Informatica: Rimuovere il “Virus della Guardia di Finanza”

(0 commenti) | Commenta | Inserito il set 6, 2014 in 4 - E = m·c², Blog, Informatica e Web

A volte ritornano e purtroppo lo fanno in grande stile, migliorando e rendendo ancor più difficile la loro rimozione e generando ansia nelle persone che del computer fanno un uso quotidiano, tranquillo e rispettoso di chi si trova dall’altra parte dello schermo – siano esse persone, siti o altro…

A volte ritornano, dicevo, e questa volta è tornato il virus conosciuto come “Virus della Guardia di Finanza” o “Virus della Polizia Postale“. Tranquilli, i due Corpi non hanno niente a che fare con questa minaccia informatica, anzi, sono i primi che in passato hanno segnalato questa anomalia e cercato di eliminarla segnalando immediatamente metodi per la protezione del proprio computer.

Il virus in questione purtroppo è cresciuto, migliorato e aggiornato ai tempi e alla tecnologia odierna infatti, se prima colpiva ed era studiato per sistemi operativi come XP, ora anche Windows 7, Windows8 e 8.1 non sono più al sicuro.
Non solo, migliorato perchè oltre a svolgere l’azione per cui è conosciuto – quella di prendere possesso del pc del povero malcapitato -, è addirittura più difficile da rimuovere e non basta una scansione approfondita con l’antivirus, servono e sono necessari più software che cooperino insieme per debellare la minaccia.

La schermata principale, quella che compare una volta infetti, è la seguente:

download (1)

…da panico, vero? Niente paura. Non bisogna pagare i 100,00 euro che chiedono alla scadenza delle 72 ore ma attivarsi diversamente, ovvero disinfettando il sistema il prima possibile.

Come fare? Qui di seguito ci sono le istruzioni e i programmi necessari per eliminare il “Virus della Guardia di Finanza“.

Procedura per Windows 7:

1 – Avviare il sistema per ripristinare il computer. Per far questo all’avvio del pc tenere premuto F8 e selezionare, nella schermata nera che appare, la voce Ripristina computer.
2 – Avviare la procedura selezionando un punto di ripristino precedente all’infezione e in ogni caso il più recente per data in modo tale da mantenere gli ultimi programmi installati (se ce ne sono).
3 – Ultimato il ripristino e avviato il pc normalmente fare una scansione approfondita del sistema con il proprio antivirus.
4 – Non è finita. Procurarsi programmi con Combofix, ADWcleaner e Ccleaner e mandarli in esecuzione uno per volta ma solo dopo aver disattivato momentaneamente il proprio antivirus per evitare conflitti.
5 – L’infezione non c’è più.

Procedura per Windows 8 e 8.1:

1 – Acceso il computer bisogna posizionarsi sulla Charm bar – basta andare con il mouse in alto a destra – e selezionare Impostazioni
2 – Tenere premuto il tasto SHIFT – quello di sinistra – e cliccare su Arresta selezionando però la voce Riavvia sistema.
3 – Alla comparsa della schermata con il menù di ripristino, scegliere Risoluzione dei problemi → Opzioni avanzate e avviare la routine di Ripristino del sistema.
4 – Selezioniamo l’account da ripristinare (potrebbe occorrere la password utente)
5 – Scegliere il Punto di ripristino desiderato avendo l’accortezza di selezionarle uno precedente all’infezione.
6 – L’infezione non c’è più.

Programmi utili:

Download di ComboFix – sito ufficiale

Download di ADWCleaner – sito ufficiale

Download di CCleaner – sito ufficiale

I metodi descritti sono generali, in alcuni casi potrebbero non funzionare ed è per questo che vi chiedo, in caso di problemi, di contattarci senza problemi,…cercheremo di darvi una mano! ;)

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , ,

 

Commenta l´articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>