4 giugno 2017 – Anticipo d’estate

(0 commenti) | Commenta | Inserito il giu 5, 2017 in 6 - Tempo libero, Blog, Tempo libero e Hobby

Prima di lasciare la parola alle foto che sto per inserire, e spero possano far piacere, due parole di presentazione spontanee sono il minimo che possa fare…

Sottotitolo dell’articolo potrebbe essere “A volte ritornano” perchè è passato del tempo dall’ultima volta che mi son fatto un giro dalle parti del mare – qui dove abito è a due passi due – e nonostante il “famoso primo bagno” personalmente manca da circa cinque anni, trovo rilassante invece camminare, osservare l’acqua, il sole e naturalmente il mare…e allora click! Foto!

Ehmmm…che altro dire?! No, niente, tutto qui, due parole giusto per scrivere qualcosa…favello, sfarfallo, bofonchio, son fuori di sicuro…fate finta che non abbia scritto niente, meglio le foto, sì sì! ;)

Altre fotine di una domenica molto molto calda sono sull’album caricato su Flickr a questo indirizzo: Scatti Vari… (link)

Ciaoooooo! ;)

34978887160_7ff122aab0_o

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

34978886500_440e032ffe_o

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

34978885050_2613c442b7_o

Tags : , , ,

 

Incipit – Martin il romanziere di Marcel Aymé

(0 commenti) | Commenta | Inserito il mag 21, 2017 in Blog, In Libreria, Incipit

Bello! Bello! Bello!
E potrei continuare all’infinito a scriverlo e mi verrebbe facile farlo pensando e ricordando le storie, i racconti, contenuti in una antologia di uno scrittore fino a qualche tempo fa sconosciuto e che ora invece è tra i miei preferiti: Marcel Aymé.

Il libro Martin il romanziere pubblicato dalla casa editrice L’orma Editore è tra le scoperte più gradite di questo ultimo periodo, un libro che letteralmente mi ha stupito non solo per lo stile e la capacità di raccontare dello scrittore – superlativa – ma per le storie, il loro evolversi e concludersi in maniera del tutto inaspettata, storie che fanno sorridere, a volte, e pensare “ma come gli è venuto in mente” (mi riferisco ad Aymé) di immaginare un’ambentazione e una serie di personaggi così fuori dal comune: geniale!

Senza dilungarmi troppo, giusto incuriosire, lascio le parole al Romanziere e al racconto d’apertura del libro: La carta del tempo.

 

martinLa carta del tempo di Marcel Aymé

Estratti dal diario di Jules Flegmon

10 febbraio. Nel quartiere corrono voci assurde a proposito di nuove restrizioni. Per far fronte alla carestia e ottimizzare il rendimento degli elementi industriosi della popolazione, si starebbe procedendo all’eliminazione fisica dei consumatori improduttivi: vecchi, pensionati, ereditieri, disoccupati e altre bocche inutili. Tutto sommato mi sembra che potrebbe essere una misura abbastanza giusta. Incontrato poco fa davanti casa il mio vicino Roquenton, quel focoso settuagenario che ha sposato, l’anno scorso, una giovane di ventiquattro anni. Era soffocato dall’indignazione: “che importanza ha l’età” esclamava “se posso ancora rendere felice la mia bambolina”!. Con parole elevate, gli ho suggerito di accettare con gioia e orgoglio il sacrificio della propria persona a favore della comunità.

12 febbraio. Non c’è fumo senza arrosto. [...]

 

Dati del libro:
Titolo: Martin il romanziere
Autore: Marcel Aymé
Traduzione e cura: Carlo Mazza Galanti
Casa editrice: L’orma editore
Anno pubblicazione: 2016
Pagine: 205

Tags : , , , ,

 

Auguri di Buona Pasqua 2017!

(4 commenti) | Commenta | Inserito il apr 16, 2017 in 9 - Per tutto il resto..., Blog, Comoda-mente

Ero a letto mezzo addormetato
e un raggio di sole dalla finestra è entrato
mi ha detto “Forza, alzati, è arrivato,
il Giorno di Pasqua è iniziato!”

Son balzato con scatto felino
proprio come facevo da bambino
e subito pronto a festeggiare
la Resurrezione di Nostro Signore!

Mi son vestito di gran fretta
non posso stare in casa, oggi è festa!

Le campane suonano allegre
e le colombe cantan come cinciallegre
i coniglietti saltellan qua e la
trasportando uova di cioccolato a volontà…

No, tranquilli, non sono impazzito,
questo ed altro avviene davvero…
lascia stupito, quasi attonito
questo è vero
ma è l’effetto della Gioia del mondo
che ti travolge in un secondo!

Serena Pasqua a tutti quanti!
Auguri, auguri, auguri!
A festeggiar siamo in tanti!

Che ci sia serenità e pace
in famiglia
e salute e gioia
che meraviglia!

Buona Pasqua! Auguriiiiiii! :)

buona-pasqua (1)

Tags : , ,

 

Gran rifiuto ad adempiere al contratto truccato del 2050 di Cristiano Torricella

(0 commenti) | Commenta | Inserito il apr 2, 2017 in 3 - La penna e la tela, Blog, Cristiano Torricella

Intro in rima in omaggio a Cristiano Torricella, o per lo meno ci provo! ;)

Il Buon Cristiano mi ha inviato,
in un tempo che per mancanza di tempo
è già passato (poco tempo fa, a parer mio),
un suo testo inedito e “truccato”,
in cui cita me e Libera-mente
insieme ad altrettanta gente
che per visione, e convinzione,
diversa dalla mia,
chiude la porta alla poesia
e al pensiero libero che ci sta dietro – e dentro
che troverà sempre spazio
in questo posto
perchè siamo fatti per pensare
in maniera indipendente e di sicuro
Libera-mente!

 

Gran rifiuto ad adempiere al contratto truccato del 2050, di Cristiano Torricella
(poesia di denuncia sociale contro le “Caste dell’Arte”, scritta in neodialetto italo-romanesco)

Mi rifiuto di apparire “a gratis”, ner 2050, di nuovo, sulle scene
per questa ital società, si bara e ria, senza cultura,
che tutto ci promette, bara e mai… mantiene!

Sì contente, le Invidiose Politike Serpi Intellettuali, sibilan tra i denti:
“Povera e Giusta Fine è… questa, per Ogni Artista Indipendente Libero…
che non blandisca bene i… Ricchi ed i… Potenti!”.

Pagatemi Voi, Voi, dunque, e non Io, da oggi,
o vili Caste D’Arte Prezzolate e Finanziate Bene,
sì m’arubbate… pè Vostre Fregnacce Culturali Eccelse…
di concorsi letterari a premi ed… altro, fatto da Voi…
er prezzioso tempo mio mortale… e la salute mia…
oppur… si a Voi ‘n ve va…. famo… ‘n ber gnente!

Sicchè, Io poè metropolitan, dimissionario da li mia fin novecenteschi versi,
un dì, vinto ed emarginato dal… Potere Politiko di Roma e di… Milano,
rovesciato a l’incontrario er “paradigma der vincente” a vostro danno,
insegnatomi da Voi, in questo mondaccio infame, autoreferenziale e… prepotente…
che ci umilia – e sfianca – tutti i Santi Giorni… cò burocrazzia, tasse e.. gabelle…
invio oggi, da li Castelli Belli “for de porta”,‘sta “mia flebil voce” solo ad… Andrea.

Mettenno Libera-mente punto net,
levannoVe importanza e… tempo mio,
tra i primi posti de “Quelli che conteno ner… monno”,
prima de li Potenti e Ricchi de la Terra e de li… Politiki,
e … a li “politikanti ignoranti dotti artisti”, invece… all’ultimo!

E gnente de gnente, invece, mannerò più – a gratis – Io, poè…
a tutti quell’artri, ch’ammanco conosco, che me chiedon, Loro, a ortranza…
altri miei testi “a gratis” e… mie poesie…. e de partecipà, a spese mia, a “questo e quest’artro”…
che si je và de mette online, a Isso, blogger Andrea… bontà sua,
Isso me pubblica, quanno che Lui ci ha tempo, ‘sti quattro miei… versi!

A giornal e Tv, perciò, gnente più aggratis…
che nun meritano, ammanco, ch’Io ce perda tempo e che je scriva e-mails…
e si vorranno – ancor, da me – quarcosa che Io scrivo o dico…
da oggi, pè tutt’Issi Lor, è finita ‘a pacchia… è a… pagamento!

Che de le Caste… d’Arte… so, Issi, Li Maestri Eccelzi…
che rubbeno, a l’Artisti Veri Indipendenti, spazzio e nome… a ortranza…
Issi, ‘sti vecchi marpion, sì ammanicati… cò… i Lor politiki,
vili e prezzolati servi e lecchin… solo pè riempì lor lauta… panza
ch’oggi se so messi tutti a scrive – pure loro? – i granni libbri grossi, cò… ‘e dediche ai… politiki…
e se so messi a fà – ma chi? Addavero? Loro? Che ‘n sanno addirige ammanco più… se stessi? -
pien di vanità… assetati di Potere… “Lor Gran Sapienti” di… Teatro, Musica, Poesia e… Cultura…
l’Ignoranti Direttori Artistici… de l’altri!

Tags : , , , ,

 

27 gennaio 2017 – Giornata della Memoria

(0 commenti) | Commenta | Inserito il gen 27, 2017 in Blog, Dal mondo, Punti di vista

174517. Funzionante.

Comincia con un numero e una parola questa mia grande o piccola riflessione sulla Shoah, sull’Olocausto, sull’orrore che le truppe sovietiche videro il 27 gennaio 1945 varcando il cancello di uno dei tanti, troppi, campi di concentramento – sterminio, meglio – che la Germania nazista ebbe il coraggio di costruire ad Auschwitz, prima, e poi a Birkenau, Monowitz, Brno, Trzebinia, e poi… e poi… e poi…

Tanti, troppi centri dell’orrore, della crudeltà e dell’odio più famigerato e sfrenato che l’uomo abbia mai raggiunto nei confronti di un altro uomo.

174517. Funzionante.

Questo numero venne tatuato sulla pelle di Primo Levi, portavoce di un popolo e di una realtà dura e inumana, vissuta nei campi di concentramento.

Funzionante. E’ la parola con cui venne classificato e che in parte gli salvò la vita durante il buio di quegli anni.

E’ possibile definire un uomo funzionante? E’ questo quello che mi chiedo.
In base a che cosa? Secondo quale metro di giudizio? Non trovo risposta a questo così come non riesco davvero a concepire come e perchè sia accaduto quello che oggi ricordo, ma non solo oggi, sempre nella Giornata della Memoria.

I kapò possono esser scomparsi, non ne sono sicuro se mi guardo intorno…
Il nazismo finito, non sono sicuro neanche di questo se mi guardo intorno…

I mezzi, la maniera di provocare danni, orrore, morte e distruzione sono cambiati ma ahimé restano ancora vivi oggi se mi guardo intorno…
Nascosti, neanche tanto, tra sorrisi ipocriti e falsi e ordini su cosa è giusto o sbagliato.
“Il deve fare”, “deve rispettare le regole”, sono tutte espressioni che rimandano a quello che la Storia avrebbe dovuto insegnare. Avrebbe dovuto, perchè non tutti hanno capito e nessuno di quelli che utilizza questi modi ha capito, questo è sicuro.

Forme diverse di “campi”, stesso risultato. Non “concentrato”, forse, più disseminato e decentrato ma sempre presente. Ahimé.

Ricordando il 27 gennaio 1945 segnalo un’opera di David Olère, deportato dal 1943 al 1945, che inizia a disegnare nell’ultimo periodo di prigionia raffigurando scenari di vita quotidiana ad Auschwitz-Birkenau

Arrival of a Convoy - David Olère

Arrival of a Convoy – David Olère

Tags : , , , , , , ,