Pollice verde – “Clara-bella” la mia pianta d’aria

(0 commenti) | Commenta | Inserito il feb 2, 2019 in 6 - Tempo libero, Blog, Mondo naturale

Ed è arrivata lei, così, all’improvviso e mi sono affezionato!
Gironzolando in rete ho cominciato a leggere diversi articoli, a documentarmi sulle diverse specie esistenti, sulle caratteristiche (tantissime!) e su come curare e mantenere in vita questo tipo di pianta perchè una pianta è un organismo vivente e richiede attenzione come tutti noi!

Ed è arrivata Clara-bella, l’ho chiamata così, giocando con le parole, e adesso siamo inseparabili, ogni volta che giro la testa quando sono al computer la vedo e mi piace sempre di più.
E’ una pianta d’aria, splendida, senza radici e senza terreno, uno spettacolo sorprendente, una specie particolare di “amica vegetale”.

Clara-bella appartiene alla famiglia delle Bromeliacee e la sua particolarità è di vivere senza terreno. Il nutrimento arriva direttamente dall’atmosfera, dall’aria appunto, attraverso le foglie che assorbono rugiada, pioggia e umidità – se tenuta all’aperto – o da acqua con piccolo bagnetto ogni due-tre settimane, a testa in giù, senza lasciar goccioline tra le foglie – se tenuta in casa, come nel mio caso.

E’ una pianta perenne e onestamente per me è l’ideale visto che non ho tanto il “pollice verde” (ahi ahi!) ma ci provo e da un alcuni mesi a questa parte ci sto riuscendo! E’ un inizio, poi, chissà…

E’ una piantina piccola piccola, Clara-bella, grande più o meno 5 cm – è più grande il supporto su cui è poggiata che lei stessa, ehehehe…

Sarà piccola ma di sicuro in parte purifica l’aria della mia camera; le piante d’aria oltre ad essere utilizzate come decorazione-ornamento hanno proprio questa funzione, loro respirano e lo faccio anch’io ;)

Il vero nome sarebbe Tillandsia, preferisco Clara-bella.

Alla sua famiglia appartengono ben 500 specie, alcune con fiori, altre con foglie molto più colorate che cambiano tonalità a seconda della presenza o meno di luce.
Attenzione! Il sole le fa bene ma non direttamente altrimenti corre il rischio di seccarsi troppo in fretta anche se perenne.

Tra qualche mese credo di concimarla con una soluzione diluita in acqua, la stessa soluzione che si usa per mantenere belle e profumate le orchidee, una soluzione antiparassitaria.

Lei è una pianta “grigia”, ce ne sono altre “verdi”, appunto, con foglie colorate e colori che vanno dal giallo al violetto passando per il rosso.

Sono piante che per loro natura sono estremamente frugali e si adattano ai diversi ambienti, in alcuni casi vengono chiamate “parassite” perchè crescono sui tronchi-rami di altre piante e da ottobre ad aprile son quasi in letargo per poi ritornare in fiore – nei limiti, naturalmente…

E…niente, tutto qui, avevo voglia di presentarla…ci sono cuginetti in giro? Con una foto nei commenti possiamo fare una bella riunione di famiglia! Che ne dite? ;)

20190226_132843
20190221_120632

Tags : , , , , , ,

 

Commenta l´articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>