Libri – Tornano le Short Stories di Repubblica e L’Espresso

(0 commenti) | Commenta | Inserito il lug 24, 2011 in Blog, In Libreria

A volte ritornano! E con molto piacere, direi, perchè l’iniziativa che Repubblica e L’Espresso ripropongono anche quest’anno è davvero interessante.

A partire dal 15 luglio, infatti, e per otto settimane, tornano le Short Stories: una piccola collana di libri di grandi autori con testo a fronte.
Questi libri permettono di leggere sia la versione in lingua originale che la versione tradotta in italiano e così facendo, credetemi, il testo dell’opera si gusta ancora di più ed è un piacere leggerlo!

Attualmente in edicola è possibile reperire il secondo numero – The snows of Kilimanjaro (Le nevi del Kilimangiaro) di Ernest Hemingway – ma prossimamente saranno altri gli autori che andranno ad arricchire questa collana.

Tutte le Short Stories sono accompagnate anche da un file audio, scaricabile dal sito de L’Espresso a questo link, che permette di ascoltare la lettura del testo, di conoscere le espressioni utilizzate all’epoca dall’autore, i modi di dire e anche gli intercalari che a volte, durante la traduzione, non si riesce a notare.

Qui di seguito riporto l’elenco delle uscite: date, titolo del libro e autore.

1. 15 luglio 2011 – The Volga – On Yeti Tracks (Il Volga – Sulle orme dello yeti) di Bruce Chatwin
2. 22 luglio 2011 – The snows of Kilimanjaro (Le nevi del Kilimangiaro) di Ernest Hemingway
3. 29 luglio 2011 – Youth (Giovinezza) di Joseph Conrad
4. 5 agosto 2011 – The Old Chief Mshlanga – No Withcraft for Sale (Il vecchio capo Mshlanga – La magia non è in vendita) di Doris Lessing
5. 12 agosto 2011 – The Heathen (Il pagano) di Jack London
6. 19 agosto 2011 – Royalty – Five hours to Simla (Sua altezza – A cinque ore da Simla) di Anita Desai
7. 26 agosto 2011 – Market day – Tha Walk to Huayapa (Giorno di mercato – Passeggiata a Huayapa) di David H. Lawrence
8. 2 settembre 2011 – In the valley (Nella valle) Robert L. Stevenson

Concludendo, non posso far altro che appoggiare questa iniziativa, acquisterò tutti i numeri anche perchè il prezzo non è elevato: un supplemento di due euro è esiguo se offre la possibilità di imparare a conoscere i grandi autori.

Non mi resta che dire: Buona lettura!

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , ,

 

Buon compleanno Libera-mente.net forum! 2006 – 2011!

(5 commenti) | Commenta | Inserito il lug 16, 2011 in Blog, Comoda-mente

Il 16 luglio è una data molto importante per il sito Libera-mente.net, è il giorno del suo compleanno!

Sono trascorsi cinque anni, tanti, tantissimi!
Era il lontano 2006 quando il sito nacque e oggi, 2011, sono cinque anni! Evviva!

Difficile raccontare cosa è successo in questo arco di tempo, è davvero lungo e grande per questo spazio, non tutti (e consentitemi di esserne fiero) possono vantare un’esistenza di questo tipo nel fantastico mondo di internet ma noi sì, siamo ancora qui e giorno dopo giorno cresciamo sempre di più, ci rafforziamo, ci facciamo le ossa e guardiamo al passato per imparare pensando al futuro per migliorare sempre più.

Cinque anni sono traguardo importante ma anche un punto di partenza perchè – citando Guccini – “la materia di studio è infinita” e la strada, nonostante i suoi angoli, le sue curve, le sue salite e discese, non finisce mai…

Quanti ricordi affiorano nella mia mente, quante persone ci sono state, ci sono ancora e quante sicuramente arriveranno, quanti momenti insieme e quante parole…tutto è infinito, e il tempo un dolce compagno di viaggio.

Albe, tramonti, sere e notti…aperti sempre e pronti a mettersi sempre in gioco e socializzare: la mente non ha limiti e se aperta generare pensieri che vanno conservati, coltivati, fatti crescere.

E’ questo il punto di forza di Libera-mente.net e mai e poi mai potrà cambiare!

