Auguri di Buon Natale 2013!

(6 commenti) | Commenta | Inserito il dic 25, 2013 in Blog, Comoda-mente

Oh che bello è arrivato!

Oggi è un giorno davvero speciale,
è arrivato il Natale!

La stella cometa ha segnalato,
il percorso da seguire,
per raggiunger il Bambino appena nato
che rallegra i cuori e li fa gioire!

Il suo dono per tutti quanti
è di pace, amore e felicità,
in gran quantità,
ai più piccoli e ai grandi…

Orsù dunque festeggiamo,
balliamo, cantiamo e brindiamo,
senza fermarci neanche un momento,
per render omaggio al Giorno dell’Evento!

Tanti tanti auguri di Buon Natale a tutti! :)

bn

Tags : , , , ,

 

Umorismo – Barzellette di Natale

(0 commenti) | Commenta | Inserito il dic 19, 2013 in Blog, Comoda-mente

8284063-ridere-african-american-babbo-natale-sulla-neveUn piccola carrellata di barzellette sul Natale, su Babbo Natale e le renne…così, giusto per ridere un po’! ;)

 

1. Babbo Natale è stato scoperto: in realtà, è un carabiniere travestito. Con 7 finestre e 2 porte di ingresso… continua ad entrare dal camino!

2. Babbo Natale arrestato per spaccio. E’ stato avvistato in mezzo alla neve con le mani nel sacco: faceva tirare le renne.

3. E’ la vigilia di Natale e Babbo Natale entra nella stalla per vedere come stanno le renne. Quando apre la porta vede tutte le renne con le zampe per aria. Babbo Natale, preoccupatissimo, chiama il veterinario: – Pronto, pronto veterinario!!!!
E il veterinario: – Mi dica!
- Sono Babbo Natale e ho un grave problema, entrando nella stalla mi sono accorto che le mie renne avevano tutte le zampe per aria, mi aiuti la prego!
- Non si preoccupi, arrivo subito!
Poco dopo il veterinario arriva nella stalla delle renne di Babbo Natale, tira fuori dalla tasca delle compresse e ne da una a ciascuna renna.
Dopo 5 secondi le renne tornano in piedi come fossero pronte a partire, allora Babbo Natale, sbalordito chiede al veterinario: – Ma come ha fatto?
- Semplice! Ho dato loro il VOLTAREN…

4. Il colmo per un albero di natale? essere conciato per le feste

5. Lettera a Babbo Natale: “Caro Babbo Natale, quest’anno sono stato buonissimo, diciamo buono, vabbè… così così. Però ti voglio bene. Mi riporteresti gli aeroplanini, che li ho rotti? Tuo Osama”.

6. Poco prima di Natale nell’ufficio postale di un paesino gli impiegati trovano nella cassetta una lettera con la scritta “Per Babbo Natale”. Decidono di aprirla e di leggerla: “Caro Babbo Natale, sono un bimbo di 7 anni di nome Marco e vorrei chiederti un regalo. La mia famiglia è povera, perciò invece dei giocattoli, ti chiedo di inviarmi 1000 euro, così anche noi potremo passare le Feste con gioia”.
Gli impiegati della posta, commossi, decidono di fare una colletta e, raggiunta la cifra di 500 euro, la spediscono all’indirizzo del povero bambino.
L’anno successivo, nello stesso periodo, nello stesso ufficio postale, gli impiegati trovano un’altra busta “Per Babbo Natale”. La aprono e leggono: “Caro Babbo Natale, sono Marco, il bimbo che ti ha scritto l’anno scorso. Vorrei chiederti lo stesso regalo, 1000 euro. Grazie per aver esaudito il mio desiderio lo scorso anno, ma quest’anno mandami un assegno non trasferibile, perchè l’altra volta quei ladri delle poste m’hanno fregato 500 euro”.

Tags : , , ,

 

Incipit – In nome della Madre di Erri De Luca

(0 commenti) | Commenta | Inserito il dic 18, 2013 in Blog, In Libreria, Incipit

madreIl Natale si avvicina e in questa settimana dedicheremo una serie di articoli “a tema” in attesa dell’evento più atteso (scusate il gioco di parole) dell’anno.

Il Natale è un giorno di festa per la nascita e l’arrivo sulla Terra di Gesù. Da sempre scrittori, artisti, musicisti e tanti tanti altri hanno dedicato un pensiero, opere e invenzioni ispirate a questo giorno.

Cominciamo con la letteratura e con un libro che personalmente mi ha toccato tanto e fatto riflettere. E’ la storia di Gesù ma anche di Maria, Giuseppe e di quello che hanno vissuto e compiuto prima dell’avvento.

E’ giovane Maria e viene trascinata in una realtà che in parte la sconvolge, l’arrivo di un figlio (quasi) inatteso che cambia la sua vita e quella del suo promesso sposo Giuseppe.

In nome della madre di Erri De Luca racconta tutto questo. Dall’annuncio alla nascita passando per il viaggio intrapreso, tra pensieri e dubbi che tutti gli uomini e le donne hanno, tra discriminazioni subite e gioie provate e trovate…

 

Incipit

Prima stanza

Glielo dissi il giorno stesso. Non potevo stare una notte con il segreto. Non trascorrerà intero il giorno sulla rottura della tua alleanza. Eravamo fidanzati. Nella nostra legge è come essere sposati, anche se non ancora nella stessa casa. Ed ecco che ero incinta.
La voce del messaggero era arrivata insieme a un colpo d’aria. Mi ero alzata per chiudere le imposte e appena in piedi sono stata coperta da un vento, da una polvere celeste, da chiudere gli occhi il vento di marzo in Galilea viene da nord, dai monti del Libano e del Golan. Porta bel tempo, fa sbattere le porte e gonfia la stuoia degli ingressi, che sembra incinta. In braccio a quel vento la voce e la figura di un uomo stavano davanti a me.
Nella nostra storia sacra gli angeli hanno un normale corpo umano, non li distingui. Si sa che sono loro quando se ne vanno- lasciano un dono e pire una mancanza. Neanche Abramo li ha riconosciuti alla querce di Memre, li ha presi per viandanti. Lasciano parole che sono semi, trasformano un corpo di donna in zolla di terra.

da In nome della madre di Erri De Luca – pagine 15 e 16 – edito da Feltrinelli

Tags : , , , , ,

 

Cortometraggio ambientale – Joshua di Sungjin Ahn

(1 commento) | Commenta | Inserito il dic 13, 2013 in Blog, Cortometraggi, Dalla terra alla luna

La natura, che spettacolo meraviglioso! Sono convinto che se la rispettassimo di più avremmo solo da guadagnarci spiritualmente e umanamente.

Fortunatamente lei continua a percorrere la sua strada e non si abbatte di fronte alla violenza che subisce da parte di questo “essere superiore” chiamato uomo.

Sono tanti i video, amatoriali e non, che rendono omaggio alla natura e che riprendono flora e fauna nel loro habitat naturale.

Joshua, il cortometraggio che vogliamo segnalare, è un insieme di immagini montate dall’autore Sungjin Ahn che per un anno ha osservato quest’albero – è una specie protetta e cresce solo in determinate zone del Pianeta – in condizioni atmosferiche differenti: sole, pioggia, nevicate… giorno, notte, tramonto e alba… lo spettacolo è inebriante, sublime e far star bene.

Joshua è stato presentato al Kuala Lumpur Eco Film Festival dove ha riscosso molti molti consensi. Guardatelo! Non posso far altro che consigliare questa visione e son sicuro che piacerà a voi tanto quanto piaciuto a me.

Link al video su Vimeo: Joshua di Sungjin Ahn

Tags : , , , , ,

 

Nelson Rolihlahla Mandela (18 luglio 1918 – 5 dicembre 2013)

(0 commenti) | Commenta | Inserito il dic 6, 2013 in Blog, Dal mondo

Ci sono uomini che lasciano il segno. Alcuni lo fanno in maniera negativa e spregevole per le azioni aberranti che compiono, altri, Uomini, per aver dedicato la vita a ideali per il bene di intere popolazioni e generazioni.

Nelson Mandela è tra questi Uomini.

Voglio ricordarlo con alcune frasi.

Addio Nelson! Mi mancherai!

1. Non vi è alcuna strada facile per la libertà.
2. L’educazione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’educazione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione. Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una persona dall’altra.
3. Se parli con un uomo in una lingua a lui comprensibile, arriverai alla sua testa. Se gli parli nella sua lingua, arriverai al suo cuore.
4. Dobbiamo usare il tempo saggiamente e continuamente renderci conto che il tempo è sempre maturo per fare il bene.
5. Io sogno di un’Africa in pace con se stessa.
6. A differenza di alcuni politici, posso ammettere un errore.

nelson-mandela

Tags : , , , , ,