Moltiplicazioni con le linee – Metodo usato dai Maya

(6 commenti) | Commenta | Inserito il giu 21, 2014 in 4 - E = m·c², Blog, Scientifica-mente

abaco1Sarà capitato anche a voi…di avere una musica in testa…zum zum zum zum zum zum!

Ops, scusate, ho sbagliato. Non è di musica e canzoni e neanche della grande Mina quello di cui voglio parlare e segnalare in questo articolo – piccola battuta per rompere il ghiaccio, va bene, no? ;)

In ogni caso dicevo…

Sarà capitato anche a voi di trovarvi davanti dei numeri e di doverli moltiplicare e sicuramente avrete preso carta e penna, incolonnato e cominciato a fare calcoli prima di raggiungere il risultato, immediato con una calcolatrice. Ma allenare il cervello credo sia molto molto importante altrimenti si atrofizza come qualsiasi altro muscolo. E ahimé, al giorno d’oggi questa “pratica” di maltrattarlo facendolo lavorare il meno possibile è sempre più diffusa.

Uno dei tanti “trucchetti” è proprio quello di fare calcoli a mano. Certo, si impiega un po’ più di tempo ma raggiungere il risultato è sempre appagante.

E se i numeri sono “grandi”? Serve la calcolatrice per moltiplicarli? Assolutamente no. Ancora una volta carta, penna e capacità di pensare-elaborare.

Una moltiplicazione è una moltiplicazione, non ci sono dubbi, ma ci sono diversi metodi per raggiungere il risultato.
Uno di questi metodi è conosciuto come Metodo delle Linee o Moltiplicazione Maya perchè ha un’origine molto molto antica, risale al periodo Maya, appunto, e furono proprio loro a studiarlo per primi.

Ma in cosa consiste questo Metodo. Beh, spiegarlo sarebbe lungo ma spero tanto che questo video che ho realizzato possa far capire le operazioni necessarie e utilizzate per arrivare in maniera semplice al risultato – basta saper fare la somma! :)

Il video qui di seguito riporta l’esempio di una moltiplicazione tra il numero 123 e il numero 35 ma si può adattare a qualsiasi valore.

Buona visione!

Tags : , , , ,

 

Programmi: Ripristinare una chiavetta USB con HP USB Disk Storage Format Tool

(0 commenti) | Commenta | Inserito il mar 12, 2014 in Blog, Informatica e Web, Scientifica-mente

In passato capitava più spesso e non si sapeva cosa e come fare. Ora invece è più facile.
In passato ho buttato così tante chiavette USB da riempire un bidone.
Ho perso file e documenti che non copiavo su altri dispositivi – cosa che ho imparato a fare – perchè mi fidavo della chiavetta USB e di Windows. Errore, mai fidarsi, meglio avere due file identici, doppioni e copie su copie che non averne affatto.

Tutti i dispositivi sono imprevedibili e collegarne uno al computer e non riuscire ad accedere ai contenuti è qualcosa che fa andare fuori di testa. Meglio un backup, meglio due backup in alcuni casi e non crearsi tanti problemi.
Cosa fare dell’USB? Beh, non pensare subito di buttarla via perché può essere ripristinata, recuperata e riutilizzata…sono pur sempre soldi spesi!

Il contenuto può essere recuperato in diversi modi ma non è di questo che voglio parlare, lo farò successivamente.

In questo articolo considero il “caso migliore”: ho una copia dei file presenti sulla chiavetta altrove e voglio semplicemente recuperare il dispositivo.

Come fare? In aiuto arriva un piccolo tool (programmino) sviluppato dalla HP che permette di formattare il dispositivo più in profondità rispetto al tool di Windows.

Il programma si chiama HP USB Disk Storage Format Tool e una volta scaricato, installato e avviato, è in grado di leggere tutte le porte USB del computer e di rendere accessibili quelle a cui sono collegate le chiavette mediante selezione dell’unità.

Il programma permette di formattare nelle due modalità conosciute FAT32 e NTFS (consigliata) e di attribuire un nome all’unità.
Non solo, è in grado di rendere avviabile il dispositivo (crea una sezione di boot) e di eliminare eventuali infezioni che la chiavetta USB ha contratto in precedenza.

HP USB Disk Storage Format Tool esegue una formattazione a basso livello con cancellazione definitiva di tutti i contenuti precedentemente presenti in modo tale da ridare nuova vita alla USB proprio come se fosse appena stata comprata!

HP USB Disk Storage Format Tool è molto semplice da utilizzare ed è di piccole dimensioni, della sua presenza non ci sia accorge nemmeno, funziona quando ne abbiamo bisogno e non a nostra insaputa come è giusto che sia.

Personalmente l’ho provato e mi trovo abbastanza bene, ho formattato due chiavette che Windows non leggeva più e ora vanno alla grande, sono nuove e non ho speso niente! Ottimo risultato!

Il programma è scaricabile direttamente da Softpedia (enciclopedia di software) a questo link: HP USB Disk Storage Format Tool

HP

Tags : , , , ,

 

Scientifica-mente: Un po’ di illusioni ottiche

(0 commenti) | Commenta | Inserito il mar 18, 2013 in Blog, Scientifica-mente

Che organo affascinante il cervello e che bello e stimolante metterlo alla prova!

Come per tutti i muscoli che costituiscono il nostro corpo anche il cervello va allenato e nutrito affinché continui a svolgere il suo compito, ma gioca anche “strani scherzi” quando si trova ad avere a che fare con il mondo delle illusioni ottiche.

Già, le illusioni fanno percepire qualcosa che non c’è o, se c’è, in qualche modo l’immagine viene alterata, distorta, elaborata in modo particolare prima di assumere la sua reale forma o aspetto.

Di illusioni ottiche ce ne sono tantissime, tempo fa ne abbiamo parlato in questo articolo, e qui continuiamo segnalando alcune illusioni della famiglia percettive perché sono gli occhi gli organi maggiormente stimolati.

Nota: Le immagini che segnaliamo sono solo un piccolo esempio e magari per dimensione contenuta in questo articolo perdono la loro efficacia, è per questo che vi consigliamo di guardarle a grandezza naturale e a tutto schermo…basta un click! ;)

Buon divertimento!

Scritto da Mac La Mente

 

Illusione n°1
Chiudete l’occhio sinistro e con il destro guardate la croce, a un certo punto la mucca (a destra) scompare!

 

Illusione n°2
Come vi sembrano le due figure? La seconda sembra più piccola della prima e invece hanno la stesa grandezza!

 

Illusione n°3
Osservate il centro del fiore bianco e poi quello nero, la sfumatura sembra ingrandirsi e poi rimpicciolirsi!

illusione

Tags : , ,

 

Scientifica-mente: Il mondo è matematico

(5 commenti) | Commenta | Inserito il gen 18, 2011 in Blog, Scientifica-mente

Ho sempre trovato affascinante il mondo della matematica infatti, nel mio piccolo, ho cercato di ritagliare all’interno del blog di Libera-mente uno spazietto dedicato ai giochi di logica, a qualche teorema interessante e ad altre cose…

Mi piace pensare che la matematica non sia soltanto una disciplina per pochi eletti, che sia aperta a tutti così come apre la mente e lo spirito verso un universo, quello dei numeri, infinito e vasto.
Ma non solo, grazie ad essa è possibile dare un senso, diverso, a quello che ci circonda perché alla fine tutto (o quasi) è quantificabile tramite una serie di numeri.

Ispirato da tutto questo non posso mancare ad un appuntamento tra i più interessanti presenti attualmente in edicola, infatti, è di qualche settimana fa la notizia di una nuova serie di volumi dedicati alla matematica e pubblicati dalla casa editrice RBAItalia:

Il mondo è matematico.

Una collana di trenta uscite, una ogni quindici giorni, dedicata ai più disparati argomenti che hanno a che fare con i numeri e con teoremi conosciuti e discussi ancora oggi che trovano origine tanto tanto tempo fa.

Grandi uomini, pensatori e matematici hanno detto:

“La matematica non smetterà mai di stupirmi: un prodotto della libera immaginazione umana che corrisponde esattamente alla realtà” (Albert Einstein)

“La matematica non è solo certa, è anche bella” (Bertrand Russel)

E allora come è possibile che non piaccia? Come è possibile che la si guardi in maniera distaccata? Certo, è così che vanno le cose perchè il più delle volte quello che viene quasi imposto non piace o lo si studia con poco piacere…ma non deve andare così, spiegare con parole semplici, esempi e con tutto quello che può servire, aiuta ad apprezzare un universo in continua espansione.

Il mondo è matematico, vario, variegato, illimitato e con queste premesse la collana qui presentata cerca di catturare non solo l’attenzione ma di far cominciare a girare quelle rotelline e quegli ingranaggi che abbiamo dentro, a rimuovere pregiudizi e preconcetti troppo spesso frutto di convinzioni sbagliate.

La prima uscita è già in edicola a un prezzo speciale, le altre – si possono comprare anche singolarmente a seconda degli argomenti che interessano – arrivano ogni due settimane oppure ci si può abbonare direttamente sul sito ufficiale della casa editrice: Sito ufficiale della collana

Piano dell’opera:

1. La sezione aurea – Il linguaggio matematico della bellezza
2. Matematici, spie e pirati informatici – Decodifica e crittografia
3. I numeri primi – Un lungo cammino verso l’infinito
4. Quando le rette diventano curve – Le geometrie non euclidee
5. La setta dei numeri – Il teorema di Pitagora
6. La quarta dimensione – Se il nostro universo fosse l’ombra di un altro?
7. I segreti del Pi greco – Perché è impossibile la quadratura del cerchio?
8. Dilemma del Prigioniero e strategie dominanti – La strategia dei giochi
9. L’enigma di Fermat. Una sfida lunga tre secoli
10. Un nuovo modo di vedere il mondo. I frattali
11. Mappe del metrò e reti neurali. La teoria dei grafi
12. L’armonia è questione di numeri. Musica e matematica
13. La certezza assoluta e altre finzioni. I segreti della statistica
14. La verità sta sul limite. Il calcolo infinitesimale
15. Dal pallottoliere alla rivoluzione digitale. Algoritmi e informatica
16. L’inganno dell’occhio. L’arte vista con occhi matematici
17. Dall’altra parte dello specchio. Le simmetrie in matematica
18. Una scoperta senza fine. L’infinito matematico
19. Ipoteche ed equazioni. La matematica dell’economia
20. La creatività matematica. Come funzionano le menti straordinarie
21. Numeri notevoli. Lo 0, il 666 e altre bestie numeriche
22. I sogni della ragione. La logica matematica e i suoi paradossi
23. Le mille sfaccettature della bellezza geometrica. I poliedri
24. Le leggerezze del caso. Teoria della probabilità
25. Il sogno della mappa perfetta. Cartografia e matematica
26. Intuizioni fugaci, teoremi eterni. Grandi problemi matematici
27. La matematica della vita. Modelli numerici per la biologia e l’ecologia
28. Curve pericolose. Ellissi, iperbole e altre meraviglie geometriche
29. La musa dei numeri. Il ruolo della bellezza nella matematica
30. L’armonia delle sfere. Astronomia e matematica

Buona matematica a tutti! :)

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , ,

 

Scientifica-mente: Giochi di logica e di matematica 5

(2 commenti) | Commenta | Inserito il dic 13, 2009 in Blog, Scientifica-mente

Vi siete mai chiesti come fanno i maghi e i prestigiatori a indovinare, “con la sola forza del pensiero“, la carta o il numero che un’altra persona hanno pensato? Io sì e anche se non ho mai capito il trucco e non ho mai investigato più di tanto per venirne a conoscenza, sono riuscito ugualmente a stupire i miei amici con un gioco che ha a che fare sia con la magia (anche se non è vero) che con la matematica.

Scopo di questo articolo è quello di illustrare e svelare il segreto di un giochetto matematico molto simpatico da fare in cinque minuti o poco più che chiameremo Indovina il numero.

E’ un passatempo semplicissimo: bisogna mostrare ad un’altra persona i sei cartoncini che costituiscono il gioco facendosi indicare in quale di questi è presente il numero pensato.
Una volta messe da parte le tabelline indicate, si arriva in un attimo alla soluzione e si scopre il numero segreto.

All’inizio ci vuole solo un po’ di pratica per sviluppare un po’ di velocità, i calcoli da fare sono facili, una serie di addizioni che permettono di raggiungere l’obiettivo.

Prima di fare un esempio concreto, inserisco l’immagine dei sei cartoncini che costituiscono Indovina il numero. Questa immagine può essere stampata in formato più leggibile se ci si clicca su.

Indovina il numero

E passiamo ora a illustrare il gioco.