Vorrei ringraziare tutti per essere con noi e avere questa voglia di stare insieme, vorrei dire tantissime cose ma l’emozione in questo momento sta prendendo il sopravvento ed è difficile dire altro, la gioia e la felicità invadono il mio cuore e la sensazione è bellissima e durerà a lungo…

Per festeggiare questo compleanno ci siamo fatti un regalo: una nuova veste grafica e più funzionale per il forum, spero vi piaccia! E’ un cambiamento pensato e sondato bene, credo, un nuovo aspetto perchè con gli anni si cresce e i “vestitini” precedenti, così come la moda (anche se non mi è mai interessata), cambiano!

Tanti tanti auguri Libera-mente.net forum! Stai diventando grande! :)

Mac La Mente

Tags : , , ,

 

Informatica – Win32/Popureb.E, il rootkit che si insidia di nascosto nel pc

(1 commento) | Commenta | Inserito il lug 15, 2011 in Blog, Informatica e Web

E’ trascorsa quasi una settimana dall’ultima segnalazione, qui sul blog di Libera-mente, di un virus/trojan che ruba i dati sensibili e che porta il nome di Tatanga – articolo qui – e purtroppo sono nuovamente qui per segnalare un’altra minaccia, più grave, che in questi giorni circola su internet.

Si chiama Win32/Popureb.E ed è un rootkit.

Arrivato alla variante E, proprio come citato nel nome, questa infezione è più grave delle altre perchè si manifesta a un livello molto basso dell’architettura di un sistema operativo, infatti, colpisce l’MBR (master boot record) del sistema ossia il settore di avvio che permette di avviare il computer e caricare i dati necessari al suo funzionamento.

Discordanti sono le notizie che riguardano la sua rimozione, alcuni esperti sono drastici perchè consigliano di formattare tutto mentre altri affermano che basta ripristinare, con un disco di ripristino di Windows, l’avvio del pc, l’MBR.

Forse la prima soluzione è davvero tremenda perchè alla sola idea di dover ripartire da zero e di perdere tutto quello che ogni giorno memorizziamo sul pc ci mette in crisi ma io credo che sia la via migliore in quanto è caratteristica dei rootkit quella di portarsi dietro ulteriori minacce che a lungo andare danneggiano e compromettono l’utilizzo del nostro computer.

La presenza di Win32/Popureb.E, e di conseguenza dell’infezione, è subdola, non ci si accorge di essere infettati se non dalla presenza di file particolari:

  • \hello_tt.sys
  • \physicaldrive()
  • c:\documents and setting\all users\documents\my video\pulgfile.log

Se questi sono presenti, purtroppo, il computer è compromesso.

Un primo modo per individuare i rootkit è quello di affidarsi a programmi che eseguono una scansione di basso livelli, inutili sono i comuni antivirus, alcuni di questi softare sono segnalati all’interno di questi articoli:

Non mi resta che dire: Buona Fortuna! E speriamo che non si abbia mai a che fare con minacce di questo tipo…

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , ,

 

Poesia – Zingari, un’estate di Erri De Luca

(0 commenti) | Commenta | Inserito il lug 10, 2011 in Blog, Poesie della domenica

Ho pensato molto questa domenica, per il nostro appuntamento con la poesia, a quale poesia inserire, la scelta è stata davvero ardua, difficile, sono molti i poeti e scrittori che mi interessano e di cui, prossimamente, parlerò ma oggi voglio citare uno scrittore e poeta italiano che apprezzo tanto: Erri De Luca.

La raccolta di poesie “Solo andata – righe che vanno troppo spesso a capo” – qui l’incipit e qui la poesia Due – è davvero intensa e anche in questo caso è stato difficile scegliere.

Propongo una poesia che lascia poco spazio all’immaginazione per via di quello che descrive – avvenimento tragico – e tanto alla riflessione…come è giusto che sia.

Zingari, un’estate è tratta dalla sezione Quartiere di storie naturali, quarto capitolo, se così vogliamo chiamarlo così, del libro.

Zingari, un’estate

Dalle baracche del Zigeuner Camp vedevamo gli ebrei
colonne incamminate diventare colonne verticali
di fumo dritto al cielo, erano lievi
andavano a gonfiare gli occhi e il naso
del loro Dio affacciato.

Noi non fummo leggeri.
La cenere dei corpi degli zingari
non riusciva ad alzarsi al cielo di Alta Slesia.
In piena estate diventammo nebbia corallina.
Ci tratteneva in basso la musica suonata e stracantata
intorno ai fuochi degli accampamenti,
siepe di fisarmoniche e di danze,
la musica inventata ogni sera del mondo
non ci lasciava andare.

Noi che suonammo senza uno spartito, fummo chiusi
dietro le righe a pentagramma del filo spinato.
Noi zingari di Europa, di cenere pesante
senza destinazione di oltre vita
da nessun Dio chiamati a sua testimonianza
estranei per istinto al sacrificio
bruciammo senza l’odore della santità
senza residui organici di una pietà seguente,
bruciammo tutti interi, chitarre con le corde di budello.

Tratto da “Solo andata – righe che vanno troppo spesso a capo” – di Erri De Luca, pubblicato da Feltrinelli, pagina 47

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , ,

 

Informatica – Tatanga, il trojan che ruba i dati sensibili

(1 commento) | Commenta | Inserito il lug 6, 2011 in Blog, Informatica e Web

E’ trascorso del tempo dall’ultima segnalazione di un virus/trojan e non perchè in questo periodo non ce ne siano stati o siano andati in vacanza ma per un altro motivo, di virus ce ne sono così tanti che è praticamente impossibile segnalarli tutti ma ritorno ora su questo argomento perchè il trojan che andrò a segnalare è più subdolo degli altri e se non si sta attenti può generare e far nascere molti molti problemi.

Tatanga è il suo nome ed è stato avvistato in questo ultimo periodo, in particolare nel mese di giugno del 2011.

E’ un trojan che intercetta le comunicazioni finanziarie tra l’utente e i siti dotati di certificati SSL e protocolli HTTPS rubando così i dati di carte di credito, importi e tutto quello che serve per effettuare acquisti tramite internet.

Faccio un passo indietro prima di parlare del trojan. Cosa è un certificato SSL? SSL è l’acronimo di Security Sockets Layer e sta a indicare che le comunicazioni con il sito visitato vengono cifrate attraverso un algoritmo. Questo rende un po’ più sicura l’immissione dei cosiddetti dati sensibili: nome, numero carta di credito, ecc.

Quando pensiamo o ci troviamo di fronte a un sito con queste caratteristiche si pensa di essere al sicuro e invece non è così. Di chi è la colpa? Proprio di Tatanga che riesce in qualche modo a intrufolarsi tra noi e il sito dove stiamo effettuando acquisti e infetta il nostro computer oltre che inviare i nostri dati a server sfruttati dai pirati informatici.

Non ci si accorge direttamente di essere stati infettati ma con la procedura che di seguito vado a illustrare si può prendere atto dell’infezione e porre rimedio eliminando il trojan dal nostro computer.

Procedura di rimozione di Tatanga:

1. Disattivare momentaneamente il ripristino configurazione di sistema. Per svolgere questa operazione andare su Start → Impostazioni → Pannello di controllo → Sistema e selezionare Ripristino configurazione di sistema, disattivarlo e premere Applica.

2. Visualizzare le chiavi infette del registro. Andare su Start → Esegui e digitare regedit e premere Invio. Selezionare la chiave:

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion

e osservare se all’interno ci siano le cartelle Driversx e Driversx64, in queste due cartelle se presenti file di libreria .Dll, in particolare se ci sono d.dll, a.dll, n.dll, o,dll e p.dll vuol dire che siamo stati infettati da Tatanga!

3. Non solo, se in

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\RunOnce è presente un file di nome report.exe allora l’infezione è assicurata!

4. Per rimuovere il trojan basta bloccare e terminare i processi che lo azionano attraverso il Task Manager (Ctrl+Alt+Canc). Terminare il processo, con il tasto destro del mouse, explorer.exe.
Non spaventatevi! Le icone del desktop scompariranno momentaneamente.

Eseguito questo passaggio ritornare alla chiave:

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\RunOnce

e cancellare le voci che puntano a report.exe

5. Lo stesso procedimento va eseguito all’interno della chiave

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersione

nelle cartelle indicate in precedenza (Driversx e Driversx64).

6. Ritorniamo ora al Task Manager e clicchiamo su File/Nuova operazione (esegui) e scriviamo explorer.
Le icone compariranno e il trojan sarà stato eliminato!

Per rimuoverlo anche fisicamente dal computer cancellare il file report.exe da

C:\Documets and settings\\Dati applicazioni\Microsoft\Internet Explorer\report.exe

E il gioco è fatto! ;)

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , ,