Buon anno nuovo! Buon 2010!

(3 commenti) | Commenta | Inserito il dic 31, 2009 in Blog, Comoda-mente

Il 2009 se n’è andato
e il 2010 è arrivato
quel che è stato… è stato,
non pensare al passato
c’è un futuro radioso ce ti aspetta
e lì, non fugge via, non ha fretta!

Il vecchio anno è andato in pensione
e il nuovo è un bimbo appena nato
che ti guarda con attenzione
fallo giocare, te ne sarà grato!

Il 2010 porterà con se’
ciò che più piace a te
pace, amore e serenità
con tanti colori e in molte varietà…

Tanti auguri di Buon 2010! :)

Tags : , , ,

 

Buon Natale 2009!

(3 commenti) | Commenta | Inserito il dic 24, 2009 in Blog, Comoda-mente

Il Natale è alle porte
bussa piano e bussa forte
fallo accomodare in poltrona
perchè pace e serenità dona!

Scende giù dal camino
un Babbo Natale vestito di rosso
che annucia la nascita di Gesù Bambino
portatore d’amor a più non posso…

E’ tempo di festeggiare
e Libera-mente forum e blog voglion fare
a tutti gli iscritti…

Tanti tanti auguri di Buon Natale!!! :-)

P.s.
Se il messaggio ti è piaciuto e voi ricambiare
in “Buon Natale 2009!”…è lì che devi andare! ;-)

Tags : , , ,

 

Indice degli articoli di Libera-mente.net blog

(1 commento) | Commenta | Inserito il dic 23, 2009 in Blog, Comoda-mente

Con grande soddisfazione sono qui ad annunciare la nascita dell’indice automatizzato di tutti gli articoli del blog. :)

Eh sì, è una “prelibatezza” tecnica che noi di Libera-mente ci siamo concessi come regalo di Natale e per premiare il blog stesso per tutte le soddisfazioni che ci ha regalato fino a questo momento.

L’indice conterrà per ogni categoria l’elenco degli articoli ordinati per data, dal più vecchio al più recente e non solo, per agevolare la ricerca e indirizzare meglio ai contenuti specifici, è possibile utilizzare le apposite “ancore” a cui corrispondono le varie categorie per saltare direttamente agli articoli interessati senza perdere tempo a scorrere la pagina.

E’ un indice semplice questo che abbiamo inserito e creato ma molto funzionale, spero piaccia a chi lo utilizzerà per cercare i contenuti del blog…che sono tanti, fidatevi! ;)

L’indice è a questo indirizzo oppure lo si può trovare sia nel menù orizzontale sotto l’header tra la scritta Forum e Guestbook o nel menù laterale tra le varie pagine.

Buon divertimento e buona lettura. A presto.

Tags : ,

 

Libri – Il giorno che scambiai mio padre con due pesci rossi di Neil Gaiman

(0 commenti) | Commenta | Inserito il dic 18, 2009 in Blog, In Libreria

A volte capita, e lo si fa con piacere, di rileggere favole e storie che ci hanno accompagnato durante il periodo della fanciullezza. E se queste storie vengono lette, rinnovate o scoperte in tarda età, cioè quando si è più grandi e non si ha molto spazio per sognare, cosa succede? Il risultato è lo stesso perché le favole e le fiabe hanno il dono di riportare indietro nel tempo e di rallegrarci per un po’, per uno spazio di tempo uguale alla durata della storia stessa…
E’ questo quello che mi è successo dopo aver letto una storia scritta da Neil Gaiman e illustrata da Dave McKean: Il giorno che scambiai mio padre con due pesci rossi.

Poco più di 60 pagine, tanti disegni e dialoghi ridotti al minimo ma incisivi, sono le caratteristiche di questo libro molto curato anche nei dettagli: a partire dalla grossa copertina di cartone rigida e indistruttibile proprio come la storia che contiene.

Il giorno che scambiai mio padre con due pesci rossi ha per protagonisti un bambino e la sua sorellina; quest’ultima è una personcina che la sa lunga, che impartisce consigli e che sa già come andrà a finire quello che il fratellino ha intenzione di fare. La sorellina è una specie di “grillo parlante” – giusto per far un paragone con la favola di Pinocchio. Altro personaggio naturalmente presente nella storia è il padre dei due ragazzi. E’ lui che viene scambiato dal figlio per due pesci rossi. All’inizio sembra uno scambio impari ma in realtà è solo il primo di una lunga serie perchè il papà non è molto simpatico e attivo, sta fermo lì a leggere il giornale e non fa altro ed è per questo che avvengono altri scambi: con una chitarra, una maschera di scimmia, e un coniglio. Il ragazzino è costretto in pratica ad andare a trovare tutti i suoi amici che a loro volta hanno provveduto a scambiare il padre con qualcos’altro fino a quando non si arriva all’ultimo scambio e al ritrovamento del genitore comodamente seduto nella gabbia del coniglio.
Il ragazzino felice di aver ritrovato il padre lo porta via, lui, l’adulto, non fa una piega e continua a leggere il giornale. Arrivati a casa è ora della punizione e della promessa che una cosa del genere non si verificherà più:

Ragazzino: “Quando ha finito di rimproverarmi mi ha fatto promettere con la mano sul cuore che non avrei mai – mai – più scambiato papà con qualcosa…con qualsiasi cosa.
E io ho promesso.
Così non posso più farlo.
Ma… “

La fine non è assolutamente scontata e quando arriva l’ultima delle tavole realizzate da McKean le poche parole di Gaiman risuonano in modo angusto, cupo, perchè in realtà il ragazzino protagonista non ha imparato assolutamente niente, è pronto a ripetersi e ha già scelto la sua vittima.

Il giorno che scambiai mio padre con due pesci rossi è un libro spensierato, una storia che si legge in fretta, ben scritta, che alla fine lascia un sorriso e il piacere di aver trascorso un po’ di tempo in un mondo surreale dove tutto può succedere: anche scambiare un genitore con dei pesci rossi. Ottimo lavoro di Gaiman e di McKean. Il tratto dei disegni non è molto definito, quasi schizzato e i colori accesi sembrano trasmettere luce quando in realtà la storia è cupa. Bel contrasto.

Dati del libro:
Testi: Neil Gaiman
Illustrazioni: Dave McKean
Pagine: 64
Anno di pubblicazione: 2004
Casa editrice: Mondadori

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , , ,

 

Scientifica-mente: Giochi di logica e di matematica 5

(2 commenti) | Commenta | Inserito il dic 13, 2009 in Blog, Scientifica-mente

Vi siete mai chiesti come fanno i maghi e i prestigiatori a indovinare, “con la sola forza del pensiero“, la carta o il numero che un’altra persona hanno pensato? Io sì e anche se non ho mai capito il trucco e non ho mai investigato più di tanto per venirne a conoscenza, sono riuscito ugualmente a stupire i miei amici con un gioco che ha a che fare sia con la magia (anche se non è vero) che con la matematica.

Scopo di questo articolo è quello di illustrare e svelare il segreto di un giochetto matematico molto simpatico da fare in cinque minuti o poco più che chiameremo Indovina il numero.

E’ un passatempo semplicissimo: bisogna mostrare ad un’altra persona i sei cartoncini che costituiscono il gioco facendosi indicare in quale di questi è presente il numero pensato.
Una volta messe da parte le tabelline indicate, si arriva in un attimo alla soluzione e si scopre il numero segreto.

All’inizio ci vuole solo un po’ di pratica per sviluppare un po’ di velocità, i calcoli da fare sono facili, una serie di addizioni che permettono di raggiungere l’obiettivo.

Prima di fare un esempio concreto, inserisco l’immagine dei sei cartoncini che costituiscono Indovina il numero. Questa immagine può essere stampata in formato più leggibile se ci si clicca su.

Indovina il numero

E passiamo ora a illustrare il gioco.

Ad esempio, mettiamo il caso che abbia pensato al numero 43.
La domanda che da porre è: “In quale dei sei cartoncini c’è il numero pensato?
Osservando le tabelle, il 43 è contenuto nella prima, seconda, quarta e sesta.
Bene, scartando le altre si può notare (e questo è il trucco) che il numero è somma dei primi numeri di ogni cartoncino: 1 + 2 + 8 + 32.
E questo è vero per tutti i sessantatré numeri presenti.

Semplice, vero? Spero di esser stato chiaro e di aver spiegato al meglio il gioco, non ci resta che stampare le tabelle, ritagliarle e stupire ancora una volta i nostri amici con un gioco che ha la matematica come protagonista! :)

Versione stampabile e più leggiile delle tabelle: stampa.

Anche noi sul forum ci divertiamo con i numeri nel topic Giochi matematici.

Scritto da Mac La Mente

Tags : , , ,