Poesia: Ode all’inventore della doccia di Cristiano Torricella

(0 commenti) | Commenta | Inserito il nov 3, 2013 in Blog, Cristiano Torricella, Poesie della domenica

Che il rilassamento abbia inizio! A volte ci vuole, a volte è necessario per sentirsi meglio, e tra le tante forme che ci sono, Cristiano Torricella ha scelto la carezza dell’acqua sulla pelle grazie a una doccia bella, calda e rigenerante.

Ode all’inventore della doccia: una poesia tiepida e carezzevole, dall’incedere elegante e delicato, un ringraziamento a chi, la doccia, ha inventato, regalandoci così un momento di serenità.

 

Ode all’inventore della doccia

 

Ode eterna,
ad imperitura memoria,
di chi inventò la doccia.

Doccia ove conduco,
bianchi cavalli stanchi,
all’acqua calda, fumante,
le dolenti, e stanche, membra,
così abbrutite,
da li, faticosi, e duri,
e, necessari,
lavor de la campagna.

Membra mie,
tutte piegate, e vinte,
e, dal sudor, di sete, arse,
dalla nostra, castellana,
ed aspra, terra genzanese, e vigna!

A risuscitante, e catartico, riposo,
or, a la corroborante doccia, ite!

Grazie a te, dunque,
o inventor de la doccia,
giacchè, sol grazie a te,
calda, acqua calda, a fiotti,
or, su di me, libero contadino,
dalla testa ai piè, giù, dal rubinetto,
or, giù, giù, generosa, lava e scorre.

Dall’acqueo telefono,
che, mai, e poi mai, telefona,
a rinvigorir, quasi “a nova vita”
le disarticolate, e ferite, membra,
offese dalle, tante, battaglie de lli campi,
e dall’acuminati, odiosi, e nerboruti, spini,
e da scintille, ardenti, e “zanze”*.

E così, addisotto al “caldo effluvio”,
par d’esser tornati giovini, addennovo,
senza più traccia, alcuna,
di campestre fatica.

Ominide, addenovo, aritornato cittadino!

E piove acqua calda,
dallo scaldabagno nuovo,
e piove, e piove!

* “zanze” = forma poetica, che significa zanzare.

 

Nota dell’autore:

Poesia in lingua italiana, scritta a Marino (RM) – ai Castelli Romani, il 21 settembre 2013, uscendo dalla doccia, al ritorno dalle fatiche della coltivazione dei campi. Ventun settembre, non a caso, primo giorno d’autunno e giornata nazionale dell’orto sinergico e della permacoltura ovunque nel mondo. Poesia scritta appositamente per essere pubblicata su www.libera-mente.net.

Tags : , , ,

 

Commenta l´articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>