Ad esempio, mettiamo il caso che abbia pensato al numero 43.
La domanda che da porre è: “In quale dei sei cartoncini c’è il numero pensato?
Osservando le tabelle, il 43 è contenuto nella prima, seconda, quarta e sesta.
Bene, scartando le altre si può notare (e questo è il trucco) che il numero è somma dei primi numeri di ogni cartoncino: 1 + 2 + 8 + 32.
E questo è vero per tutti i sessantatré numeri presenti.

Semplice, vero? Spero di esser stato chiaro e di aver spiegato al meglio il gioco, non ci resta che stampare le tabelle, ritagliarle e stupire ancora una volta i nostri amici con un gioco che ha la matematica come protagonista! :)

Versione stampabile e più leggiile delle tabelle: stampa.

Anche noi sul forum ci divertiamo con i numeri nel topic Giochi matematici.

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , ,

 

Scientifica-mente: Giochi di logica e di matematica 4

(2 commenti) | Commenta | Inserito il set 19, 2009 in Blog, Scientifica-mente

E’ trascorso un po’ di tempo dall’ultima volta in cui ho parlato di quei piccoli giochi che fanno passare il tempo, divertire e sorprendere i nostri amici e che mettono in moto anche il nostro cervello: quei giochi generalmente chiamati “giochi di logica e matematica“.
Spesso quando pensiamo a questi passatempi vi associamo subito i numeri, le operazioni aritmetiche, le espressioni e tutte quelle funzioni che da piccoli, fin dai primi giorni di scuola, ci siamo trovati ad affrontare e che alcuni non hanno mai sopportato ritenendoli troppo complicati e arrivando perfino a detestare la matematica e tutto il mondo che vi si nasconde dietro. E allora cosa fare? Meglio un bel tema di italiano, meglio scrivere delle parole! ;)

E’ un peccato che in alcuni casi vada a finire così, tanto più che non sempre è vero che le parole sono più facili dei numeri.
Scopo di questo articolo è dimostrare che anche la lingua e le parole possono rientrare nei “giochi di logica e matematica”, in particolare in quella branca di questa categoria conosciuta come i giochi di linguaggio.
Come con i numeri ci sono possibili percorsi ma alla fine la soluzione corretta è una sola, così è anche con le parole.

In questi anni sono nati diversi giochi con le lettere dell’alfabeto, incentrati sul linguaggio e atti a stimolare determinate aree dell’emisfero sinistro del nostro cervello.

Il gioco che vado a descrivere ha poche regole e diverse soluzioni, non ce n’è una corretta proprio perchè le parole che si possono utilizzare sono tante quante quelle del vocabolario! Le uniche regole da rispettare sono:

- Cambiare una sola lettera nel passaggio da una parola all’altra;
- Cercare di arrivare alla soluzione rispettando il numero massimo di passaggi richiesti da chi presenta il gioco.

Se queste due semplici regole vengono rispettate ecco nascere infiniti giochi che, per semplicità, raggrupperemo con il nome “Da un parola all’altra“.
Il grado di difficoltà del gioco cresce non solo con il numero di passaggi richiesti per raggiungere la soluzione, ma anche con la lunghezza delle parole da utilizzare, parole che si differenziano per una sola lettera.

Per chiarire meglio il gioco ecco un paio di esempi:

1) Supponiamo che si sia scelta come parola di partenza Vacca e come parola di arrivo Sacra, e che il numero di passaggi richiesto sia uno solo. Allora:

Vacca → _ _ _ _ _ → Sacra

La parola tra i trattini sarà Sacca che si differenzia dalla prima per la lettera S e dalla parola finale per la lettera R.

2) Supponiamo che si sia scelta come parola di partenza Casa e come parola di arrivo Home, e che i passaggi richiesti siano tre. Allora:

Casa → _ _ _ _ → _ _ _ _ → _ _ _ _ → Home

Le parole da inserire sono: Cosa, Coma, Come. Ognuna differente per una lettera dalla precedente e dalla successiva.

Bene, spero che i due esempi siano abbastanza chiari, ora giochiamo!

1) Solido → Vapore. Il numero di passaggi per la trasformazione è sei. Servono sei parole di sei sillabe!
2) Muro → Arco. Il numero di passaggi per la trasformazione è tre.
3) Terra → Fuoco. Il numero di passaggi per la trasformazione è nove.

Le soluzioni di questi giochi nel commento che segue l’articolo!

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , ,