Una frase, un rigo appena: La musica provata di Erri De Luca – parte 2/3

(0 commenti) | Commenta | Inserito il set 21, 2014 in Blog, In Libreria, Una frase, un rigo appena

Prima di cominciare mi sembra giusto fare una piccola premessa: non sono impazzito, o per lo meno credo di non esserlo del tutto, ma chi mi conosce bene sa che sono pazzo dei libri e di tutti gli scritti di Erri De Luca ed è per questo che negli articoli che seguiranno (tre in totale) riporto alcuni frammenti tratti dalla sua ultima pubblicazione “La musica provata” – in particolare l’incipit e un passaggio che trovo significativo – per poi spostarmi, rimanendo sul posto, a sensazioni provate, pensieri e quant’altro durante la lettura del libro che ho praticamente divorato con fame famelica…l’aspettavo da tempo, come un sommozzatore aspetta il ritorno in superficie per riprendere a respirare dopo aver finito l’ossigeno nella sua bombola…

 

Questa è la premessa che riporterò in tutte e tre le parti. Altro arriverà in seguito…

 

Citazione:

Tenere la nuca ben appoggiata al muro.
Oggi è assai raro tra noi sapere a cosa si riferisce la raccomandazione. In caso di bombardamento aereo: la gran parte muore per l’urto violentissimo dell’aria spostata dall’esplosione. Allora basta un millimetro di distanza tra la nuca e il muro per sfracellarla.
Bisogna appoggiare con forza la testa alla parete. Questa è per me anche la raccomandazione per l’uso della poesia. Quando si sta con le spalle al muro, perché essa sia efficace e utile al bisogno non dev’esserci aria, distrazione, tra la testa e l’appoggia. Dov’è urgente la poesia, non c’è millimetro per altro.
Credo che succeda qualcosa di simile per chi ricorre alla preghiera.
Aggiungo questa nota alla musica provata perché nell’ultima primavera del 1900 stavo a Belgrado sotto la scarica di bombe, razzi e missili vari della Nato. C’ero andato per furia contro il mio paese che si metteva al servizio di bombardamenti di città. Ero avvilito dal clima favorevole a quelle spedizioni, dove famiglie di brave persone andavano spensierate nel fine settimana a fare il picnic intorno alla base di Aviano, da dove decollavano le formazioni aeree. L’informazione televisiva celebrava i decolli e i bombardamenti con i servizi d’apertura. Una guerra di lusso con i caduti da una parte sola, comodamente uccisi a casa loro

da La musica provata di Erri De Luca – pagine 85-87, edito da Feltrinelli

Dati del libro:

Titolo: La musica provata
Autore: Erri De Luca
Editore: Feltrinelli
Pagine e anno: 98 – 2014

Bombardamento su Belgrado

Bombardamento su Belgrado

Tags : , , , ,

 

Commenta l´articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>