Terremoto nel Lazio, numeri utili per donare e soccorrere

(0 commenti) | Commenta | Inserito il ago 24, 2016 in 7 - Attualità, Blog, Cronaca

E’ accaduto ancora…questa volta il terromoto ha colpito il centro Italia.

Al momento le vittime sono trentotto e si contano decine di dispersi.
I centri più colpiti: Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto.

La Protezione Civile ha attivato i seguenti numeri: 800 840840 e 803555 per prestare soccorso e la Croce Rossa Italia invita chi può a donare sangue.

Il Club alpino italiano (Cai) ha attivato un conto corrente per la raccolta fondi in aiuto alle aree interessate tra Lazio, Marche e Umbria:

Banca Popolare di Sondrio
Agenzia Milano 21
IBAN IT06 D056 9601 6200 0001 0373 X15

CqmZ-RlXYAAFeWL

Tags : , , , , ,

 

Alluvione in Sardegna, un gesto di solidarietà

(0 commenti) | Commenta | Inserito il nov 20, 2013 in Blog, Cronaca

Un’altra catastrofe ha colpito l’Italia, dopo il terremoto in Emilia Romagna, è la Sardegna ad aver bisogno d’aiuto.

Colpita da un’alluvione devastante che ha provocato la morte di decine di persone e stravolto le vite di chi è sopravvissuto, i nostri concittadini ora si ritrovano senza niente, senza beni di prima necessità e senza un posto sicuro dove stare. Hanno bisogno d’aiuto!

Libera-mente.net è vicino alla popolazione e vuole contribuire divulgando il più possibile le iniziative di solidarietà che in queste ore si stanno diffondendo.

Diversi sono i conti corrente e i numeri di emergenza che si possono chiamare.
Qui di seguito alcuni informazioni utili per tutti coloro che vogliono e desiderano dare una mano…è importante!

 

1. Emergenza alluvione. Attivato un Conto Corrente per solidarietà

Vista la calamità che si è abbattuta sul territorio del Comune Olbia, l’Amministrazione comunale ha attivato un conto corrente bancario dedicato alla raccolta di fondi per garantire un aiuto concreto al territorio ed alla popolazione colpita dalla terribile ondata di maltempo.

Coordinate per i versamenti:

Conto Corrente n. 0540 – 070361388
IBAN IT72U0101584980000070361388
BIC (codice swift) BPMOIT22XXX
Causale: Comune di Olbia Emergenza Alluvione

Il Sindaco On. Giovanni Maria Enrico Giovannelli

 

2. Emergenza alluvione

I cittadini colpiti dall’alluvione e in necessità di reperire indumenti, materassi e coperte possono recarsi in Via Canova presso il Centro Umanitario (fronte ospedale vecchio). Referente la Sig.ra Anna Maria Chessa tel.339/6427655.

 

3. Emergenza alluvione

Gli esercenti e le ditte private che volessero offrire gratuitamente biancheria intima per uomo, donna e bambino/a possono consegnarla presso il Centro Umanitario in via Canova (ex ambulatorio ASL) referente Sig.ra Annamaria Chessa tel. 339/6427655, oppure presso i Servizi Sociali del Comune sede Poltu Quadu tel. 0789/52172.

 

fonte: Comune di Olbia – Sardegna

Tags : , , , ,

 

Cronaca – Bambini e chiodi

(5 commenti) | Commenta | Inserito il set 1, 2012 in Blog, Cronaca

Per scelta ma non per importanza tratto poco e scrivo poco su quello che avviene in generale in Italia e in particolare nel paese in cui vivo, Monopoli – Bari – Puglia, e non perchè non sia informato o non mi interessi, anzi, al contrario, sono particolarmente sensibile ai fatti, alle iniziative e a tutti quello che il vivere comune, il senso civico, il benessere del cittadino – spesso dimenticato e calpestato, chissà da chi, eh?! – comportano, ma questa volta non riesco proprio a resistere e improvvisandomi “giornalista” vorrei mettere in evidenza proprio questo ultimo aspetto: il benessere del cittadino. Non è dell’adulto che paga le tasse per intenderci ma di colui/colei che deve ancora formarsi, che va difeso con qualsiasi mezzo possibile e in qualsiasi modo possibile proprio perché non ancora in grado di difendersi: i bambini.

Bambini e chiodi. Come mai questo titolo? Lo spiego subito e lo racconto nel miglior possibile per far aprire gli occhi e per dovere perché lo sento; in questo mondo ci vivo e di cose assurde ne ho viste e sentite tante e continuo, purtroppo, a vederle.

Prima di tutto vorrei che osservaste questa foto scattata ieri pomeriggio a Monopoli in Piazza Vittorio Emanuele con il cellulare.

 

 

 

Si commenta da sola, vero? Già, ci sono chiodi sparsi ovunque che andrebbero rimossi il prima possibile. I bambini in questa piazza ci giocano, corrono, si inseguono e se mai qualcuno di loro dovesse cadere potrebbe farsi male sul serio, finire in ospedale e chissà che altro visto che i chiodi sono acuminati, lunghi e alcuni anche arrugginiti! E se dovessero raccoglierli? Aiuto!

Sono giorni che nessuno fa niente, che i vigili non intervengono nonostante le diverse segnalazioni dei cittadini e che il materiale ferroso giace inerme e (quasi) abbandonato.

Sono finiti lì a seguito dello smantellamento del chiostro costruito per le diverse manifestazioni musicali-bandistiche che si sono alternate questa estate e che ora sono finite. Sono finiti lì perché gli operai che han smontato la struttura sono stati poco accurati – e mi dispiace dirlo. Sono ancora lì perché nessuno si sforza di rimuoverli…domani (domenica 2 settembre) lo faccio io e spero che altri vedendomi mi aiutino.

E’ davvero inaccettabile una situazione del genere e prima che avvenga qualcosa di serio, e solo in questo caso poi si farà qualcosa, meglio eliminarli definitivamente.

Perchè deve essere sempre così? Prima l’incidente e poi il rimedio. Non lo capirò mai.

I bambini vanno tutelati e protetti, e spero che molti siano d’accordo su questo, e se non ci pensano gli adulti, chi? Da non-genitore mi sento male al sol pensiero di un incidente, figuriamoci se lo fossi, vedrei rosso e mi arrabbierei tantissimo e questo è il minimo che farei.

Ok, il fatto è diventato un piccolo sfogo, scusate! Ma ci sono cose che non tollero e mai tollererò.

Spero di aver dato voce a chi di parole e suoni ne pronuncia tanti e ci fa sorridere con la sua tenerezza: i bambini.

E’ vero, il discorso si potrebbe estendere per altri casi ma questa volta ho voluto parlare “in piccolo” poi…si vedrà.

Scritta da Mac La Mente (Andrea, dalla parte dei più piccoli)

Tags : , , , , , ,

 

Terremoto in Emilia Romagna, raccolta fondi

(0 commenti) | Commenta | Inserito il mag 31, 2012 in Blog, Cronaca

Pubblichiamo ulteriori numeri e informazioni per la raccolta fondi per aiutare il popolo emiliano colpito in questi giorni dal terremoto.

Alcuni numeri sono già stati segnalati in questi articoli:

Terremoto in Emilia Romagna, numeri per l’emergenza;
Terremoto in Emilia Romagna, un gesto di solidarietà

Aggiungiamo che

1. la Provincia di Modena ha attivato un conto corrente sul quale è possibile effettuare versamenti per raccogliere risorse che saranno interamente devolute alle persone colpite dal terremoto.

Codice IBAN:
IT 52 M 02008 12930 000003398693
Causale: “terremoto maggio 2012”

 

2. la Regione Emilia-Romagna ha attivato una raccolta fondi rivolta sia ai privati sia agli Enti pubblici (con causale Contributo per il terremoto 2012 in Emilia-Romagna).

Per i privati

- versamento sul c/c postale n. 367409 intestato a: Regione Emilia-Romagna – Presidente della Giunta Regionale – Viale Aldo Moro, 52 – 40127 Bologna;

- bonifico bancario alla Unicredit Banca Spa Agenzia Bologna Indipendenza – Bologna.
IBAN coordinate bancarie internazionali:
IT 42 I 02008 02450 000003010203

- versamento diretto presso tutte le Agenzie Unicredit Banca Spa sul conto di Tesoreria 1 abbinato al codice filiale 3182.

Per gli Enti pubblici è previsto l’accreditamento sulla contabilità speciale n. 30864 accesa presso la Banca d’Italia – Sezione Tesoreria di Bologna.

 

3. Caritas

cc postale n. 347013
Causale: “terremoto Nord Italia 2012″

 

4. Croce Rossa

Bonifico intestato a Croce Rossa italiana, via toscana 12 – 00187, RM
IBAN IT 19 P 01005 03382 000000200208

Conto corrente postale n. 200004 causale Sisma Emilia Romagna

 

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Volontariamo.comdove sono descritte anche le modalità per inviare beni di prima necessità.

Tags : , , ,

 

Terremoto in Emilia Romagna, numeri per l’emergenza

(0 commenti) | Commenta | Inserito il mag 30, 2012 in Blog, Cronaca

Purtroppo è accaduto ancora! A distanza di pochi giorni dall’ultimo sisma ce ne sono stati altri che han provacato panico tra la popolazione, decine di morti e centinaia di feriti!

Sono stati attivati diversi numeri per gestire e segnalare le emergenze, sono numeri importanti che devono essere diffusi il più possibile!

Sono stati attivati una serie di recapiti telefonici per l’emergenza terremoto in Emilia.

 

Il numero verde della Protezione Civile e’ 800333911.

 

Questi i numeri per i soccorsi: Ferrara: 0532771546, Modena: 059200200, Mirandola: 0535611039, San Felice: 800210644, Cento: 3332602730.

 

Numerose strutture alberghiere si sono offerte di ospitare gratuitamente gli sfollati: l’Hotel Sporting di Campagnola E. (Re), l’Astra di Ferrara, l’Holiday Inn di Ravenna, il Commodore e il President di Cervia, il Perla Verde di Milano Marittima, il Residence Casa Temporanea di Bologna, la Casa Vacanze Il Gelso di Montopoli Valdarno (Pi) e infine l’Impero di Cortina d’Ampezzo. Pronto a dare ospitalita’ anche Don Alberto del comune di Argelato (Bo).

 

Sito: Agi

inoltre

Anche la Protezione Civile di Ferrara ha deciso di attivare e mettere a disposizione dei cittadini alcuni numeri telefonici di emergenza per segnalare edifici lesionati, stati di pericolo o altre esigenze connesse all’evento sismico che ha coinvolto le province di Modena, Ferrara e Bologna.

 

Ecco i numeri:

 

0532-771546
0532-771585
0532-418756 (solo dalle ore 8 alle 20)
0532-418738 (solo dalle ore 8 alle 20)

 

Inoltre, ecco alcune istruzioni della Protezione civile su cosa fare e non fare nelle zone colpite dal sisma:

 

1- Non usare i telefoni cellulari se non per motivi importanti
2- Rendere pubblica la rete wifi per agevolare le comunicazioni, eliminando la password.
3- Chiamare il numero della Protezione Civile in zona Modena solo in caso di assoluta emergenza: 059 200200
4- Non mettersi in macchina se non è strettamente indispensabile, in modo da lasciare libere le vie di comunicazione per i mezzi di soccorso.

 

Non solo, doggi sarà inoltre attivo il numero 45500 per inviare messaggi o chiamare da telefonia fissa e donare 2 euro per l’emergenza terremoto.

 

Fonte: Attualità – Tuttogratis.it

Diffondeteli e aiutiamo i nostri concittadini!

Tags : , , , ,

 

Terremoto in Emilia Romagna, un gesto di solidarietà

(2 commenti) | Commenta | Inserito il mag 21, 2012 in Blog, Cronaca

Il 20 maggio è accaduta una catastrofe e le parole per descrivere quello che si prova, quello che la popolazione dell’Emilia Romagna sta vivendo sarebbero superflue. Non ci sono parole, servono i fatti, l’impegno, un gesto piccolo che, fatto tutti insieme, può aiutare tanto.

Libera-mente.net è vicino alla popolazione e vuole contribuire divulgando il più possibile le iniziative di solidarietà che in queste ore si stanno diffondendo.

Diversi sono i conti corrente e i bonifici bancari a favore del popolo emiliano, ne segnaliamo alcuni e aggiorneremo il prima possibile con altre informazioni.

1. Mediafriends, il TG5 e Il Resto del Carlino promuovono una raccolta fondi in favore delle popolazioni colpite dal terremoto.
Potete donare tramite bonifico bancario al seguente indirizzo:

Codice IBAN:
IT 03 S 03069 09400 000000006262
Intestazione: Mediafriends
Causale: Emilia Romagna

2. Caritas, raccolta fondi per le vittime

c/c postale n. 838409
Intestato a: Arcidiocesi di Bologna
Causale: terremoto in Emilia Romagna

oppure

codice IBAN:
IBAN IT 27 Y 05387 02400 000000000555
Intestato a: Arcidiocesi di Bologna
Causale: terremoto in Emilia Romagna

3. Emil Banca ha attivato un conto corrente di aiuti

c/c IBAN IT 06 L 07072 02404 000017741960
Causale: Emergenza terremoto Emilia

Un pensiero per tutte le vittime del terremoto.

Tags : , , ,