo album sono ascoltabili sul Myspace ufficiale del gruppo a questo indirizzo.

Non mi resta che dire: “Salviamo Mr. Man!” Perchè? Perchè Mr. Man – come descritto nella presentazione sul giornale – “incarna la sensibilità umana perduta. Attraverso la musica possiamo dimostrare che tutto è possibile.” “Mr. Man non è un alieno. Mr. Man siete voi.” e insieme, nel nostro piccolo, possiamo davvero salvare il pianeta su cui viviamo.

I JoyCut sono:

Pasquale Pezzillo – voce e chitarra
Gaetano Caggiano – tastiere
Antonello Mauro – basso
Simon Laurenzana – batteria

Tracklist dell’EP:

1 – Apple
2 – Liquid
3 – Deus
4 – Ttg
5 – W4u
6 – Traccia video Mr. Man

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , ,

 

5 giugno 2009 – Giornata Mondiale dell'Ambiente

(1 commento) | Commenta | Inserito il giu 4, 2009 in Blog, Dalla terra alla luna

Ritorna anche quest’anno, il 5 giugno, la Giornata Mondiale dell’Ambiente.
Istituita durante la Conferenza di Stoccolma del 1972, all’interno della quale prese forma il Programma Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP), la giornata è tra le iniziative più importanti a livello mondiale per la promozione e la sensibilizzazione dell’attenzione, non solo delle popolazioni ma anche delle parti politiche, sull’ambiente e sui cambiamenti climatici che in questi anni si stanno verificando sempre più spesso.

Dal 1972 ad oggi ogni anno viene scelto uno Stato diverso come sede delle celebrazioni: quest’anno tocca al Messico ospitare l’evento.
Inoltre, pur conservando il suo significato originale, ogni anno viene dedicato a un tema specifico sintetizzato in uno slogan. Per il 2009 il motto scelto è: “Il vostro pianeta ha bisogno di voi, uniti per combattere il cambiamento climatico” (Your planet needs You, Unite to combat climate change).
Inoltre quest’anno la Giornata Mondiale lancia la campagna per la piantumazione di nuovi alberi in sostituzione di quelli abbattuti.

Ma oltre a queste varianti celebrative lanciate in occasione della singola giornata, l’aspetto più importante e che coinvolge più da vicino tutti perchè richiede un impegno costante e quotidiano e duraturo nel tempo, è quello che riguarda il riciclaggio. Il riciclaggio non ha scadenza e anche se sembra una “strada” dura e tortuosa è solo grazie ad esso si può migliorare la situazione ambientale: per farlo basta davvero poco, basta quel minimo di attenzione quotidiana a non mescolare carta con plastica e con vetro, umido con secco, medicinali scaduti con batterie alcaline. E’ grazie dal riciclaggio che si possono salvare gli alberi – importantissimi perché produttori d’ossigeno – e non inquinare il mare, l’aria e la terra.

La Giornata Internazionale dell’Ambiente viene celebrata in tanti e diversi modi così da raggiungere quante più persone possibile: conferenze, manifestazioni in strada, concerti, proiezioni di documentari, parate in bicicletta, mostre fotografiche ecc. Lo scopo primario naturalmente è sensibilizzare e ricordare che ognuno di noi, nel suo piccolo, può fare qualcosa per salvare il pianeta.

Per quanto riguarda l’Italia ci sono tante iniziative organizzate sia a livello locale che regionale, ricordo per esempio che all’Accademia Nazionale dei Lincei (Roma) si parlerà della gestione dei rifiuti in Italia e che in varie oasi nazionali in tutta Italia si organizzeranno incontri e percorsi di sensibilitazzione.

Inoltre anche tutte le principali tv nazionali dedicheranno spazi e programmi alla celebrazioni della giornata. La Rai trasmetterà, a partire dalle 23.30, una serie di episodi dedicati a come la natura abbia modellato il paesaggio. Su Retequattro (e in contemporanea in altri 87 paesi) verrà trasmesso in anteprima mondiale il documentario Home – La nostra terra curato dal regista Luc Besson e girato dal fotografo francese Yann Arthus-Bertrand. Mentre su La7, a partire dalle 16 e per tutto il resto della giornata, partirà una maratona dedicata alla Giornata e ai temi ambientali.

Come ultima informazione, rimando al sito ufficiale della Giornata Mondiale dell’Ambiente dove è possibile prendere visione di tutte le iniziative e dei progressi fatti. Il sito è in inglese.

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , , ,