Programmazione: C++, operazioni sulle liste con memoria dinamica

(0 commenti) | Commenta | Inserito il giu 29, 2013 in Blog, Programmazione

Ecco qui un programmino in C++ sulla gestione delle liste con memoria dinamica, niente di così complicato in verità, giusto un paio di operazioni che si possono svolgere.

Il programma è libera-mente scaricabile e ridotto al minimo essenziale…prossimamente verrà presentata una evoluzione più “difficile” e ottimizzata.

Caratteristiche:

- Il programma acquisisce il nome, la categoria e il tempo dei partecipanti a una maratona.

- Categoria = 1 se Junior 0 – 21 , categoria = 2 se Senior 21 – 41 , categoria = 3 se Over 41 – 60
- Il tempo è espresso in minuti (es. 180 minuti = 3 ore, 125 minuti = 2 ore e 5 minuti)

- Ordina in base al tempo.

- Cerca il tempo migliore di ogni categoria

- Stampa i risultati

Download programma: operazioni_liste_memoria_dinamica

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , ,

 

Nuova categoria: Presentazione di “Programmazione”

(0 commenti) | Commenta | Inserito il giu 29, 2013 in Blog, Programmazione

Fotolia_38797643_Ape_XXLHo studiato tanto in questi anni, materie di vario genere ma son portato, è la mia natura, verso quelle discipline che rientrano nel campo matematico-scientifico-informatico. Adoro la matematica – è una scoperta continua -, la fisica – anche se a volte mi confondo -, e l’informatica – tutta, in generale.

La parte migliore dell’informatica è quella che riguarda la programmazione perchè è la più fantasiosa, tante sono le variabili e ogni persona risolve i problemi che si trova davanti a suo modo. Per uno stesso compito, infatti, infinite sono le vie che si possono percorrere.

E’ capitato in questo ultimo periodo di dare una mano a un ragazzo che mi ha permesso di “riscoprire” una passione in parte assopita per la programmazione.

Molti sono i linguaggi che in questi anni si sono sviluppati ma l’inizio (beh, forse non proprio l’inizio) conserva un fascino tutto suo e ricordarselo è sempre bello.

Forse mi sto dilungando troppo ma tutto questo mi serve come introduzione alla nuova rubrica dedicata alla programmazione e in particolare a linguaggi C e C++.

Segnalò qui sul blog piccoli e utili programmi scritti da me in questi anni, che possano essere d’aiuto a tutti voi.

Ho un modo mio di programmare e se qualcosa risulta “strano”, sono qui a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Buona programmazione a tutti! :)

Tags : , , ,

 

Sfogo: Non c’è più rispetto.

(4 commenti) | Commenta | Inserito il giu 22, 2013 in Blog, Personal-mente

Oggi avevo intenzione di scrivere un breve articolo dedicato al mio gatto ma per forza di cose son costretto a rimandare perché quello che mi è successo, o meglio, che ho subito, mi ha dato talmente fastidio che non riesco a ingoiare il “famigerato” rospo.

E’ uno sfogo, uno sfogo per iscritto, perché IO (scusate il maiuscolo) non sento il bisogno di danneggiare la proprietà altrui e di fare del “male”, IO non mi sognerei mai di compiere una bravata o un dispetto che in qualche modo leda la serenità degli altri, IO sono troppo rispettoso di tutto quello che mi circonda e allo stesso tempo, forse, troppo “sognatore” perché penso che anche gli altri facciano altrettanto.

Non c’è più rispetto.

Attenzione, naturalmente il discorso non è in generale, non faccio di tutta erba un fascio, non l’ho mai fatto e non comincio di sicuro adesso, dico solo che ci sono individui talmente abietti che non meritano loro per primi rispetto perché non ne dimostrano affatto nei confronti degli altri.

“Mac, ma cosa è successo?” E’ successo – ed è il motivo per cui scrivo questo – che mi han “bruciato” il motorino…no, non ha preso fuoco del tutto ma la parte posteriore dove poggia il portapacchi, parte in plastica dello stesso colore della carrozzeria, è stata bruciata con l’accendino e ora tutta la vernice è sparita, è affiorato il bianco e si vede anche il colore della plastica bruciata.

(In tono sarcastico) Grazie a chi ha fatto questo. Grazie, grazie davvero. Per quale motivo, mi chiedo…ti stava antipatica la maniglia? Il colore grigio della carrozzeria? Hai cercato di rubarlo e non riuscendoci hai lasciato una tua firma? O semplicemente perché non sapevi come sprecare – in maniera insulsa – il gas?

Va beh, lasciamo stare…

Oggi avevo intenzione di scrivere un breve articolo dedicato al mio gatto, volgarmente chiamato animale, ma mi sa tanto che i veri animali sono le persone! (Alcune persone, si intende, non tutti per fortuna)

Scritto da Mac La Mente

2013-06-22-0773

Tags : , ,

 

Incipit: Sto bene è solo la fine del mondo di Ignazio Tarantino

(0 commenti) | Commenta | Inserito il giu 10, 2013 in Blog, In Libreria, Incipit

81k68Xe0MbL._AA1500_Ebbene sì, anche questo libro l’ho acquistato e ancora non sono riuscito a leggerlo. Vi chiederete: “Ma poi li leggi?” E la risposta è “Assolutamente sì!“. Vado piano nella lettura ma credo che l’importante sia andare. Vado piano perché ho imparato ad assaporare ogni singola sfumatura, colore e altro che l’autore/autrice descrive e vuole trasmettere…poi si vedrà, se sarà bello e dei miei gusti avrò guadagnato, se meno bello, pazienza, l’ho letto comunque e mi son fatto una mia personale opinione – cosa molto importante.

Questa breve premessa mi è utile per presentare l’incipit del libro Sto bene è solo la fine del mondo di Ignazio Tarantino che qui di seguito riporto…

 

Incipit

1. Il sacrificio di Isacco

La fine del mondo, così come lo conoscevo, iniziò la sera del 23 novembre 1980.
quella domenica il Cristo del Sacro Cuore fece di tutto per avvertirmi che stava per succedere qualcosa di tremendo, ma io non gli diedi retta. Inchiodata sulla parete in fondo la corridoio, dentro una cornice ovale di legno coronata da un complicato e funereo intreccio a tralcio di vite, era la prima cosa che si vedeva entrando in casa. Una piccola lampadina rossa, che restava sempre accesa, lo illuminava dal basso, e al buio il Sacro Cuore pulsava dei suoi riflessi spettrali. A seconda del punto di osservazione, il Cristo assumeva un’espressione sempre diversa: sorridente, incupita, estatica. Ma per lo più aveva l’aria di osservare tutto, me, la csa, la mia famiglia, con un sorriso confuso, come se assistesse a uno spettacolo di cui non capiva la trama. Quando faceva quella faccia, era la copia esatta di un uomo che avevo visto in un0immagine dell’enciclopedia universale, seduto su un prato di fianco a una bella ragazza e intento a succhiare qualcosa da un tubicino a spirale che terminava in un specie di lampada di Aladino. La didascalia sotto l’immagine diceva: giovani hippy al festival di Woodstock. I capelli lunghi, la barbetta incolta e il vestito colorato con i raggi dorati erano identici.

da Sto bene è solo la fine del mondo di Ignazio Tarantino – pagina 9

 

Dati del libro:

Titolo: Sto bene è solo la fine del mondo
Autore: Ignazio Tarantino
Casa Editrice: Longanesi
Anno: 2013
Pagine: 300

Tags : , , , ,

 

Errori cinematografici – Forrest Gump di Robert Zemeckis

(0 commenti) | Commenta | Inserito il giu 7, 2013 in Blog, Errori cinematografici

Anche i migliori film hanno errori, alcuni sono ben visibili, evidenti, altri un po’ più nascosti e celati e solo un occhio attento riesce a scoprirli.

Alcuni errori sono solo sviste, altri riguardano le luci, l’ambiente, il periodo storico che non coincide con delle scoperte o dei cambi di inquadratura dove prima ci sono oggetti e persone in determinate posizione e nell’immagine successiva la posizione è cambiata in un batter d’occhio.

In Errori cinematografici – nuova categoria – sveliamo tutto quello che non coincide, che risulta strano ma che in ogni caso (a meno che l’errore non sia davvero grande) non compromette la storia raccontata nel film.

forrestgumlocandinaCome primo film da segnalare abbiamo scelto il fantastico Forrest Gump di Robert Zemeckis.

Ed ecco qui qualche errore:

1. Jenny e Forrest sono piccoli e prendono l’autobus che li porta a scuola, lì avviene il loro primo incontro. Nell’autobus, dietro di loro c’è una bambina che nel cambio di inquadratura scompare.

2. Nel 1976 le azioni della Apple non esistevano ancora.

3. Forrest va a trovare Jenny al cimitero, la frase sulla tomba e la data non coincidono, la prima dice “sei morta un Sabato mattina”, la seconda corrisponde ad un lunedì.

4. Quando Bubba e Forrest puliscono il pavimento con gli spazzolini, è visibile sullo sfondo il profilo di un operaio del set.

5. Forrest è diventato il capitano di una barca per gamberi, mentre è al lavoro, nota sul molo il tenente Dan. La barca, rispetto al tenente, va da sinistra verso destra ma quando si incaglia, perché Forrest ha lasciato il timone, si trova alla sinistra del tenente che nel frattempo non ha cambiato posizione.

6. Quando Forrest gioca a football, nessun avversario riesce a stargli dietro, solo gli arbitri.

7. Forrest chiede a Jenny di sposarlo, sulla sinistra di lei si vede un bel microfono.

Altri errori sono segnalati nel topic sul forum: Errori cinematografici.

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , , ,